diossido-di-cloro-contro-il-covid-la-procura-apre-un-incarto
Ti-Press
Ticino
21.01.2021 - 18:320
Aggiornamento : 19:34

Diossido di cloro contro il Covid? La Procura apre un incarto

Il Ministero pubblico avvia un procedimento relativo a un caso di somministrazione di sostanze illegali. In Canton San Gallo un uomo l'ha ingerito ed è stato male

Niente cure miracolose contro il Covid, anzi. In Ticino il Ministero pubblico ha aperto un incarto relativo a un caso di somministrazione di sostanze illegali, nella fattispecie il diossido di cloro. Ne dà notizia la Rsi. La precisazione delle autorità è che “gli accertamenti sono nati a seguito di una segnalazione e si sono tradotti anche in un intervento della polizia cantonale nei mesi scorsi”. Nel Canton San Gallo la sostanza è stata ingerita da una persona che aveva l'obiettivo, così facendo, di proteggersi dal coronavirus. Per contrastare l'uso di queste sostanze come forma preventiva già nel mese di settembre era intervenuta Swissmedic, ricordandone l'elevato pericolo e il rischio grave di avvelenamenti.

© Regiopress, All rights reserved