laRegione
pacchetto-socialita-ecco-le-reazioni-della-politica
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
6 min

Covid, calano ancora gli ospedalizzati. 74 i nuovi casi

Continua a scendere la pressione sul sistema sanitario: 215 persone sono ricoverate, 28 in cure intense. Purtroppo si contano altri 4 decessi
Ticino
59 min

Fermato con 1'400 kg di generi alimentari non dichiarati

L'Amministrazione federale delle dogane ha controllato l'uomo martedì sull'A2 a Monte Carasso, proveniva dall'Italia ed era diretto in Liechtenstein
Ticino
4 ore

Natalia Ferrara: ‘Il congedo parentale è una misura liberale’

La deputata del Plr sostiene convintamente la proposta che lunedì tornerà in Gran Consiglio e spiega perché voterà in modo diverso dal suo gruppo
Ticino
4 ore

‘Rinforzi per la Procura, non si deve più tergiversare’

Galusero: la proposta del Dipartimento di assegnare due pp a me sta bene. E per uscire dall’impasse sono disposto a ritirare la mia iniziativa parlamentare
Locarnese
4 ore

Navigazione: elettrificare... per dare due scosse

Il presidente di Snl in esclusiva sui problemi del bacino svizzero, il mancato accordo consortile e la visione (elettrica) per Verbano e Ceresio
Locarnese
11 ore

Liberali di Locarno, ‘tourbillon’ per tre seggi

Apertissima la lotta interna per un posto in Municipio. Con gli uscenti Scherrer, Giovannacci e Merlini, in lista Renna, Pini, Silacci e Mitric
Mendrisiotto
13 ore

Mendrisio al via: vaccinati i primi cento cittadini

Chiasso seguirà a ruota. Entro la settimana prossima si saranno inoculate oltre mille dosi
Bellinzonese
14 ore

Polo socio-sanitario, Acquarossa lancia un segnale

Per evitare spazi che rimarrebbero vuoti il Municipio confida di poter firmare precontratti con gli interessati
Bellinzonese
14 ore

Bike sharing Biasca-Olivone: c’è da migliorare

L'anno scorso soltanto 252 noleggi a causa del sistema di riservazione un po' complesso che andrà semplificato
Luganese
15 ore

Lugano compra gli studi radio per creare la Casa della musica

Accordo raggiunto fra Città e Ssr. L'ultima parola spetterà al Consiglio comunale
Bellinzonese
15 ore

Piazza del Sole, chiesto il ripristino dell’arredo provvisorio

Secondo i Verdi di Bellinzona favorirebbe il rispetto del distanziamento per chi mangia all'aperto
Ticino
17.10.2019 - 21:380
Aggiornamento : 21:56

Pacchetto socialità, ecco le reazioni della politica

Durisch (Ps): ‘Un passo dovuto’. Marchesi (Udc): ‘Si continua a mettere cerotti’. Agustoni (Ppd): ‘Ok, ma manca il ceto medio’. E sulla fiscalità...

«È un primo passo importante, dovuto – commenta Ivo Durisch, capogruppo socialista in Gran Consiglio, in merito alle misure presentate dal consigliere di Stato Raffaele De Rosa –. Il governo sta riconoscendo che i tagli fatti in passato hanno portato le famiglie e le persone sole a delle situazioni molto problematiche». Per Durisch i messaggi sulla scuola e sulla socialità, così come il risanamento della Cassa pensioni dello Stato e gli investimenti nel trasporto pubblico «sono delle priorità per i cittadini che vanno portate avanti indipendentemente dal pacchetto fiscale». Il capogruppo del Plr Alex Farinelli per ora non entra nel merito delle misure indicate dal Dss: «Dal profilo tecnico sono parecchie le proposte in ballo e devono essere ancora approfondite dal parlamento. Sul piano politico è buona cosa che dal governo sia arrivato il terzo messaggio, quello appunto sulla riforma sociale: adesso l’accordo raggiunto in Consiglio di Stato lo vediamo tradotto nero su bianco». I partiti «sono quindi nella condizione, in parte, di decidere come posizionarsi rispetto a quell’accordo», osserva Farinelli. «Tutte le misure annunciate sono interessanti – rileva Maurizio Agustoni, capogruppo dei popolari democratici –, soprattutto l’incremento e l’estensione della franchigia sul reddito lavorativo delle persone al beneficio delle prestazioni Laps. Questo stimolo dimostra che la socialità oltre a una spesa può anche essere considerata un investimento». Secondo Agustoni il principio che sorregge l’accordo politico trovato in governo, sgravi fiscali da un lato e maggiori uscite per la socialità e per la scuola dall’altro, «è condivisibile» anche se «manca per adesso nel pacchetto un’attenzione per il ceto medio». Afferma il capogruppo della Lega Michele Foletti: «Credo che De Rosa stia andando nella giusta direzione. Con questo messaggio propone una semplificazione delle procedure e riguardo ai sussidi per i premi di cassa malati mi sembra che le misure prospettate siano coerenti con l’idea di voler aiutare chi veramente ne ha bisogno. Si prevedono poi degli incentivi affinché chi oggi è in assistenza possa entrare o rientrare nel mondo del lavoro. Nel complesso il mio giudizio è quindi positivo». Dice il deputato e presidente dell’Udc Piero Marchesi: «Va tutto bene ed è tutto giusto, ma il problema è che si continua a mettere cerotti per cercare di aiutare i cittadini ticinesi il cui reddito è sempre più esiguo. Occorre andare allora alla causa di questa situazione e la causa è la libera circolazione, che ha ridotto il potere d’acquisto e provocato così l’impoverimento, soprattutto, del ceto medio. Che pertanto necessita sempre più del sostegno statale».

E sul fisco si profilano due rapporti

L’attuazione delle riforme sociale e scolastica dipende dalla sorte della riforma ‘madre’, cioè quella fiscale. Il relativo messaggio governativo è al vaglio del Gran Consiglio, e meglio di una sottocommissione della Gestione coordinata da Farinelli. A che punto siamo? «Martedì Farinelli e io – riprende Foletti – presenteremo una bozza di rapporto, che è in corso di allestimento, con cui proponiamo l’adesione alle misure indicate dal Consiglio di Stato, accelerando la tempistica». Ovvero? «Vorremmo poter garantire una riforma complessiva della Legge tributaria nel più breve tempo possibile, cosa chiesta da più parti», spiega Farinelli. E mentre anche da parte di Agustoni giunge la conferma che il pacchetto fiscale è in dirittura d’arrivo («Verrà votato entro la fine dell’anno, forse già a novembre»), Durisch frena: «Sulla fiscalità abbiamo una nostra proposta, meno incisiva per le finanze del Cantone rispetto a quella elaborata dal governo, e cercheremo di portarla avanti nel dibattito che sosterremo in Gran Consiglio».

© Regiopress, All rights reserved