laRegione
Nuovo abbonamento
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 min
A Mendrisio le erbe aromatiche crescono nelle aiuole
Quelle pronte, e accessibili a tutti, sono al momento tre (Mendrisio, Besazio e Ligornetto). Si tratta di un progetto didattico e sociale
Mendrisiotto
13 min
Balerna con Helvetas nella lotta al Covid nei Paesi poveri
Il Comune dona mille franchi all'associazione per contribuire alla lotta contro la diffusione del virus
GALLERY
Bellinzonese
2 ore
Quattro auto si tamponano a Castione, un ferito
L'incidente è avvenuto stamattina in via San Gottardo. Le condizioni del ferito non sarebbero preoccupanti
Locarnese
2 ore
Minusio, uscita alla scoperta delle piante esotiche
La proposta del fine settimana dell'Associazione Quartiere Rivapiana. Protagonista la fitoterapista Antnella Borsari
Locarnese
2 ore
Vira, niente 'Cinema all'aperto' quest'estate
Edizione cancellata a causa dell'emergenza sanitaria. Si lavora a un programma di animazioni autunno-inverno
Luganese
3 ore
Cambio della guardia in Municipio a Melano
Nel Gruppo Melano Popolare Democratica, Marie Theres Caligiuri è subentrata a Gabriele Cavasin
Mendrisiotto
5 ore
Pozzo Prà Tiro, le denunce salgono a quattro
Dopo il Consorzio, sono intenzionati a procedere con una azione legale pure i Comuni di Chiasso e Balerna. Mentre il Cantone si è già mosso
Locarnese
5 ore
Minusio, languorino pubblico sulla Ca' di Ferro
Dopo la morte del proprietario il Municipio ha sondato con la vedova i margini di manovra per un usufrutto dell'ex caserma dei mercenari svizzeri
Ticino
02.07.2019 - 15:030

Via al concorso ‘Abitare bene a tutte le età’

L'obiettivo è incontrare le esigenze della popolazione ticinese di tutte le generazioni, realizzando ‘luoghi di vita’ aggregativi e di qualità

Da una parte c'è sempre più sfitto (+1% dal 2017 alle stime attuali) e la popolazione anziana aumenta costantemente; dall'altro il parco immobiliare in Canton Ticino per il 45% è datato a prima degli anni '60. Aggiungendo il fatto che si sono persi "i punti di riferimento dei quartieri di una volta, e che non sono più forti come prima le reti di collaborazione nel vicinato" la terza edizione del concorso per il premio ‘Abitare bene a tutte le età’ assume, stando a quanto detto dagli organizzatori in conferenza stampa, "una dimensione particolare e nuova".

Lanciato da Associazione generazioni & sinergie (S&G) e Associazione ticinese terza età (Atte) – con il contributo della Fondazione Federico Ghisletta – il concorso propone di immaginare "nuovi luoghi di vita", dove un ruolo particolare lo giocheranno "gli aspetti intergenerazionali e l'attenzione a parametri di qualità di vita come l'ubicazione, l'utilizzo degli spazi e la gestione dei progetti stessi".

Al centro, ricorda Giampaolo Cereghetti, presidente di Atte, "c'è l'anziano". Ma non è "una presenza fine a se stessa, l'obiettivo è inserirlo in un contesto, in una rete sociale". Ci sono le case anziani, certo. "Alcune davvero all'avanguardia", ricorda. "Ma va aggiunto che sono molto costose, dove la persona anziana a volte si sente ancora piena di vitalità ma non ha la possibilità di continuare la propria vita fuori dalla struttura". E quindi ben vengano "progetti a favore degli anziani, ma in un discorso di collaborazione tra generazioni e capace di ricostruire sia un tessuto sociale, sia una dinamica di comunità".

Un nuovo concetto di "vivere e abitare" insomma. Basta con "quartieri dormitori" o luoghi asettici dove una persona si isola sempre di più. Da qui l'invito a enti pubblici come i Municipi o privati – a loro è rivolto il concorso – a pensare, creare nuove possibilità che portino "uno spirito di aggregazione, di comunità, di vita in comune". Dove, partendo dal fatto che aiutare gli anziani a vivere bene la propria vecchiaia è fondamentale, magari allontanando il più possibile l'ingresso in una struttura come una casa anziani, è fondamentale aggiungere "che il vivere bene riguarda tutte le età. E se le generazioni diverse collaborano tra loro, potrà davvero crearsi una dinamica favorevole ai rapporti umani e all'aiuto solidale".

Le iscrizioni al concorso sono aperte sino al 31 luglio, mentre il termine ultimo per la consegna degli atti compilati è per il 13 settembre. La premiazione del vincitore avrà luogo in occasione della Giornata cantonale Atte il 12 ottobre.

La giuria del concorso è composta da Giovanni Bolzani, Stefano Cavalli, Pietro Martinelli e Marcello Martinoni.

© Regiopress, All rights reserved