Svizzera

Ieri, 23:142017-03-22 23:14:49
@laRegione

La stazione di Lucerna rimane chiusa 

A seguito del deragliamento del treno ETR 610 di Trenitalia, la stazione di Lucerna rimane bloccata almeno fino alle 12 di domani, in mattinata le Ferrovie faranno sapere...

A seguito del deragliamento del treno ETR 610 di Trenitalia, la stazione di Lucerna rimane bloccata almeno fino alle 12 di domani, in mattinata le Ferrovie faranno sapere ulteriori novità. Nell'incidente sono rimaste ferite sette persone. 

Ieri, 22:462017-03-22 22:46:01
@laRegione

Schwarzenbach invia quattro quadri a Locarno

Urs Schwarzenbach, proprietario dell’hotel zurighese Dolder Grand e collezionista d’arte, ha inviato in Ticino quattro quadri che si trovavano nella sua villa Falkenstein...

Urs Schwarzenbach, proprietario dell’hotel zurighese Dolder Grand e collezionista d’arte, ha inviato in Ticino quattro quadri che si trovavano nella sua villa Falkenstein a Zurigo. Le opere saranno esposte in una mostra a Locarno. All’inizio di marzo si era appreso che l’Amministrazione federale delle dogane per cercare di recuperare 11 milioni di franchi di IVA non pagata, è entrata al Dolder Grand e aveva sequestrato diverse opere d’arte di proprietà del miliardario. Le perquisizioni sono collegate a diversi procedimenti penali per sospette infrazioni alle leggi doganali.

I quattro quadri dell’artista Robert Indiana sono stati impacchettati e trasportati a Locarno, ha precisato il collezionista a TeleZüri e 20Minuten. Le dogane non sono a conoscenza del fatto. "Non le abbiamo informate", ha aggiunto. Per lui la cosa importante è che la mostra si faccia. Questa sera, presso l’Amministrazione federale delle dogane non è stato possibile raggiungere nessuno. Nei confronti di Urs E. Schwarzenbach (68 anni), che di recente ha deciso di ritrasferire il suo domicilio da Londra e Küsnacht (ZH), sono in corso dal 2012 inchieste per sospette importazioni illegali di opere d’arte. Dopo le prime perquisizioni, l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) rese noto alla fine del 2013 che al The Dolder Grand – l’hotel più lussuoso di Zurigo – erano esposte opere del valore di 75 milioni di franchi importate illegalmente.

Ieri, 18:472017-03-22 18:47:48
@laRegione

La Posta rinuncia al progetto in Vietnam

La Posta rinuncia al progetto di far verificare in Vietnam gli invii male indirizzati, nonostante il successo dei test effettuati. Un suo portavoce ha confermato una...

La Posta rinuncia al progetto di far verificare in Vietnam gli invii male indirizzati, nonostante il successo dei test effettuati. Un suo portavoce ha confermato una informazione anticipata oggi dal settimanale Handelszeitung, in edicola domani.

Il progetto del "gigante giallo" era stato rivelato all'inizio di luglio del 2016 da due domenicali e aveva provocato le ire di partiti e pubblico.

L'idea era di far verificare in Vietnam gli indirizzi non riconosciuti dagli scanner automatici nel centro di smistamento delle lettere di Zurigo-Mülligen, facendo risparmiare tempo ai postini. (ats)

Ieri, 15:542017-03-22 15:54:51
@laRegione

Il governo rilancia il Tarmed: previsti risparmi per 700 milioni  

Nuovo adeguamento per il tariffario medico (TARMED). La decisione del Consiglio federale è stata illustrata oggi durante una conferenza stampa...

Nuovo adeguamento per il tariffario medico (TARMED). La decisione del Consiglio federale è stata illustrata oggi durante una conferenza stampa a Berna da Alain Berset, capo del Dipartimento dell'interno (DFI). Le modifiche apportate dovrebbero permettere risparmi per circa 700 milioni di franchi l'anno.

L'intervento governativo si è reso necessario dopo che, negli scorsi sette anni, ospedali, medici e assicuratori non sono riusciti a trovare un accordo in materia. L'obbiettivo del Consiglio federale è che in futuro questi attori possano riuscire a gestire da soli i costi legati alla sanità. Le modifiche entreranno in vigore il primo gennaio 2018.

Con il TARMED in vigore al momento, introdotto nel 2004, l'esecutivo ritiene che numerose prestazioni siano sovrastimate, soprattutto nei settori caratterizzati da un utilizzo più marcato della tecnologia e in quelli più invasivi. Fra di questi vi sono ad esempio la radiologia, la gastroenterologia e la cardiologia. La medicina di base sarà invece uno degli ambiti meno colpiti dalle modifiche del precario. (ats)

Ieri, 15:172017-03-22 15:17:30
@laRegione

Il comitato dell'Uss: sì alla riforma 'Previdenza 2020'

I sindacati dovrebbero appoggiare il progetto di previdenza vecchiaia 2020 come emerso dalla Camere federali: il comitato direttivo dell'Unione sindacale...

I sindacati dovrebbero appoggiare il progetto di previdenza vecchiaia 2020 come emerso dalla Camere federali: il comitato direttivo dell'Unione sindacale svizzera (USS) raccomanda ai delegati della sua organizzazione che si riuniscono venerdì di approvare il testo su cui il popolo voterà il 24 settembre.

Per la maggioranza dei membri del comitato (21 a 2) il pacchetto di misure è positivo per i dipendenti, indica l'USS in un comunicato. Per la prima volta da 40 anni il livello delle rendite AVS sarà adattato all'evoluzione dei salari e al rincaro dei prezzi. Quanto al calo del tasso di conversione del secondo pilastro, esso viene compensato. Per il comitato di USS, l'aumento dell'età pensionabile delle donne a 65 anni rappresenta invece un passo indietro. (ats)
 

Ieri, 15:132017-03-22 15:13:03
@laRegione

Pedrina nel cda delle Ffs

L'ex consigliere nazionale socialista ticinese Fabio Pedrina sostituirà con ogni probabilità il collega di partito grigionese Andrea Hämmerle nel Consiglio d'amministrazione delle Ferrovie...

L'ex consigliere nazionale socialista ticinese Fabio Pedrina sostituirà con ogni probabilità il collega di partito grigionese Andrea Hämmerle nel Consiglio d'amministrazione delle Ferrovie federali svizzere quale nuovo rappresentante del personale. La nomina è prevista in occasione dell'assemblea generale delle FFS del 2 maggio 2017.

In una nota diramata oggi, le FFS scrivono che il Consiglio d'amministrazione accoglie "con favore" la proposta delle federazioni del personale.

Il 62enne "qualificato economista" - indica il comunicato - dirige il proprio studio di progettazione e architettura insieme a sua moglie, in Ticino. Noto soprattutto come presidente dell'Iniziativa delle Alpi, è stato consigliere nazionale dal 1999 al 2011, come rappresentante del Partito socialista. Pedrina è sposato, ha tre figli e vive ad Airolo. (ats)

Ieri, 12:342017-03-22 12:34:26
@laRegione

Tablet off limits sugli aerei? La Svizzera (per ora) dice no

La Svizzera non seguirà le orme degli Stati Uniti e del Regno Unito vietando di portare in cabina di determinati aerei computer portatili e tablet per...

La Svizzera non seguirà le orme degli Stati Uniti e del Regno Unito vietando di portare in cabina di determinati aerei computer portatili e tablet per prevenire gli atti terroristici. L'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) ha deciso, almeno per il momento, di non applicare questa misura.

Washington ha addotto un rischio di attentato per vietare in cabina gli apparecchi elettronici che superano le dimensioni di un cellulare - macchine fotografiche comprese - su una cinquantina di voli quotidiani di nove compagnie aeree provenienti da alcuni Paesi arabi e dalla Turchia. Tali apparecchi possono viaggiare solo nel bagaglio in stiva. Misure simili sono state adottate anche da Londra.

L'UFAC, che ha tenuto una riunione urgente questa mattina, ha deciso di sorvegliare la situazione internazionale e di restare in contatto con i due Paesi anglosassoni. Analizzerà anche regolarmente le raccomandazioni dei suoi esperti rispetto a una eventuale minaccia terroristica. (ats)

Ieri, 12:012017-03-22 12:01:05
@laRegione

Il Tf: pene troppo alte per due sostenitori dell'Isis

Il Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona dovrà ridurre le pene inflitte il 18 marzo 2016 a due iracheni, condannati a quattro anni e otto mesi di...

Il Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona dovrà ridurre le pene inflitte il 18 marzo 2016 a due iracheni, condannati a quattro anni e otto mesi di carcere per partecipazione a un'organizzazione criminale, nella fattispecie il sedicente Stato islamico (Isis). Lo stabilisce il Tribunale federale, in una sentenza pubblicata oggi.

La suprema corte di Losanna conferma le condanne per il reato in questione, ritenendo che quali membri dell'Isis i due iracheni, imputati principali nel processo, siano effettivamente stati attivi per conto di questa organizzazione terroristica sviluppatasi in Iraq e Siria. Sulla questione della colpevolezza essa respinge dunque il loro ricorso.

Riguardo all'ammontare delle pene, invece, il TF dà ragione ai due iracheni e ordina tuttavia ai giudici di Bellinzona di emettere una nuova decisione. "Il Tribunale penale federale ha calcolato la pena massima possibile in modo non corretto", si spiega in un comunicato stampa che accompagna la sentenza.

Inoltre - afferma il TF - la Corte penale del TPF "ha considerato a torto, come fattore aggravante, che i due uomini avevano 'abusato dell'ospitalità della Svizzera'". Infatti - argomentano i giudici di Mon Repos - "la disposizione litigiosa (quella del Codice penale sull'organizzazione criminale, ndr) non distingue tra autore straniero e autore svizzero". Dunque - concludono - "in modo generale, i considerandi dell'autorità precedente non bastano in alcuno dei due casi per giustificare le pene particolarmente alte pronunciate". (ats)

21.3.2017, 15:212017-03-21 15:21:29
@laRegione

Alptransit, bici a bordo solo su prenotazione e contingentate

A causa dell’importante domanda, a partire da oggi e fino al 29 ottobre, su tutti i treni IC e ICN che transitano attraverso la galleria di base del...

A causa dell’importante domanda, a partire da oggi e fino al 29 ottobre, su tutti i treni IC e ICN che transitano attraverso la galleria di base del San Gottardo, sarà necessaria la prenotazione per chi vuole viaggiare portando con sé la bicicletta.

La tassa per la prenotazione ammonta a 5 franchi, cui si aggiunge il costo del biglietto per bici (carta giorno bici o pass bici), si legge in un comunicato odierno delle Ffs. Le Ferrovie consigliano di prendere in considerazione anche l’eventualità di viaggiare lungo la linea di montagna, per cui non vi è alcun obbligo di prenotazione.

21.3.2017, 10:582017-03-21 10:58:09
@laRegione

Il Tcs: auto senza chiave in balia dei ladri

Un anno fa, il Touring club svizzero (Tcs) assieme all’Adac hanno svolto un test su 24auto dotate di “keyless” (senza chiave) dimostrando che questo sistema è...

Un anno fa, il Touring club svizzero (Tcs) assieme all’Adac hanno svolto un test su 24
auto dotate di “keyless” (senza chiave) dimostrando che questo sistema è alquanto
vulnerabile. Lo precisa lo stesso Tcs in una nota. Nello spazio di pochi secondi, automobili chiuse correttamente sono state aperte e messe in moto. Il Tcs ha esaminato altri 76 modelli  e anche in questo caso è stato facile aprire le auto e farle partire. La Spf di Zurigo – si aggiunge – ha sviluppato una tecnica, pronta per la commercializzazione, che evita questi inconvenienti. Il Tcs invita dunque i costruttori a migliorare la protezione antifurto delle auto munite di “Keyless”, aggiungendo all’origine, per esempio, una pulce elettronica con temporizzatore. La Spf di Zurigo ha sviluppato un simile sistema e grazie a una programmazione intelligente, il veicolo
riconosce l’eventuale deviazione del segnale della chiave, bloccandone l’apertura.

21.3.2017, 10:012017-03-21 10:01:08
@laRegione

Ffs, 2016 positivo. Aumento della puntualità, anche se sul Gottardo 'c'è da fare'

Risultati record per le Ffs nel 2016. Le Ferrovie federali hanno trasportato 1,25 milioni di passeggeri in tutta la Svizzera...

Risultati record per le Ffs nel 2016. Le Ferrovie federali hanno trasportato 1,25 milioni di passeggeri in tutta la Svizzera e il traffico merci ha fatto registrare ottimi risultati. Lo comunicano le stesse Ferrovie in una nota. Al quadro positivo contribuiscono le cifre economiche d'esercizio. Il risultato consolidato ha toccato 381 milioni – più 135 – grazie soprattutto alla vendita di immobili, al migliore risultato finanziario e alla ripresa nel traffico merci. Diminuito invece il risultato operativo.

I più puntuali d'Europa, anche se...

Con l'88,8 percento di passeggeri arrivati puntuali a destinazione (ovvero con meno di tre minuti di ritardo) le Ffs sono le ferrovie più puntuali d'Europa sulla rete a traffico misto. Il valore registrato nel 2016 è quello più alto degli ultimi cinque anni, superato solo dal 2011 (89,8%).

AlpTransit sembra abbia migliorato la puntualità anche sull'asse nord-sud del San Gottardo, "sebbene siano ancora necessari ulteriori interventi, soprattutto nell'ambito del traffico transfrontaliero con l'Italia e del materiale rotabile". 

Soddisfatti i clienti per pulizia e posti, un po' meno per il prezzo

I passeggeri si sono dimostrati soddisfatti nel 75 per cento dei casi. "I clienti – scrivono le Ferrovie –  hanno espresso maggiore soddisfazione in termini di pulizia e offerta di posti, mentre sono stati più critici sul rapporto prezzo/prestazioni. Ciò evidenzia la necessità che le Ffs continuino a impegnarsi a mantenere i prezzi almeno stabili".

Cresce l'indebitamento

Dal punto di vista economico "il free cash flow si è attestato a -540 milioni (2015: -523 milioni). L'indebitamento netto soggetto a interessi è salito a 8'796 milioni (2015: 8'252 milioni). Il grado di copertura dei debiti, vale a dire l'indebitamento netto soggetto a interessi rispetto all'Ebitda, è aumentato a 7,3 (2015: 6,9). Una situazione determinata da fattori straordinari, quali la stabilizzazione della Cassa pensioni e prestazioni supplementari nella manutenzione della rete". 

"Le controprestazioni di Confederazione e Cantoni per l'esercizio e la manutenzione dell'infrastruttura, gli ampliamenti e il traffico regionale ordinato sono aumentati del
7,7 percento portandosi a 2'466 milioni. Un incremento dovuto principalmente ai maggiori costi di manutenzione ed esercizio, nei quali rientrano anche la presa in consegna della galleria di base del San Gottardo e la messa in esercizio del passante di Zurigo (+9,9 percento). Ciò dimostra quanto siano forti le ripercussioni finanziarie generate dai costi degli interventi di ampliamento infrastrutturale. Per attenuare il conseguente incremento dei costi globali del sistema, le FFS stanno attuando il programma 'RailFit20/30' che entro il 2020 ridurrà i costi di 1,2 miliardi rispetto al 2014".

L'organico "è rimasto praticamente invariat: il numero di posti a tempo pieno è aumentato di 37 unità raggiungendo quota 33'119".

20.3.2017, 20:192017-03-20 20:19:16
@laRegione

Vitalizio annuale da 80 mila franchi per Oskar Freysinger

Oskar Freysinger riceverà una pensione di circa 80mila franchi dopo la non rielezione nel Consiglio di Stato vallesano domenica scorsa. L’esponente dell’...

Oskar Freysinger riceverà una pensione di circa 80mila franchi dopo la non rielezione nel Consiglio di Stato vallesano domenica scorsa. L’esponente dell’Udc beneficia ancora del vecchio regolamento sulle rendite degli ex ministri cantonali.

Il consigliere di Stato uscente riceverà una rendita a vita equivalente al 40% del salario annuale assicurato, ha indicato stasera all’ats André Mudry, portavoce del governo vallesano, confermando una informazione del giornale locale Le Nouvelliste online. Se fosse rimasto in governo per 12 anni, il periodo massimo consentito avrebbe ricevuto il 60%.

Essendo stato eletto prima dell’entrata in vigore della nuova regolamentazione nel 2015, Freysinger approfitta ancora delle vecchie condizioni. I nuovi consiglieri di Stato (Frédéric Favre, Roberto Schmidt e Christophe Darbellay) riceveranno uno stipendio superiore del 25% a quello attuale, ossia 300mila franchi. La rendita a vita sarà per loro invece soppressa, sostituita da un meccanismo ordinario di cassa pensione.

Oskar Freysinger è arrivato sesto domenica al secondo turno dell’elezione per il rinnovo del governo. Il popolo vallesano gli ha preferito Frédéric Favre del PLR. Il nuovo Consiglio di Stato entrerà in carica il primo aprile.

20.3.2017, 18:122017-03-20 18:12:08
@laRegione

I presidenti liberali radicali dicono no alla riforma Previdenza 2020

I presidenti delle sezioni cantonali del Plr hanno deciso all’unanimità di combattere la riforma del sistema pensionistico Previdenza 2020....

I presidenti delle sezioni cantonali del Plr hanno deciso all’unanimità di combattere la riforma del sistema pensionistico Previdenza 2020.

Essi ritengono che il progetto non sia né sociale né equo per il moderno mondo del lavoro e che non assicurino il sistema a lungo termine.

I presidenti dei partiti cantonali, riunitisi oggi, consigliano quindi all’assemblea dei delegati di respingere il progetto. I rappresentanti della base del Plr si riuniranno il prossimo 24 giugno.

Il progetto è stato definitivamente approvato venerdì dal Parlamento. I cittadini saranno chiamati a votare sulla riforma pensionistica il 24 di settembre.

Il testo, la cui prima bozza risale al 2013, è stato pensato per far fronte all’invecchiamento della popolazione e all’aumento della speranza di vita. La soluzione adottata dal Parlamento permette di garantire il finanziamento del Primo e del Secondo Pilastro fino al 2030.

20.3.2017, 14:592017-03-20 14:59:04
@laRegione

I premi malattia raddoppieranno entro i prossimi due decenni

Nel settore della sanità vengono spesi in Svizzera quasi 70 miliardi di franchi all’anno, ossia l’11% di tutte le prestazioni economiche. Secondo il...

Nel settore della sanità vengono spesi in Svizzera quasi 70 miliardi di franchi all’anno, ossia l’11% di tutte le prestazioni economiche. Secondo il Credit Suisse, questo tasso salirà fino al 15% nel 2040. I premi delle casse malattia saranno allora quasi raddoppiati.

Nella nuova edizione del "Monitor Svizzera", gli economisti della grande banca prevedono una crescita annua di oltre il 3% dei costi della sanità.

Il premio mensile medio per l’assicurazione malattia obbligatoria dovrebbe così passare dai 274 franchi del 2015 a 517 franchi nel 2040. Al netto dell’inflazione, ciò equivale a un incremento del 44%.

La spesa per la salute in Svizzera è aumentata di almeno un terzo nel giro di dieci anni. Secondo gli autori dello studio, ciò non è dovuto principalmente all’invecchiamento demografico, ma al progresso della medicina, al maggior consumo individuale e a un sistema di incentivi errati.

Forte crescita del fabbisogno di personale

Oltre a costare sempre di più, il sistema sanitario svizzero offre tuttavia anche un importante contributo all’occupazione e al benessere del Paese. Attualmente un lavoratore su 10 è impiegato in questo settore.

Gli economisti del Credit Suisse prevedono che entro il 2040 verranno creati 185’000 posti di lavoro supplementari, con una crescita di circa il 50% rispetto agli attuali 360’000 occupati.

 

19.3.2017, 16:162017-03-19 16:16:57
@laRegione

Tensioni a Zurigo per i 100 anni dell'Udc

Situazione tesa oggi pomeriggio nei pressi del Kongresshaus di Zurigo: mentre all’interno dell’edificio l’Udc zurighese festeggiava i suoi 100 anni, all’esterno un imponente...

Situazione tesa oggi pomeriggio nei pressi del Kongresshaus di Zurigo: mentre all’interno dell’edificio l’Udc zurighese festeggiava i suoi 100 anni, all’esterno un imponente dispositivo di polizia ha bloccato un gruppo di autonomi intenzionati a rovinare la festa.

Le forze dell’ordine hanno bloccato i manifestanti con auto e idranti impedendo loro di avvicinarsi al Kongresshaus. La zona sulla riva del lago è stata transennata e tutte le persone sospette vengono controllate. I dimostranti vengono sorvegliati anche con un elicottero.

Gli autonomi avevano già preannunciato da settimane l’intenzione di perturbare i festeggiamenti dell’Udc zurighese. Per questo la polizia ha messo a punto un imponente dispositivo di sicurezza.

Ieri sera il Kongresshaus era stato evacuato a causa di un odore nauseabondo spigionato da una sostanza chimica depositata da ignoti. I responsabili non sono stati identificati, ma poco dopo l’incidente una rivendicazione è stata pubblicata sul sito Indymedia vicino agli autonomi di estrema sinistra.