laRegione
via-al-concorso-abitare-bene-a-tutte-le-eta
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
12 min

'Non capita tutti i giorni di vedere un tale incendio'

I pompieri di Lugano, guidati dal comandante Federico Sala, in prima fila nell'opera di spegnimento e messa in sicurezza del Mulino di Maroggia
Mendrisiotto
51 min

La Balernitana festeggia i suoi campioni di tiro

Il presidente Marzio Ferrari: ‘Affronteremo le burrasche e faremo crescere ancora di più la nostra società’
Locarnese
51 min

I (primi) 50 anni della ‘più grande bottega della Svizzera’

È uscito il libro commemorativo sul Mercato Cattori di Losone e la sua storia. Partendo dalla prima distribuzione di latte a domicilio nel 1904
Locarnese
58 min

Brissago, l'incognita covid non frena gli investimenti

Il preventivo, malgrado le conseguenze della pandemia non ancora quantificabili in modo preciso, presenta un disavanzo contenuto
Locarnese
1 ora

Pedemonte: operai ambulanti offrono lavori, attenti!

Un'insolita squadra di lavoratori da oltre Gottardo si aggira nelle campagne in cerca di guadagni facili, proponendo interventi a prezzi stracciati.
Locarnese
1 ora

Violenza domestica: 'Vittime? Anche due mie compagne di studi'

Un drammatico problema trasversale a tutta la società. Implicazioni e sostegni? L'esperienza della psicoterapeuta presidente di Casa Armònia
Mendrisiotto
2 ore

Cabbio, ultima settimana per visitare Casa Cantoni

Il centro informativo del Museo etnografico della Valle di Muggio chiuderà domenica 29 novembre con una giornata di porte aperte
Ticino
2 ore

Coronavirus, in Ticino 7 decessi, più ricoveri e più dimissioni

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 196 nuovi contagi. Le persone ospedalizzate sono 41 (il doppio rispetto a ieri), mentre i dimessi sono quadruplicati
Ticino
02.07.2019 - 15:030

Via al concorso ‘Abitare bene a tutte le età’

L'obiettivo è incontrare le esigenze della popolazione ticinese di tutte le generazioni, realizzando ‘luoghi di vita’ aggregativi e di qualità

Da una parte c'è sempre più sfitto (+1% dal 2017 alle stime attuali) e la popolazione anziana aumenta costantemente; dall'altro il parco immobiliare in Canton Ticino per il 45% è datato a prima degli anni '60. Aggiungendo il fatto che si sono persi "i punti di riferimento dei quartieri di una volta, e che non sono più forti come prima le reti di collaborazione nel vicinato" la terza edizione del concorso per il premio ‘Abitare bene a tutte le età’ assume, stando a quanto detto dagli organizzatori in conferenza stampa, "una dimensione particolare e nuova".

Lanciato da Associazione generazioni & sinergie (S&G) e Associazione ticinese terza età (Atte) – con il contributo della Fondazione Federico Ghisletta – il concorso propone di immaginare "nuovi luoghi di vita", dove un ruolo particolare lo giocheranno "gli aspetti intergenerazionali e l'attenzione a parametri di qualità di vita come l'ubicazione, l'utilizzo degli spazi e la gestione dei progetti stessi".

Al centro, ricorda Giampaolo Cereghetti, presidente di Atte, "c'è l'anziano". Ma non è "una presenza fine a se stessa, l'obiettivo è inserirlo in un contesto, in una rete sociale". Ci sono le case anziani, certo. "Alcune davvero all'avanguardia", ricorda. "Ma va aggiunto che sono molto costose, dove la persona anziana a volte si sente ancora piena di vitalità ma non ha la possibilità di continuare la propria vita fuori dalla struttura". E quindi ben vengano "progetti a favore degli anziani, ma in un discorso di collaborazione tra generazioni e capace di ricostruire sia un tessuto sociale, sia una dinamica di comunità".

Un nuovo concetto di "vivere e abitare" insomma. Basta con "quartieri dormitori" o luoghi asettici dove una persona si isola sempre di più. Da qui l'invito a enti pubblici come i Municipi o privati – a loro è rivolto il concorso – a pensare, creare nuove possibilità che portino "uno spirito di aggregazione, di comunità, di vita in comune". Dove, partendo dal fatto che aiutare gli anziani a vivere bene la propria vecchiaia è fondamentale, magari allontanando il più possibile l'ingresso in una struttura come una casa anziani, è fondamentale aggiungere "che il vivere bene riguarda tutte le età. E se le generazioni diverse collaborano tra loro, potrà davvero crearsi una dinamica favorevole ai rapporti umani e all'aiuto solidale".

Le iscrizioni al concorso sono aperte sino al 31 luglio, mentre il termine ultimo per la consegna degli atti compilati è per il 13 settembre. La premiazione del vincitore avrà luogo in occasione della Giornata cantonale Atte il 12 ottobre.

La giuria del concorso è composta da Giovanni Bolzani, Stefano Cavalli, Pietro Martinelli e Marcello Martinoni.

© Regiopress, All rights reserved