Spettacoli

Ieri, 20:202017-08-20 20:20:01
@laRegione

È morto Jerry Lewis

Jerry Lewis è morto oggi, a novantun anni, nella sua casa di Las Vegas, dove viveva con la seconda moglie, la ballerina Sandee Pitnick. Lo riporta la Bbc. Una lunga carriera, quella dell'amato...

Jerry Lewis è morto oggi, a novantun anni, nella sua casa di Las Vegas, dove viveva con la seconda moglie, la ballerina Sandee Pitnick. Lo riporta la Bbc. Una lunga carriera, quella dell'amato Picchiatello, e una lunga vita sfortunata per i non pochi guai dati da una slaute precaria. Il suo umorismo conquistava tutti.

6.8.2017, 10:352017-08-06 10:35:17
@laRegione

È morto Bruno Canfora, autore de 'Il ballo del mattone' e 'Da-da-um-pa'

Il maestro Bruno Canfora, direttore d’orchestra e personaggio di grandi spettacoli tv degli anni Sessanta, è morto a 92 anni nella sua...

Il maestro Bruno Canfora, direttore d’orchestra e personaggio di grandi spettacoli tv degli anni Sessanta, è morto a 92 anni nella sua villa nei pressi di Perugia. A dare la notizia il figlio Daniele. I funerali religiosi si sono svolti in forma privata nella stessa residenza del maestro, in località Piegaro. Canfora è stato tumulato nel cimitero locale.

Oltre che celebre direttore di orchestra, Bruno Canfora è stato compositore e arrangiatore di tanti brani e sigle di programmi tv entrati nella storia della musica italiana. Sue, tra le tante, "Da-da-um-pa" e "La notte è piccola per noi" per le gemelle Kessler; "Il ballo del mattone" e "Il geghegè" per Rita Pavone; "Stasera mi butto" per Rocky Roberts; "La vita" per Shirley Bassey; "Vorrei che fosse amore", "Sono come tu mi vuoi", per Mina, che accompagnò in una tournèe in Giappone. Con l'orchestra della Rai fu protagonista di programmi cult come "Studio Uno" e "Canzonissima", dall'edizione del 1959 con Nino Manfredi, Paolo Panelli e Delia Scala. Canfora aveva lasciato il mondo dello spettacolo nel 1995. L'ultima sua partecipazione fu a "Papaveri e Pavere" con Pippo Baudo e Giancarlo Magalli. "Da allora è rimasto dietro le quinte - dice il figlio Daniele, anch'egli musicista - ma non ha mai abbandonato la musica: è stato molto vicino all'orchestra della Rai, di cui è sempre stato un punto di riferimento, e ha curato fino a dieci anni fa gli arrangiamenti dei brani di alcuni musicisti". (ats/Ansa).

31.7.2017, 10:512017-07-31 10:51:47
Guido Grilli @laRegione

I Gipsy King fermano la pioggia e coronano Castle On Air nel travolgente ritmo di Bamboleo e Volare

Arrivano i Gipsy King e si ferma la pioggia. Domenica sera a Bellinzona, tra l’incertezza di un ventilato...

Arrivano i Gipsy King e si ferma la pioggia. Domenica sera a Bellinzona, tra l’incertezza di un ventilato annullamento del concerto e un ritardo di un’ora sul programma, hanno infine trionfato la musica, la magica atmosfera gitana e la rumba catalana, in chiusura della quarta edizione di Castle On Air. Non tutto ha funzionato al meglio dal profilo acustico, ma sono bastati i grandi successi della storica band di origine andalusa in viaggio nel loro tour mondiale per surriscaldare il pubblico convenuto nella splendida cornice della corte interna del Castelgrande. Bamboleo, Djobi Djoba, testi ormai entrati nell’universo musicale di chiunque ami la musica, fino all’originalità di versioni cover di Volare o Hotel California degli Eagles, sono state le proposte salienti della serata. L’ampia e affiatata formazione – una decina di elementi, con in prima linea Nicolas e Mario Reyes, geni della chitarra acustica e voci portanti della longeva band – ha offerto ritmi travolgenti, tra l’imponenza e la raffinatezza degli strumenti a corda, fisarmonica, tastiere e soprattutto percussioni e batteria, spingendo molti del pubblico ad abbandonarsi al ballo e alla spensieratezza. La carovana dei Gipsy King ha lasciato una buona, seppur breve scia di sonorità nell’incantevole notte bellinzonese per poi ripartire alla volta della Spagna, a Marbella, perché la musica rimane un sogno.  

27.7.2017, 19:252017-07-27 19:25:29
@laRegione

England Lost: Mick Jagger canta la Brexit (video)

Ha aspettato che si concludessero i festeggiamenti del suo 74º compleanno per tornare con una zampata solista politica e rock: così Mick Jagger ha sorpreso tutti...

Ha aspettato che si concludessero i festeggiamenti del suo 74º compleanno per tornare con una zampata solista politica e rock: così Mick Jagger ha sorpreso tutti pubblicando oggi i singoli 'England Lost' e 'Gotta Get A Grip', primo progetto discografico solista per il frontman dei Rolling Stones da 'Goddess in the Doorway' del 2001.

"Ho iniziato a scrivere i due brani ad aprile, e ho voluto che fossero pubblicati subito – ha dichiarato Jagger in una nota – Non volevo che perdessero il loro impatto intrinseco". Le due 'instant song' sono infatti la risposta ironica e salace a quella che la rockstar inglese definisce "l'epoca di confusione e frustrazione che stiamo vivendo", un ritratto satirico in particolare del Regno Unito post-Brexit, risultato "dell'ansia e la consapevolezza di non conoscere il cambiamento politico in atto".

Così in 'England Lost' ('L'Inghilterra ha perso') l'immagine di una partita di calcio è allegoria di un Paese smarrito: "Parla della consapevolezza di vivere un momento molto difficile della nostra storia, di non sapere dove ci troviamo e della sensazione di insicurezza. Ovviamente le parole sono scandite da una grande quantità di umorismo, tuttavia non manca il senso di vulnerabilità caratteristico della nostra situazione come nazione". Una nazione che pare intrappolata in se stessa: "Avevo una ragazza a Lisbona e una a Roma, ora dovrò starmene a casa, calare le serrande e sprangare le porte - recita il testo - Londra sarà come Singapore, ma non altrettanto calda".

In 'Gotta Get A Grip' lo sguardo è allargato a un mondo "sottosopra, guidato da lunatici e pagliacci" in cui "nessuno dice la verità e a governare è una gabbia di matti". Si menzionano la corruzione e l'immigrazione ("I migranti arrivano in massa, i rifugiati fanno innervosire. Controlliamoli, teniamoli fuori. Intellettuali, tappate la bocca"), si citano Isis e fake news e le presunte soluzioni come agopuntura, religione o piacere sessuale, accomunate non senza ironia. Il messaggio però è di riscatto: "Nonostante tutto quello che sta succedendo devi prendere in mano la tua vita, essere te stesso e cercare di creare il tuo destino - spiega Jagger - Abbiamo chiaramente innumerevoli problemi. Quindi sono politicamente ottimista? No".

Per scrittura e produzione Jagger ha collaborato con Matt Clifford, già al suo fianco nel 2001, con il quale è emersa l'identità spiccatamente rock del cantautore, più vicina al sound degli Stones che non alle avventure plastic soul degli anni '80, alle collaborazioni con i Jackson o will.i.am o alle ballate dell'ultimo album. Se i due singoli, pubblicati in un 'doppio Lato A' in vinile e CD, mostrano i riff elettrici e l'armonica di un blues rock quasi zeppeliniano, l'edizione 'Reimagined' in digitale e streaming svela altri lati grazie a 5 versioni alternative: 'England Lost' riproposta con il rapper e fenomeno del grime londinese Skepta, avvistato in studio con Jagger nelle scorse settimane; e 4 remix di 'Gotta Get A Grip', firmati da dj house come i Seeb e Alok, da Matt Clifford e da Kevin Parker, leader della band psichedelica australiana Tame Impala.

16.7.2017, 09:532017-07-16 09:53:55
@laRegione

Zucchero ha fatto tremare Piazza Grande

Dopo il concerto d'apertura – venerdì sera con Macklemore & Ryan Lewis e J-Ax & Fedez – della 14esima edizione di Moon&Stars, ieri sera il pubblico è accorso...

Dopo il concerto d'apertura – venerdì sera con Macklemore & Ryan Lewis e J-Ax & Fedez – della 14esima edizione di Moon&Stars, ieri sera il pubblico è accorso numeroso per ascoltare i successi di Zucchero. Un concerto molto atteso dagli affezionati della manifestazione locarnese, basti pensare che ha fatto registrare il tutto esaurito già nei giorni precedenti all'appuntamento. Ecco qualche immagine dello show adrenalinico di Zucchero Fornaciari.

16.7.2017, 09:362017-07-16 09:36:10
@laRegione

In 24mila al concerto bernese di Céline Dion

Serata di successo, sabato sera, per la cantante pop canadene Céline Dion esibitasi sul palco dello Stade de Suisse a Berna. In 24mila l'hanno acclamata durante il...

Serata di successo, sabato sera, per la cantante pop canadene Céline Dion esibitasi sul palco dello Stade de Suisse a Berna. In 24mila l'hanno acclamata durante il concerto sold out in cui ha proposto per circa due ore i suoi più grandi successi. Con oltre 250 milioni di album venduti, Céline Dion è una delle cantanti pop di maggior successo di sempre, fin dalla vittoria nel 1988 dell'Eurovision Song Contest per la Svizzera. A Berna non sono mancate le hit "The power of love" e "I'm alive", così come "Dans un autre monde", "Pour que tu m'aimes encore" e l'intramontabile "My heart will go on".

2.7.2017, 10:512017-07-02 10:51:02
@laRegione

Al concerto di Vasco in 84 al pronto soccorso

Dalla mattina di sabato alle 8.30 di oggi sono stati 84 i pazienti giunti ai Pronto soccorso dell'azienda ospedaliero-universitaria di Modena. Di questi, 33 sono stati...

Dalla mattina di sabato alle 8.30 di oggi sono stati 84 i pazienti giunti ai Pronto soccorso dell'azienda ospedaliero-universitaria di Modena. Di questi, 33 sono stati inviati dai punti medici avanzati all'interno del concerto di Vasco Rossi (che hanno visitato circa 1'830 persone), 51 sono giunti direttamente in ospedale con i mezzi di soccorso dall'area circostante all'evento. Di questi 6 sono ancor in osservazione, 3 sono stati ricoverati, 75 sono già stati dimessi. Si è trattato soprattutto di qualche ubriaco, di alcune fratture subite durante partite di calcetto o pallavolo, pochi i problemi legati al caldo: qualcuno ha lamentato difficoltà respiratorie.
Il caso più grave registrato nella due giorni del Modena Park è quello di un 40enne romano che, alle 6 della mattina di sabato, ha accusato un arresto cardiaco in un camper ed è deceduto all'Ospedale di Baggiovara. L'evento è però accaduto molte ore prima del concerto, fuori ma vicino all'area dove si è svolto lo spettacolo.

2.7.2017, 08:292017-07-02 08:29:53
@laRegione

De Gregori torna a Lugano

Passa anche da Lugano il tour europeo del cantautore romano Francesco De Gregori, che il prossimo 25 ottobre al Palazzo dei Congressi porterà in scena tutti i più grandi successi della sua...

Passa anche da Lugano il tour europeo del cantautore romano Francesco De Gregori, che il prossimo 25 ottobre al Palazzo dei Congressi porterà in scena tutti i più grandi successi della sua straordinaria carriera. Non mancheranno anche i brani dell’ultimo disco di Platino “De Gregori canta Bob Dylan – Amore e Furto”.

La prevendita è già aperta. I biglietti sono acquistabili su ticketcorner oppure nei punti vendita: Posta, Manor, Coop City, FFS e Biglietteria LAC.

Informazioni: gcevents.ch

2.7.2017, 08:112017-07-02 08:11:26
@laRegione

Vasco Rossi nella storia: oltre 220mila persone a Modena - Guarda la #photogallery

Oltre 220mila persone hanno affollato ieri sera il Modena Park per assistere al concerto di Vasco Rossi. Il rocker ha...

Oltre 220mila persone hanno affollato ieri sera il Modena Park per assistere al concerto di Vasco Rossi. Il rocker ha festeggiato i 40 anni di carriera davanti a quella che è diventata da ieri sera la platea più affollata di sempre, stabilendo il record mondiale per un concerto di un cantante singolo con biglietto a pagamento. Oltre tre ore di musica attraverso i suoi più grandi successi, aperti con 'Colpa d'Alfredo'. “Questo - ha detto il Komandante dal palco - è un concerto contro la paura”.

13.6.2017, 13:192017-06-13 13:19:19
@laRegione

Nozze segrete per Laetitia Casta

Gli attori francesi Laetitia Casta e Louis Garrel sono convolati a nozze... segrete. Lo scoop è del settimanale italiano 'Chi'. Palcoscenico del matrimonio un paesino della Corsica,...

Gli attori francesi Laetitia Casta e Louis Garrel sono convolati a nozze... segrete. Lo scoop è del settimanale italiano 'Chi'. Palcoscenico del matrimonio un paesino della Corsica, Lumio, in cui l'attrice ha trascorso la sua infanzia. Anziché un cavallo bianco, la bella attrice, già ex di Stefano Accorsi, ha scelto un gommone con a bordo i tre figli avuti dalle precedenti relazioni con Accorsi e il regista Stéphane Sednaoui. Insieme a loro per la cerimonia tenutasi in spiaggia solo una quarantina di invitati.

13.6.2017, 12:372017-06-13 12:37:17
@laRegione

Con i colori di Bollywood si conclude OtherMovie

Una fiaba contemporanea, che al ritmo dei colori e della musica di Bollywood celebra la forza e la bellezza della multiculturalità. È la commedia “Babylon Sisters”...

Una fiaba contemporanea, che al ritmo dei colori e della musica di Bollywood celebra la forza e la bellezza della multiculturalità. È la commedia “Babylon Sisters” di Gigi Roccati, che sarà trasmessa stasera alle 20.30 al Cinestar di Lugano, nell'ambito del festival OtherMovie. Manifestazione che dopo otto giorni di proiezioni, conferenze e dibattiti sta volgendo al termine. Si terrà infatti domani l'ultima giornata, con la proclamazione delle migliori pellicole partecipanti al concorso ]guardo da vicino, che avverrà domani sera all'ArtHouse Lux di Massagno.

Sono undici i cortometraggi arrivati alla fase finale (su oltre 1'500 proposte): “Pampa” (di Martje Schreier, Germania), “Al di là del mare” (di Fabio Schifilliti, Italia), “Run(d) for freedom” (di Francesco Furiassi e Francesco Agostini, Italia), “Studio Pasolini” (di Pablo Jordan, Spagna), “The Photograph” (di Amin Toyouri, Canada), “La carta, il cavallo e gli uccelli” (di Zoran Tairovic, Serbia), “Whoever was using this bed” (di Andrew Kotatko, Australia), “Le goût du Saint Pierre” (di Amine El Mouetassim, Marocco), “Mare Nostrum” (di Maryam Rahimi, Italia/Iran), “Il mercante” (di Marina Polla De Luca, Italia) e “Protocollo umano” (di Massimiliano Piozzini, Svizzera). A giudicare la competizione sarà una giuria composta da: Victor Tognola, Andrea Gambetta, Mariana Bader, Arminio Sciolli e Gaston Dufuy.

A seguito dalla proclamazione del palmares, la chiusura della sesta edizione di OtherMovie è affidata alla musica di Marco Zappa e della sua band, che saluterà gli affezionati alla prossima edizione e sarà contemporaneamente l'ultima apertura del cinema di Massagno prima della pausa estiva.

13.6.2017, 08:402017-06-13 08:40:08
laRegione Ticino

Katy Perry 'nuda' per tre giorni

Tre giorni di vita esposti online. Sono quelli della pop star Katy Perry che ha presentato la sua ultima fatica discografica in una maniera del tutto inedita: 72 ore di diretta su...

Tre giorni di vita esposti online. Sono quelli della pop star Katy Perry che ha presentato la sua ultima fatica discografica in una maniera del tutto inedita: 72 ore di diretta su YouTube, da casa sua, con una sfilata di ospiti famosi, da Gordon Ramsay a Dita Von Teese. La cantante ü reduce dal concerto One Love Manchester. Risate, momenti di felicità, ma anche riflessione e lacrime, soprattutto quando ha confessato di aver pensato al suicidio.

12.6.2017, 09:062017-06-12 09:06:33
@laRegione

I Bumblebees vincono Palco ai Giovani 2017

Ha vinto il rock psichedelico dei Bumblebees a Palco ai Giovani. La 24esima edizione della manifestazione dedicata alla musica giovane si è conclusa ieri sera con la...

Ha vinto il rock psichedelico dei Bumblebees a Palco ai Giovani. La 24esima edizione della manifestazione dedicata alla musica giovane si è conclusa ieri sera con la proclamazione del podio. Al secondo posto il rap degli Step One e medaglia di bronzo per il rock melodico di F. Way. Giudicati da una giuria di esperti e dal pubblico – molto folto, complice il bel tempo –, i vincitori hanno surclassato sedici band in concorso.

8.6.2017, 18:132017-06-08 18:13:52
@laRegione

Torino si prepara per l'esibizione di Ariana Grande. Stadio blindato e ammesse solo borse trasparenti

Un rigido vademecum per garantire la sicurezza di un evento pop che, dopo la tragedia di Manchester e i...

Un rigido vademecum per garantire la sicurezza di un evento pop che, dopo la tragedia di Manchester e i fatti di piazza San Carlo, è diventato 'sorvegliato speciale'. Ariana Grande, che la scorsa settimana ha guidato un nutrito gruppo di star nell'evento simbolo 'One Love Manchester', è attesa sabato 17 giugno sul palco del Pala Alpitour, che oggi ha diffuso il Regolamento dell'impianto in occasione del concerto.

All'ingresso del palazzetto sono previsti controlli del personale in servizio, con la supervisione delle forze di polizia, anche con l'utilizzo di metal detector. Oltre una ventina i divieti per gli spettatori. Alle donne è concesso soltanto una piccola borsa, "purché trasparente". Banditi qualunque tipo di spray, dai deodoranti agli anti zanzara, le trombette da stadio e le bevande alcoliche di qualunque gradazione, peggio ancora se contenute in bottiglie di vetro, lattine, borracce di metallo o bottiglie di plastica superiori al mezzo litro o col tappo. Vietati - tra l'altro - anche i bastoni per selfie e treppiedi, penne e puntatori laser. No agli strumenti musicali, ipad, tablet e gopro, droni e apparecchi radiocomandati, tende e sacchi a pelo, bici, skate, pattini e overboard. Vietato infine "svolgere qualsiasi genere di attività commerciale che non sia stata preventivamente autorizzata, per iscritto, dalla società organizzatrice dell'evento".

7.6.2017, 21:102017-06-07 21:10:00
@laRegione

L’oscuro, e sexy, universo della Mummia

È il remake di un remake, la ‘Mummia’ di Alex Kurtzman con Tom Cruise, Sofia Boutella, Annabelle Wallis e Russell Crowe, e come tale non ci si può aspettare più di tanta...

È il remake di un remake, la ‘Mummia’ di Alex Kurtzman con Tom Cruise, Sofia Boutella, Annabelle Wallis e Russell Crowe, e come tale non ci si può aspettare più di tanta originalità: tutto inizia, ovviamente, con il ritrovamento di un antico sarcofago e con il suo trasporto in Occidente, assistiamo poi al risveglio della malvagia entità ivi rinchiusa e allo scontro finale con l’eroe.

Per la prima ora e mezza, le uniche novità degne di nota sono il coinvolgimento dei templari e il sesso dell’entità malvagia: una donna (che infatti perde quasi subito parte delle bende, ma questo è un altro discorso), la principessa Ahmanet (Boutella, unica interprete che semrbra aver preso sul serio il film proponendo più delle due espressioni standard fornite dagli altri attori), che per vendicare l’affronto di non essere più l’erede designata si allea con il dio Seth e uccide padre, matrigna e fratellastro:

Prima di concludere l’evocazione della malvagia divinità viene ovviamente fermata e “mummificata viva” in una tomba dove rimarrà finché il soldato (e spogliatore di tombe) statunitense Nick Morton (Cruise) non la risveglierà insieme alla bionda archeologa Jenny Halsey (Wallis).

Il film prosegue – in maniera più che gradevole, per gli amanti del genere – di cliché in cliché fino alla mezz’ora finale dove gli sceneggiatori decidono di mischiare le carte. Tralasciando, per non rovinare quella che forse è l’unica sorpresa del film, come l’eroe riesce a sconfiggere la mummia cattiva, abbiamo l’introduzione di una misteriosa organizzazione che si occupa di tenere sotto controllo il male, organizzazioneguidata dal dottor Jekyll (sì, quel dottor Jekyll) interpretato da Crowe. Un miscuglio di classici dell’horror che serve a introdurre il ‘Dark Universe’, nuovo universo cinematografico della Universal – insomma, una serie di film con temi e protagonisti comuni – dove nei prossimi anni incontreremo Van Helsing, il mostro di Frankenstein, l’uomo invisibile, il mostro della Laguna nera, il fantasma dell’opera e altri mostri ancora.
E forse il vero orrore è questo, vedere il cinema trasformarsi in una serie tv.

1.6.2017, 20:042017-06-01 20:04:31
Cristina Ferrari @laRegione

Una miss Universo per il video di 'Despacito'

Chi è la bellissima e sensuale ragazza protagonista del video più cliccato del momento? Attrice, modella, ex miss Universo, è Zuleyka Rivera la prescelta per il video di...

Chi è la bellissima e sensuale ragazza protagonista del video più cliccato del momento? Attrice, modella, ex miss Universo, è Zuleyka Rivera la prescelta per il video di “Despacito”, la hit di Luis Fonsi e Daddy Yankee da oltre un miliardo e 700 milioni di visualizzazioni su Youtube. Portoricana, classe 1987, 30 anni da compiere ad ottobre, nel 2006 è stata eletta prima reginetta di bellezza del suo Paese, poi Miss Universo. Ha debuttato nel 2007 come attrice nella telenovela “Dame Chocolate” in onda in Messico su Telemundo. Un corpo da urlo per un brano che spopolerà per tutta l'estate. Bikini compreso!

1.6.2017, 17:212017-06-01 17:21:02
laRegione Ticino

Il 'Fenomeno' Fabri Fibra al Conza di Lugano

Si aggiunge una nuova data al 'Fenomeno tour' di Fabri Fibra, il rapper Fabrizio Tarducci autore del tormentone 'Tranne te'. Il 10 novembre approderà, infatti, a Lugano...

Si aggiunge una nuova data al 'Fenomeno tour' di Fabri Fibra, il rapper Fabrizio Tarducci autore del tormentone 'Tranne te'. Il 10 novembre approderà, infatti, a Lugano al Padiglione Conza. 

31.5.2017, 21:502017-05-31 21:50:49
@laRegione

Wonder Woman, le ascelle di una guerriera

La cosa meno verosimile, nei fumettosi film di supereroi, non sono i superpoteri dei protagonisti e neppure i ridicolmente complicati piani dei cattivi, ma i personaggi...

La cosa meno verosimile, nei fumettosi film di supereroi, non sono i superpoteri dei protagonisti e neppure i ridicolmente complicati piani dei cattivi, ma i personaggi femminili. Per quanto ci si sforzi – ma in molti casi non ci si sforza neanche – alla fine si ricade sempre lì, nel cliché della dama in pericolo da salvare.

Non che sia semplice, fare un film autenticamente femminile: il variegato universo femminista è, appunto, variegato e tra seconda e terza ondata, le critiche di perpetuare la fallocrazia son sempre in agguato.
Vedi le polemiche per la foto a seno seminudo di Emma Watson, immediatamente accusata di antifemminismo, vedi la ‘tempesta d’odio’ scatenata dal nuovo Ghostbuster con cast al femminile. E vedi adesso le molte discussioni intorno al film di Wonder Woman, con la protagonista (interpretata dall’attrice Gal Gadot) criticata, in particolare, per non avere peli sulle ascelle – visibili in alcune scene del trailer, mentre solleva un carro armato –, adeguandosi agli oppressivi standard maschili di bellezza.

 

Grazie al cielo i produttori sono andati avanti, perché ‘Wonder Woman’ è un gran bel film (per gli appassionati dei fumettosi film di supereroi, beninteso). Il film ripercorre le origini della supereroina, già vista nel non esaltante ‘Batman v Superman’ e al quale, per fortuna, son destinati pochi accenni. Vediamo così la principessa delle amazzoni crescere, diventare un’abile guerriera e decidere di abbandonare il proprio popolo per combattere al fianco degli uomini – e dell’ufficiale Steve Trevor (Chris Pine) – durante la Prima guerra mondiale, affrontando alla fine l’atavico nemico di amazzoni e umanità.
Storia ben scritta, sceneggiatura solida, cast equilibrato, effetti speciali non esagerati e una regia (di Patty Jenkins) gradevole, forse un pochino troppo enfatica in alcuni momenti ma è pur sempre un fumettoso film di supereroi: l’epica ci sta tutta.
Esagerando a nostra volta un po', potremmo definirlo un film post-femminista (e vista la composizione “etnicamente corretta” del cast, comparse incluse, pure post-razziale), nel senso che dà oramai per acquisite le varie rivendicazioni sociali mettendo tutte le persone sullo stesso piano. Tranne il cattivo, che, come giustizia vuole, si becca un sacco di mazzate: è pur sempre un fumettoso film di supereroi.

30.5.2017, 19:142017-05-30 19:14:35
@laRegione

Un Estival allegro e divertente

«I giornalisti mi chiedono “come sarà questo Estival”, ma come si fa a riassumere in pochi secondi una...

«I giornalisti mi chiedono “come sarà questo Estival”, ma come si fa a riassumere in pochi secondi una ventina di proposte tra di loro completamente diverse?». Così quest’anno Jacky Marti si è preparato: «Questo sarà un Estival allegro, festoso e divertente» e, ovviamente, «all’insegna della musica di qualità».
Qualità che vuol dire sia mostri sacri e vecchie glorie, sia astri nascenti.

Iniziamo da questi ultimi, tra cui spicca la giovane bassista polacca che venerdì 30 luglio aprirà Estival a Mendrisio. Una scoperta persino per Jacky Marti che ne ignorava l'esistenza fino a un mese fa. Poi, come milioni di altre persone, ha visto sui social media il video della sua cover di Tears In Heaven e l'ha voluta a Estival:

Tra i grandi di Estival 2017 ci sono sicuramente i New Trolls (sempre a Mendrisio, ma il giorno dopo, sabato 1º luglio), il celebre gruppo rock progressivo italiano a Estival con la reunion Notte New Trolls:

Altro mostro sacro, il chitarrista Mike Stern, protagonista della seconda serata luganese venerdì 7 luglio, dopo il forzato forfait dell'anno scorso a causa di un infortunio:

Senza dimenticare Emir Kusturica che, tra un film e l'altro, canterà con la sua No Smoking Orchestra giovedì 6 luglio sempre a Lugano:


A Estival avremo poi Raphael Gualazzi, Bombino, Vinicio Capossela, l'Orchestra di Piazza Vittorio e molti altri.

23.5.2017, 17:422017-05-23 17:42:54
@laRegione

Lo spot svizzero di Roger Moore

Forse non tutti lo ricordano, ma un paio di anni fa Roger Moore, scomparso oggi, realizzò con l'attrice Melanie Winiger uno spot per un operatore telefonico svizzero:

...

Forse non tutti lo ricordano, ma un paio di anni fa Roger Moore, scomparso oggi, realizzò con l'attrice Melanie Winiger uno spot per un operatore telefonico svizzero:

https://twitter.com/Swisscom_it/status/568723977641664512