laRegione
Nuovo abbonamento
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora
Lugano e la Foce del Cassarate: 'Decisione giusta'
Michele Malfanti, neo primo cittadino, parla della discussa chiusura dell'area pubblica e traccia un bilancio in chiaroscuro delle aggregazioni
Bellinzonese
1 ora
Per Bellinzona 'più trasparenza e meno sprechi'
Intervista a Simone Orlandi, nuovo presidente della sezione Udc cittadina dopo le recenti dimissioni in blocco
Ticino
1 ora
In Ticino lo sfitto non si ferma, Venuti (Asi): 'Preoccupante'
Un recente studio rileva che il nostro sia il cantone con la maggior eccedenza di offerta nell'immobiliare, per gli inquilini occorre approfondire i motivi
Locarnese
1 ora
Compleanno-choc sulla Katja Boat: in 'panne' con 60 a bordo
Nottataccia sul Lago Maggiore: mentre si festeggia l'elica smette di funzionare. Il grosso natante 'ripara' al Porto patriziale di Ascona
Bellinzonese
11 ore
Scossa forte ma molto profonda: ‘Non c'è da preoccuparsi’
Il geologo Luca Bonzanigo commenta il sisma verificatosi sabato pomeriggio, percepito nel Bellinzonese e Locarnese
Bellinzonese
13 ore
Vandali in azione a Bellinzona: mozzata una gamba al gigante
A Villa dei Cedri presa di mira la grande statua 'Le Jardinier aux fleurs gisantes' realizzata dal giovane artista francese François Malingrëy
Luganese
13 ore
Agno-Bioggio, mandato affidato durante la consultazione
Lepori chiede lumi al governo e denuncia una modalità di procedere che prevarica i diritti di partecipazione dei cittadini sanciti dalla legge
Locarnese
14 ore
Protezione animali, assemblea rinviata
La seduta si sarebbe dovuta tenere il 21 luglio, ma le limitazioni sugli assembramenti hanno spinto a soprassedere
Mendrisiotto
14 ore
Auto in fiamme sulla A2, disagi a Balerna
Gli occupanti della vettura, completamente distrutta dalle fiamme, sono riusciti a mettersi in salvo
Locarnese
14 ore
Cevio, 70 bancarelle al mercato estivo
Artigianato del Ticino sabato 18 luglio nella piazza del paese. Gli 'Esiliati dall'Osteria' per la colonna sonora
Mendrisiotto
14 ore
Alle cave di Arzo nasce ‘La Soleggiata’
Il garden bar aprirà dal giovedì alla domenica e proporrà musica, attività artistiche e cucina locale
Locarnese
14 ore
Neggia-Fosano, armarsi di pazienza
Per lavori di pavimentazione stradale, domani e martedì possibili attese di circa mezz'ora dalle 7 alle 10.30
Locarnese
14 ore
Locarno, Via Vallemaggia chiusa per lavori
Per lavori d pavimentazione, l'ateria non sarà percorribile da domani, lunedì, alle 7, a martedì alle 8
Luganese
14 ore
Cadro, spunta un progetto per la casa colonica
Interpellanza chiede lumi al Municipio di Lugano che aveva annunciato un messaggio per il legislativo e un concorso di architettura ma...
Ticino
14.10.2019 - 21:260

Schiaffo al vertice dell'Eoc

Il presidente uscente Sanvido rieletto solo al secondo turno dal Gran Consiglio (31 voti). Idem Bersani (27) . Pronzini: ‘Rinuncino’. E la replica...

È stato un pomeriggio dei lunghi coltelli quello andato in scena oggi in Gran Consiglio con il rinnovo del Consiglio d’amministrazione dell’Ente ospedaliero cantonale (Eoc). Un pomeriggio di trame e segnali, messaggi non scritti e poi vergati nel segreto dell’urna. Un’urna in cui il Gran Consiglio ha inserito schede di voto pesanti come pietre, bocciando al primo turno sia il leghista Paolo Sanvido, presidente uscente del CdA, sia il liberale radicale Andrea Bersani, vicesindaco di Bellinzona proposto in sostituzione del vicepresidente Edy Dell’Ambrogio.

Al primo turno, che chiedeva la maggioranza assoluta, i due hanno preso rispettivamente 39 e 35 voti. L’elezione al secondo turno a maggioranza relativa, con però la contestuale perdita di altri otto voti – alla fine i sì per Sanvido sono stati 31, quelli per Bersani 27 –, dà pochi motivi di festa e un vincitore di giornata: il granconsigliere del Movimento per il socialismo Matteo Pronzini. Proprio l’Mps in mattinata, prima che i coltelli si sfoderassero presso altri partiti, aveva condotto l’affondo: “La proposta di nomina nel Consiglio d’amministrazione dell’Eoc di Andrea Bersani è la triste e ridicola ennesima dimostrazione che questa ripartizione di appetitosi posti tra i partiti di governo non ha nessun senso e, soprattutto, non è utile per gli interessi di questo Cantone”. Di più: “Le ultime nomine in questo Cda si caratterizzano per una totale incompetenza in ambito sanitario ed ospedaliero”. Da qui il deposito di un’iniziativa parlamentare nella quale si chiede che i sette posti del Cda vengano così ripartiti: “Un seggio in rappresentanza del Consiglio di Stato, due del personale, quattro per donne e uomini con esperienza e competenza in ambito sanitario e ospedaliero”.

Ai primi botti ha fatto seguito la discussione in aula, dove l’Mps ha chiesto il rinvio della trattanda “perché sono nomi inadeguati alle esigenze”. «Servono persone competenti, con la nomina di Bersani più in basso di così non si può andare», ha tuonato Pronzini nel suo intervento. Aggiungendo come «dopo aver detto che non si sarebbe ripresentato per un mandato in municipio a Bellinzona ecco il premio alla carriera». Niente da fare, però: il rinvio è stato bocciato con 39 voti contrari, 31 favorevoli e 8 astenuti. Ma altro non era che il prologo, a guardare il tabellone con le lucine verdi e rosse: a favore del rinvio, oltre la sinistra e l’Udc, si è espressa anche la grande maggioranza del gruppo della Lega: movimento di riferimento di Paolo Sanvido, autore del famoso sms con il quale, lo scorso gennaio, aveva offerto il posto di primario di cardiologia al professor Giovanni Pedrazzini. Sms definito “improvvido” dall’allora presidente del Consiglio di Stato Claudio Zali, ma che in marzo è sfociato in un decreto d’abbandono dell’inchiesta da parte del Ministero pubblico. Ma le critiche dalla politica non mancarono.

Neanche dalla Lega, a posteriori: è del 26 agosto il post su Facebook nel quale il granconsigliere Boris Bignasca sferzò duramente il movimento di via Monte Boglia, scrivendo che “anziché parlare dei temi che interessano alla gente – il lavoro, le tasse, la troppa burocrazia eccetera – si sprecano carta e inchiostro per una ‘campagna elettorale’ personale in vista del rinnovo dei Cda pubblici. Ed è solo l’ultimo esempio negativo di ciò che non dovrebbe fare la Lega...”.

Il vicesindaco di Bellinzona: non ho cercato nessun tipo di premio

«Ribadiamo la bontà della nostra battaglia, confermata dagli scarsissimi voti presi da questi due candidati», ci dice Pronzini in serata: «Visti i risultati, se ancora hanno un minimo di dignità politica, rinuncino». Abbiamo provato a raggiungere Sanvido, ma ci ha fatto sapere di non rilasciare dichiarazioni. Parla invece Bersani. «Mi era stato chiesto dal Plr se fossi disponibile e ho risposto affermativamente: dunque non sono andato io a cercare nessun tipo di carica, nessun tipo di premio alla carriera come ha sostenuto qualcuno in modo irrispettoso – dice alla ‘Regione’ l’avvocato e vicesindaco di Bellinzona –. Detto ciò, il Gran Consiglio prende le sue decisioni in piena autonomia e non mi offendo di certo se il voto non è stato dei migliori. Certo, peccato che ci siano persone come Pronzini che ne approfittano per offendere. Andare in Gran Consiglio e attaccare altre persone senza dar loro la possibilità di difendersi sono capaci tutti. Per il resto, prendo atto che non è stata una votazione brillante. Ringrazio della fiducia accordatami da chi mi ha votato. E al di là delle polemiche in parlamento, mi impegnerò a fondo – sottolinea Bersani – per svolgere la funzione nel miglior modo possibile».

Il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Eoc dovrebbe riunirsi, stando a nostre informazioni, venerdì 8 novembre. La domanda è scontata: chi saranno i futuri presidente e vice dell’Eoc?

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved