Arte
08.11.2019 - 05:000
Aggiornamento : 11.11.2019 - 16:37

Guide galattiche

La nuova stellare guida realizzata in collaborazione con la NASA

Sono molti anni che frequento il pianeta terra per le mie vacanze, e per i miei viaggi mi sono di solito affidato ai consigli delle guide Lonely Planet, perché le ho sempre trovate piene di informazioni pratiche utili e aggiornate. A parte quella volta in cui a Dunedin, in Nuova Zelanda, cercando un ristorante indicato nella guida ci siamo trovati davanti al cratere di un edificio demolito già da alcuni mesi.
Beh questa volta, però, i nostri amici della Lonely Planet hanno esagerato. La nuova guida dell’Universo è una solenne fregatura. A parte il fatto che non comprerei mai una guida redatta da una razza che è appena all'inizio della propria esplorazione spaziale, ma poi mi spiegate perché non viene indicato nemmeno un buon ristorante su Titano, neppure un B&B su Caronte? Per non parlare della scandalosa mancanza della menzione del prestigiosissimo albergo a sei stelle su Aldebaran.
Certo, ci sono molte indicazioni di tipo paesaggistico, mete naturalistiche come l'Olympus Mons su Marte o gli spettacolari geyser al polo sud di Encelado, luna di Saturno, ma già fuori dal Sistema Solare le informazioni diventano improvvisamente generiche e poco approfondite.
Bellissime foto illustrano queste pagine, ma nel complesso si tratta di un libro per curiosi e per sognatori, non per veri astronavigatori. In conclusione vi sconsiglio questa guida, meglio piuttosto la Guida galattica per autostoppisti - quella vera, non lo spassoso romanzo che trovate anche qui al LAC - l'unico dettagliatissimo manuale in vendita nelle Migliori Librerie della Via Lattea TM, nessuna delle quali, ahimè, si trova sul pianeta terra.

Universo. Guida di viaggio
EDT, 2019
608 pagine

Tags
guida
guide
pagine
© Regiopress, All rights reserved