Ciclismo

20.10.2017, 18:272017-10-20 18:27:43
@laRegione

Centra l'ambulanza e muore a vent'anni

Finisce in tragedia il Giro della Nuova Caledonia. Interrotto alla vigilia dell'ultima tappa dopo il pauroso incidente in cui perde la vita il ventenne francese Mathieu Riebel,...

Finisce in tragedia il Giro della Nuova Caledonia. Interrotto alla vigilia dell'ultima tappa dopo il pauroso incidente in cui perde la vita il ventenne francese Mathieu Riebel, del team Bourget, dopo essersi scontrato con un'ambulanza. Coinvolto nello scontro anche il suo compagno di squadra Erwan Brenterch, che se l'è cavata con una gamba rotta.
Per il momento non è chiara la dinamica dell'incidente. A quanto sembra, Riebel avrebbe tagliato una curva durante una discesa, nel tentativo di recuperare ulteriori secondi dopo un problema meccanico che l'aveva tagliato fuori dal plotone. 

17.10.2017, 12:342017-10-17 12:34:20
@laRegione

Tour de France: ci sarà l'Alpe d'Huez

Svelato il percorso del Tour de France dell'anno prossimo. Spiccano una cronometro nella penultima tappa e l'arrivo a Roubaix, previsto nella nona tappa. Non mancherà nemmeno la...

Svelato il percorso del Tour de France dell'anno prossimo. Spiccano una cronometro nella penultima tappa e l'arrivo a Roubaix, previsto nella nona tappa. Non mancherà nemmeno la scalata del mitico Alpe d'Huez. Da notare inoltre che la 17esima tappa, nei Pirenei, sarà di appena 65 km, la più corta degli ultimi 47 anni.

7.10.2017, 16:462017-10-07 16:46:18
@laRegione

Vincenzo Nibali ha vinto il Gi...

Vincenzo Nibali ha vinto il Giro di Lombardia. Dietro all'italiano, che dopo l'edizione del 2015 vince per la seconda volta la celebre classica, si piazzano il francese Alaphilippe (a oltre 30'') e l'italiano Moscon.

Vincenzo Nibali ha vinto il Giro di Lombardia. Dietro all'italiano, che dopo l'edizione del 2015 vince per la seconda volta la celebre classica, si piazzano il francese Alaphilippe (a oltre 30'') e l'italiano Moscon.

1.10.2017, 19:302017-10-01 19:30:20
@laRegione

Riecco il doping meccanico. Beccato un cicloamatore

Un motorino nascosto nella bici. E il corridore, un dilettante, ha subito riconosciuto i fatti. È successo nei pressi di Périgueux, nel Sudovest della Francia, al...

Un motorino nascosto nella bici. E il corridore, un dilettante, ha subito riconosciuto i fatti. È successo nei pressi di Périgueux, nel Sudovest della Francia, al termine di un'operazione congiunta tra la magistratura, la Federazione ciclistica francese e l'Agenzia nazionale antidoping. «Abbiamo saputo che c'erano dei sospetti grazie all'intervento di un funzionario dell'antidoping», spiega il procuratore Jean-François Mailhes. Le voci raccontavano di un possibile imbroglio per mezzo di un sistema elettrico, presumibilmente un piccolo motore. Il ciclista, le cui generalità non sono state rivelate, è stato controllato all'arrivo, «e ha subito riconosciuto di aver fatto uso di tale sistema, che è illegale». Ora le autorità cercheranno di conoscere l'esatto ammontare dei premi ottenuti illegalmente dal corridore.
Si tratta del primo caso noto di doping meccanico scoperto in Francia. Il primo in assoluto risale ai Mondiali di ciclocross del gennaio del 2016, quando la belga Femke Van den Driessche venne trovata con le mani nel sacco. L'atleta era poi stata sospesa per dieci anni dall'Unione ciclistica internazionale

28.9.2017, 18:232017-09-28 18:23:21
@laRegione

'Pantani non fu ucciso'. Il caso è chiuso

Marco Pantani non fu ucciso. Lo stabilisce la Corte suprema di cassazione, ossia l'ultima istanza nell'ordinamento giuridico italiano, che dichiara inammissibile il ricorso...

Marco Pantani non fu ucciso. Lo stabilisce la Corte suprema di cassazione, ossia l'ultima istanza nell'ordinamento giuridico italiano, che dichiara inammissibile il ricorso della famiglia del campione di Cesenatico, chiudendo definitivamente il caso sulla sua morte dell'ex campione e spazzando via ogni ipotesi alternativa all'assunzione volontaria di una dose letale di cocaina e psicofarmaci. Nessun complotto, quindi. Nessun intervento estraneo nella stanza del residence Le Rose di Rimini, dove il corpo del ciclista fu trovato la sera di San Valentino del 2004. Era la tragica fine in solitudine di una superstar dello sport, di una carriera spezzata dal doping dopo aver scalato le vette d'Europa, raggiungendo l'apoteosi con la doppietta Giro-Tour nel 1998. Indagini, processi e accuse ne avevano fiaccato l'animo e la psiche, la droga lo aveva sconvolto, la depressione lo aveva portato a isolarsi e a detestare la bicicletta. Sulla sua morte scattarono subito indagini a cui venne data priorità assoluta e la squadra mobile di Rimini tre mesi dopo arrestò le persone ritenute responsabili di aver fornito a Pantani la cocaina dell'overdose letale. Seguirono i giudizi, con tre patteggiamenti e un'assoluzione in Cassazione. Ma non era abbastanza per i genitori di Marco. La mamma, Tonina, non ha abbandonato l'idea che qualcuno abbia assassinato il figlio. E così, a dieci anni dalla morte, affidandosi all'avvocato Antonio De Rensis ottenne la riapertura delle indagini sollevando una serie di dubbi e di questioni, seguita da forte risalto mediatico, ma anche dallo scetticismo di chi conosceva le carte processuali. La Procura riminese, dopo aver scandagliato a distanza di anni la scena, aver rivisitato tutti gli atti e disposto una nuova consulenza medico-legale, a settembre 2015 concluse che non c'erano misteri, e chiese l'archiviazione. Non era emerso neppure il nome di un possibile sospettato, diverso dalle persone già processate, né un ipotetico movente: Pantani è morto per un'azione prevalente di psicofarmaci, così da far pensare più a una condotta suicida, che ad un'overdose accidentale. L'omicidio «è un'ipotesi fantasiosa, una mera congettura» confermò il Gip Vinicio Cantarini, nell'archiviazione.
Il tentativo estremo della famiglia, ossia impugnare il provvedimento in Cassazione, si scontra adesso con una dichiarazione di inammissibilità, di cui ancora non si conoscono le motivazioni. Dopo che pure il secondo fronte aperto dalla famiglia a distanza di anni, con un esposto sull'ipotesi di un'intervento della Camorra al Giro d'Italia del 1999, un presunto complotto che avrebbe portato all'esclusione del Pirata nella tappa di Madonna di Campiglio, si era concluso nell'agosto dell'anno scorso con un'archiviazione, a Forlì. Soltanto ombre, rimaste tali per le indagini.

21.9.2017, 20:122017-09-21 20:12:52
@laRegione

Rocco Cattaneo alla testa dell'Uec

Eletto nella scorsa primavera alla vicepresidenza della Federazione europea di ciclismo (Uec), Rocco Cattaneo diventa presidente a interim della stessa associazione, basata a...

Eletto nella scorsa primavera alla vicepresidenza della Federazione europea di ciclismo (Uec), Rocco Cattaneo diventa presidente a interim della stessa associazione, basata a Losanna. Una decisione che fa seguito alla partenza del francese David Lappartient, il quale nel pomeriggio (con 37 voti favorevoli e 8 contrari) è diventato il successore di Brian Cookson sul trono dell'Unione ciclistica internazionale.
Cattaneo, 58 anni, in passato (dal 2005 al 2013) era stato membro della commissione per il ciclismo professionistico in seno alla stessa Uci, e rimarrà ai vertici della Federciclismo continentale fino alla data del prossimo congresso, che nel mese di marzo prossimo sarà chiamata a scegliere il nome del futuro presidente.

21.9.2017, 15:292017-09-21 15:29:18
@laRegione

Tour de France posticipato di una settimana

È stato pubblicato oggi il calendario del World Tour di ciclismo valido per il prossimo anno. La novità più importante è il posticipo inerente al Tour de France e alla...

È stato pubblicato oggi il calendario del World Tour di ciclismo valido per il prossimo anno. La novità più importante è il posticipo inerente al Tour de France e alla Vuelta di Spagna. Le due corse a tappe partiranno con una settimana di ritardo rispetto al solito. Questo al fine di non avere concomitanze con i Mondiali di calcio che si svolgeranno in Russia durante la prossima estate. Immutata invece la data del Tour de Suisse. Le corse previste sono nuovamente 37.

21.9.2017, 12:532017-09-21 12:53:22
@laRegione

Lappartient nuovo presidente dell'Uci

David Lappartient è stato eletto in qualità di nuovo presidente dell'Unione Ciclistica Internazionale. Il 44enne geometra, nativo di Pontivy, era finora il vicepresidente dell'...

David Lappartient è stato eletto in qualità di nuovo presidente dell'Unione Ciclistica Internazionale. Il 44enne geometra, nativo di Pontivy, era finora il vicepresidente dell'Uci.

Il francese ha sconfitto nettamente (37 voti contro 8) il britannico Brian Cookson, ormai ex presidente. Quest'ultimo era in carica da quattro anni alla testa dell'Uci. 

13.9.2017, 15:402017-09-13 15:40:45
@laRegione

Albasini trionfa in Italia

L'elvetico Michael Albasini ha vinto la Coppa Agostoni, una classica che si disputa in Brianza. Il 36enne si è imposto nettamente allo sprint dimostrando uno spunto a dir poco spumeggiante....

L'elvetico Michael Albasini ha vinto la Coppa Agostoni, una classica che si disputa in Brianza. Il 36enne si è imposto nettamente allo sprint dimostrando uno spunto a dir poco spumeggiante. Dietro allo svizzero hanno concluso gli italiani Canola e Gavazzi. Per Albasini si tratta della terza vittoria stagionale. 

10.9.2017, 20:212017-09-10 20:21:31
@laRegione

Chris Froome sempre più nella leggenda

Un 2017 da favola per Chris Froome! Il nativo di Nairobi, dopo il Tour conquistato in estate, ha in effetti vinto anche la Vuelta. Dietro a lui in classifica generale si sono...

Un 2017 da favola per Chris Froome! Il nativo di Nairobi, dopo il Tour conquistato in estate, ha in effetti vinto anche la Vuelta. Dietro a lui in classifica generale si sono piazzati l'italiano Nibali, staccato di oltre 2', e il russo Zakarin. L'ultima tappa, con arrivo a Madrid, è stata vinta allo sprint dall'italiano Matteo Trentin.

Per Froome, dopo tre secondi posti (2011, 2014, 2016), è il primo trionfo nel giro a tappe spagnolo. Il 32enne è inoltre il primo britannico a vincere la Vuelta. In totale l'atleta della Sky ha vinto così cinque volte uno dei grandi giri a tappe (quattro Tour e una Vuelta) e ha raggiunto nell'apposita classifica gli italiani Bartali, Gimondi e Binda. Froome è il terzo corridore che riesce a vincere Tour e Vuelta nello stesso anno: prima di lui l'impresa riuscì solo ai leggendari francesi Jacques Anquetil (1963) e Bernard Hinault (1978).

9.9.2017, 18:122017-09-09 18:12:50
@laRegione

Lo spagnolo Alberto Contador, ...

Lo spagnolo Alberto Contador, ormai a fine carriera, ha vinto la ventesima tappa della Vuelta. Chris Froome resta il leader e ormai ha in tasca la vittoria finale. Domani con arrivo a Madrid è in programma l'ultima tappa.

Lo spagnolo Alberto Contador, ormai a fine carriera, ha vinto la ventesima tappa della Vuelta. Chris Froome resta il leader e ormai ha in tasca la vittoria finale. Domani con arrivo a Madrid è in programma l'ultima tappa. 

9.9.2017, 13:212017-09-09 13:21:40
@laRegione

Nino Schurter Campione del mondo

Nino Schurter si conferma imbattibile e dopo aver dominato la Coppa del Mondo, vincendo tutte le prove in programma, si conferma sul gradino più alto del podio anche al Campionato del...

Nino Schurter si conferma imbattibile e dopo aver dominato la Coppa del Mondo, vincendo tutte le prove in programma, si conferma sul gradino più alto del podio anche al Campionato del mondo di Cross Country disputato oggi a Cairns (Australia). Per l’elvetico si tratta del sesto titolo iridato in carriera tra gli Elite, il terzo consecutivo. Da segnalare anche il bronzo conquistato da Thomas Litscher. Medaglie d'oro pure per Jolanda Neff nella gara femminile e Sina Frei fra le U23. Bronzo invece per Alessandra Keller. 

9.9.2017, 06:002017-09-09 06:00:00
Sebastiano Storelli @laRegione

Tour de Suisse 2018, sarà Bellinzona da ospitare la chiusura il 16 e 17 giugno

Anche nel 2018 il Ticino non rimarrà senza l’abituale razione di Tour de Suisse. Anzi, la corsa nazionale si concluderà al sud...

Anche nel 2018 il Ticino non rimarrà senza l’abituale razione di Tour de Suisse. Anzi, la corsa nazionale si concluderà al sud delle Alpi con una due giorni all’ombra di Castelli di Bellinzona. Lo ha confermato ieri il Municipio cittadino in un comunicato stampa. Un accordo in zona Cesarini, visto che la rinuncia al Ticino appariva certa dopo le risposte negative di Mendrisio (weekend finale), Biasca (tappa) e, nelle ultime settimane, Lugano... «A cambiare le carte in tavola – afferma Sergio Romaneschi, da anni organizzatore dell’arrivo del TdS nella Svizzera italiana – c’è stata la forzata rinuncia di San Gallo, in quanto gli organizzatori non potevano garantire che i lavori stradali in corso sarebbero stati completati prima di giugno 2018. San Gallo, dunque, accoglierà il weekend...

8.9.2017, 17:542017-09-08 17:54:40
@laRegione

Vuelta: Thomas De Gendt ha vin...

Vuelta: Thomas De Gendt ha vinto la 19esima tappa in quel di Gijon. Chris Froome resta al comando della classifica generale.

Vuelta: Thomas De Gendt ha vinto la 19esima tappa in quel di Gijon. Chris Froome resta al comando della classifica generale.

8.9.2017, 13:492017-09-08 13:49:57
@laRegione

Il Tour de Suisse finirà a Bellinzona

Il secondo weekend del Tour de Suisse del prossimo anno farà tappa in Ticino, il 16 e il 17 giugno 2018. Bellinzona organizzerà in effetti il gran finale dell’edizione 2018 del...

Il secondo weekend del Tour de Suisse del prossimo anno farà tappa in Ticino, il 16 e il 17 giugno 2018. Bellinzona organizzerà in effetti il gran finale dell’edizione 2018 del TdS.

Sarà una grande festa popolare. Il villaggio del Tour de Suisse troverà spazio nel centro storico della città e ospiterà numerose attrazioni per gli appassionati di ciclismo e non solo. Con il TdS giungeranno a Bellinzona i principali produttori internazionali di biciclette con i loro ultimi prodotti. Particolare attenzione verrà poi dedicata ai bambini e ai ragazzi e ai ciclisti amatori.

Con l’assegnazione a Bellinzona delle due tappe conclusive il percorso dell’edizione 2018 del Tour de Suisse è ora conosciuto. I dettagli delle singole tappe saranno divulgati come d’abitudine nel mese di febbraio.

VE 8.6                       Presentazione delle squadre, Frauenfeld (TG)

SA/DO 9/10.6           Prima e seconda tappa, Frauenfeld (TG)

LU 11.6                     Terza tappa Oberstammheim (ZH) – Gansingen (AG)

MA 12.6                    Quarta tappa Gansingen (AG) – Gstaad (BE)

ME 13.6                    Quinta tappa Gastaad (BE) – Leukerbad (VS)

GIO 14.6                   Sesta tappa Fiesch (VS) – Gommiswald (SG)

VE 15.6                     Settima tappa Eschenback/Atmännig (SG) – Arosa (GR)

SA/DO 16/17.6         Ottava e nona tappa Bellinzona (TI)

7.9.2017, 17:592017-09-07 17:59:17
@laRegione

Il belga Sander Armée  ha vint...

Il belga Sander Armée ha vinto la 18esima tappa della Vuelta. Chris Froome è sempre il leader della classifica generale.

Il belga Sander Armée  ha vinto la 18esima tappa della Vuelta. Chris Froome è sempre il leader della classifica generale. 

6.9.2017, 18:222017-09-06 18:22:15
@laRegione

Le difficoltà di Froome nell'inferno spagnolo

È un mercoledì difficile, quello di Chris Froome sull'asfalto della Vuelta, nella salita infernale di Los Machucos, dove l'austriaco Stefan Denifl (Acqua Blue) riesce a...

È un mercoledì difficile, quello di Chris Froome sull'asfalto della Vuelta, nella salita infernale di Los Machucos, dove l'austriaco Stefan Denifl (Acqua Blue) riesce a mettere tutti in fila, cogliendo un successo di prestigio. Distanziato sin dai primi metri dell'inedita ascesa finale – su un pendio con punte del 28%! –, la maglia rossa ha dovuto fare i conti con i primi segnali di debolezza dall'inizio della corsa, perdendo la quasi totalità dei 57'' accumulati su Vincenzo Nibali nella crono della vigilia. «Non è mai bello perdere secondi preziosi – ha detto Froome, che nella generale nei confronti di Nibali ora ha un margine di 1'16'' –, ma ci sono ancora tre giorni di montagne, e confido nel fatto che riusciremo a finire il lavoro».

5.9.2017, 18:162017-09-05 18:16:51
@laRegione

Chris Froome è sempre più il p...

Chris Froome è sempre più il padrone della Vuelta. Il britannico ha vinto la cronometro tra Circuito de Navarra e Logroño, valida per la 16esima tappa, e ha ora 1'58" di vantaggio sull'italiano Francesco Nibali,

Chris Froome è sempre più il padrone della Vuelta. Il britannico ha vinto la cronometro tra Circuito de Navarra e Logroño, valida per la 16esima tappa, e ha ora 1'58" di vantaggio sull'italiano Francesco Nibali,

3.9.2017, 17:452017-09-03 17:45:00
@laRegione

Il colombiano Miguel Angel Lop...

Il colombiano Miguel Angel Lopez ha vinto la 15esima tappa della Vuelta. Per lui è la seconda vittoria di tappa nell'edizione di quest'anno. Chris Froome mantiene la leadership davanti a Nibali, staccato ora di 1'01".

Il colombiano Miguel Angel Lopez ha vinto la 15esima tappa della Vuelta. Per lui è la seconda vittoria di tappa nell'edizione di quest'anno. Chris Froome mantiene la leadership davanti a Nibali, staccato ora di 1'01".

2.9.2017, 18:042017-09-02 18:04:42
@laRegione

Chris Froome resta il leader d...

Chris Froome resta il leader della Vuelta. A Sierra de la Pandera il polacco Rafal Majka ha vinto la 14esima tappa.

Chris Froome resta il leader della Vuelta. A Sierra de la Pandera il polacco Rafal Majka ha vinto la 14esima tappa.