Carlo Chatrian
Culture
21.03.2017 - 17:170
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:18

Per il 70esimo il Festival chiede al pubblico di raccontare il proprio film della vita

«#movieofmylife nasce dal desiderio di condividere delle esperienze di cinema, delle storie – che sono poi il motivo per cui amiamo, chi alla follia chi con più ragione, il cinema – dando la parola a tutti: al pubblico, agli amanti del cinema, ma anche a quelli che al cinema ci vanno di rado, chiedendo di riassumere in un’istantanea la visione del film che più ci ha colpito, stravolto, toccato». 

Ecco, per il 70esimo anniversario il Festival del film Locarno invita al pubblico a condividere la sua passione è per il cinema. Come? Con un concorso digitale, cioè un “film” in cui raccontare il film che ci ha “cambiato la vita”, o almeno che ha avuto un effetto tangibile su di essa.

Come si legge nel comunicato del Festival, «si fare in qualunque lingua, con un semplice smartphone, tablet, oppure trovando soluzioni più originali»… Unico limite, il video non deve superare i 70 secondi. 

Tra i primi contributi quello del regista Dario Argento, del direttore del Festival Carlo Chatrian, di Marco Solari, degli ex direttori Marco Müller e Frédéric Maire e della produttrice Tiziana Soudani. Il concorso si apre oggi e proseguirà fino all'11 agosto sulla piattaforma www.movieofmylife.ch. Una selezione di filmati ritenuti più originali verrà proiettata in Piazza Grande durante il Festival. 

© Regiopress, All rights reserved