alptransit-dopo-il-ceneri-si-pensi-gia-al-completamento
Il battesimo del Giruno 'Ceneri 2020' (Ti-Press/Samuel Golay)
+6
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

Fotovoltaico e aziende, giovedì 25 terzo e ultimo incontro

Promosso dal Dipartimento del territorio in collaborazione con la Cc-Ti, si terrà a S.Antonino nella Sala Multiuso
Luganese
6 ore

‘Devo allenarmi per l’uni ma... che fatica trovare spazi’

Prepararsi per l’ammissione alla facoltà di sport, tra vincoli comunali e cantonali e difficoltà a trovare una palestra: la testimonianza e le repliche
Ticino
6 ore

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green
Mendrisiotto
6 ore

‘Fughe’ di cloro in piscina, chiudono tre vasche su quattro

Soluzione di compromesso di Chiasso davanti alla richiesta di Vacallo di archiviare la stagione balneare. Obiettivo comune, tutelare la falda idrica
Luganese
6 ore

‘Ha sede legale a Lugano’ lo Stato Antartico di San Giorgio

Lo studio di via Pioda valuta provvedimenti a tutela della propria immagine dopo essere stato tirato in ballo da persone finite sotto inchiesta in Italia
Mendrisiotto
6 ore

Operatore di prossimità, a Mendrisio c’è il bando

La Città cerca una figura a metà tempo a partire dal gennaio prossimo. L’assunzione segue la decisione di staccarsi dal Servizio regionale
Bellinzonese
7 ore

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
8 ore

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
Mendrisiotto
8 ore

Sat Mendrisio organizza una gita in Val Formazza

Si partirà dal capoluogo momò alle 6.30 di sabato 3 settembre. La camminata durerà cinque ore. Le iscrizioni entro il 27 agosto
Locarnese
9 ore

Assemblea dell’Associazione Football Club Locarno

Per i soci del sodalizio calcistico del Lido ritrovo martedì a Palazzo Marcacci. Oltre al preventivo vi saranno le nomine del comitato
Mendrisiotto
9 ore

Riva San Vitale, festa di fine estate con concerti dal vivo

Musica live dei gruppi Luis Landrini Band e Vasco Jam. Appuntamento per sabato 27 agosto al Lido comunale tra rock e folclore latino
Locarnese
9 ore

Orselina, proiezioni cinematografiche al Parco

Tre serate all’insegna della settima arte nel giardino del paese. Organizzate dalla Pro in collaborazione con Festival, Cisa e Ticino Film Commission
Grigioni
9 ore

Maloja/Isola, elicottero fallisce l’atterraggio: 3 feriti lievi

Il velivolo si è ribaltato lateralmente. I tre passeggeri hanno lasciato l’abitacolo da soli
15.12.2019 - 21:41
Aggiornamento: 20.02.2020 - 18:44
di Thomas Schürch

Alptransit, dopo il Ceneri 'si pensi già al completamento'

All'apertura del traforo tra Camorino e Vezia manca un anno, il conto alla rovescia è partito guardando però anche futuro della linea di pianura

Il conto alla rovescia che segnerà l'apertura della galleria di base del Monte Ceneri è scattato nella giornata di oggi alla stazione Ffs di Lugano. Presenti all’evento le autorità politiche e i vertici delle Ffs. Assente invece il consigliere federale Ignazio Cassis a causa di un leggero malore. Il 13 dicembre 2020 vedrà dunque la nascita di un'opera fondamentale per avvicinare Sopra e Sottoceneri, ma anche per la creazione di un ulteriore collegamento tra Nord e Sud Europa. Un'impresa di primo livello, tassello di un'opera, Alptransit, il cui completamento è però ancora lontano.

Marco Borradori: 'Si parli già anche di completamento anche a sud di Lugano'

E anche su questo oggi, a margine dei discorsi ufficiali, si è insistito da parte ticinese: «Noi, come Ticino, abbiamo sempre detto di voler diventare un punto di incontro tra la Svizzera tedesca e la Lombardia – ci dice il sindaco di Lugano Marco Borradori –. Dobbiamo quindi considerare sia i treni che vanno a nord, ma anche quelli diretti a sud. E qui c’è ancora molto da fare». Milano, infatti, dista un’ora e venti minuti, quasi due ore se si vuole arrivare a Malpensa, mentre la durata del tragitto Lugano-Zurigo sarà ridotta a un’ora e 40 minuti . «Un milanese che vuole assistere, ad esempio, a uno spettacolo al Lac, è costretto a prendere l’auto, perché non ci sono più corse dopo una certa fascia oraria. Discorso analogo per il ticinese che decide di trascorrere la serata nel capoluogo lombardo. È un peccato. Sarà importante negoziare con l’Italia. Devo dire che, ascoltando le autorità della Penisola, il loro obiettivo di migliorare la rete e di arrivare fino al confine è confermato. Trovo importante che ognuno faccia la propria parte e ritengo che dal loro fronte ci sia questa volontà». Insomma, «se vogliamo che l’alta velocità ci serva come Cantone e come Confederazione - sia per le merci, sia per le persone - è necessario andare oltre. C’è ancora molto da fare».

Mario Branda: 'Investire per dare nuovo slancio al cantone'

Continuare dunque a lavorare, per evitare che questa infrastruttura rimanga fine a se stessa. È dello stesso parere il sindaco di Bellinzona Mario Branda: «È necessario investire in quest'opera e in tutto quanto vi ruota attorno. Dovremo impegnarci, come Città e come Cantone, a fare quegli sforzi economici che contribuiranno a dare nuovo slancio a tutto il Ticino». E tra gli obiettivi a lungo termine riguardanti il miglioramento del trasporto su rotaia c’è, appunto, il completamento della linea di pianura sia nel Sopra che nel Sottoceneri: «Tra gli aspetti principali c’è sicuramente la prosecuzione a sud di Lugano - rileva ancora Branda -. Per quanto concerne Bellinzona, dovremo prima o poi chinarci sulla circonvallazione, quantomeno per i treni merci. Sono dei progetti di lungo respiro per i quali ci vuole molto tempo. Bisognerà iniziare a parlarne presto, anche se in parte lo si sta già facendo».

'Un Ticino più vicino' e 'un miglioramento della qualità di vita'

Nel frattempo, il 2020 sarà comunque l'anno in cui, in virtu dell’apertura della galleria di base del Ceneri, il Ticino diventerà «più unito», ha fatto notare il presidente del  Consiglio di Stato Christian Vitta: «Ci sentiremo più vicini, il Ceneri ci apparirà un po’ più piccolo e potremo collaborare di più» nell’ottica «della ‘città Ticino’ che stiamo aspettando da tempo». Dello stesso parere il ceo delle Ffs Andreas Meyer, convinto che l’apertura del nuovo traforo sarà «un miglioramento per la qualità di vita. Il futuro e oggi».

Il conto alla rovescia è (era)... in ritardo

Oggi è stata anche la giornata del battesimo di “Ceneri 2020”, secondo treno Giruno inaugurato a sud delle Alpi. I convogli a piano ribassato verranno adesso inseriti gradualmente nelle tratte da Basilea e Zurigo a Lugano/Chiasso. Intanto durante la cerimonia di ieri vi è da registrare un simpatico incidente con l’orologio che scandisce il conto alla rovescia su cui è inizialmente comparso il numero 365, mentre i giorni che ci separano dall’apertuta della galleria sono (oggi, lunedì 16 dicembre) 362.

Leggi anche:

Leggero malore e breve ricovero per Ignazio Cassis

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved