Roberta Cattaneo e Enea Monticelli (Ti-Press / Elia Bianchi)
Ticino
19.03.2019 - 18:360

Diecimila firme per chiedere un 'Binario 5' alle Ffs

Consegnate oggi a Bellinzona le sottoscrizioni degli studenti ticinesi (e non solo) raccolte da Generazione Giovani: "Rimettere mano agli abbonamenti"

Oltre diecimila firme: 10’233 per la precisione. Gli studenti ticinesi (ma non solo) chiedono con forza alle Ferrovie federali svizzere di rimettere mano agli abbonamenti dedicati ai giovani in formazione estendendo la fine del periodo della giornata utile per usare l’abbonamento “Binario 7” (che ha inizio alle 19) dalle 5 alle 7 di mattina e introducendo il “Binario 5”, ovvero un abbonamento valido dalle 17 alle 7.

Abbonamenti che dovrebbero avere validità paragonabile a un abbonamento generale, insistono gli studenti. Inoltre dovrebbero essere acquistabili anche oltre i 25 anni qualora la persona che ne facesse richiesta dimostri di essere ancora agli studi. Le firme, raccolte online, sono state consegnate oggi alla stazione di Bellinzona alla responsabile Ffs per la Regione Sud Roberta Cattaneo dai rappresentanti di Generazione Giovani, la sezione giovanile del Ppd ticinese, che ha promosso l’iniziativa. «Tutto è iniziato dalla nostra sezione perché come ticinesi sappiamo quali sono i disagi nello spostarci in Svizzera interna per studiare. Allargando il discorso a tutta la Svizzera abbiamo però scoperto che i treni sovraffollati e gli spostamenti difficoltosi per gli studenti esistono anche sull’asse est-ovest», precisa il presidente di generazione giovani Enea Monticelli. Richieste, quelle consegnate ieri, cui il Ceo delle Ffs Andreas Meyer ha già risposto un una lettera inoltrata settimana scorsa al comitato della sezione giovanile del Ppd. Missiva in cui si faceva notare la difficoltà di attuare la proposta “Binario 5”, dal momento che si tratta del periodo della giornata in cui i treni sono già colmi di pendolari. «Contiamo comunque che si chinino di nuovo su questa nostra proposta viste le firme raccolte», rileva Monticelli.

«Oggi prendiamo in consegna queste firme e riparleremo delle proposte all’interno dei vertici delle Ffs – rileva Cattaneo –. Tuttavia dare piena libertà di trasporto con un Binario 5 diventa davvero complicato». Non per questo, aggiunge la responsabile Ffs per la Regione Sud, si sta con le mani in mano. «Dal 2000 ad oggi gli abbonamenti ‘Binario 7’ si sono dimezzati, ciò significa che è ora di cambiare». Cambiare aggiungendo all’offerta anche altri mezzi di trasporto e permettendo l’acquisto dell’abbonamento con scadenza mensile e non solo annuale. Rimane, facciamo notare, il problema della domenica, quando i treni dal Ticino verso Oltralpe sono pieni. «È vero: con AlpTransit la domenica molti turisti rientrano dopo le 19, ma abbiamo saputo risolvere la questione con dei treni straordinari» Sulla tratta nord-sud, da giugno, inizieranno poi a circolare le nuove composizioni "Giruno", più lunghe e capienti. Dal cambio orario del 2020, con l’introduzione dell’offerta panoramica della Südostbahn lungo la vecchia tratta, anche le valli dovrebbero avere meno difficoltà a raggiungere i centri d’Oltralpe con un treno ogni ora verso Zurigo o Basilea.

Potrebbe interessarti anche
Tags
binario
ffs
firme
treni
abbonamenti
abbonamento
giovani
studenti
mano
diecimila firme
© Regiopress, All rights reserved