ex-funzionario-condannato-il-ps-invoca-la-tolleranza-zero
03.02.2019 - 11:55
a cura de laRegione

Ex funzionario condannato, il Ps invoca la 'tolleranza zero'

Se dovessero essere coinvolte persone vicine al partito – scrive il presidente Righini – verranno adottati 'adeguati provvedimenti'

Il Partito Socialista  “esige che venga fatta intera chiarezza sulle eventuali implicazioni legate al caso dell'ex-funzionario del Dss, condannato in primo grado per coazione sessuale”. Un partito che invoca la “massima trasparenza, nel pieno rispetto della dignità e della sfera privata delle vittime”. E “nel caso in cui dovessero emergere responsabilità per mancanze amministrative da parte di persone vicine al partito, il Ps applicherà il principio della 'tolleranza zero'”. Sono queste le parole contenute nel comunicato stampa inviato oggi dal Ps, firmato dal presidente Igor Righini, in merito al processo a carico dell'ex funzionario tenutosi negli scorsi giorni. Parole che lo stesso presidente aveva già espresso in un'intervista pubblicata ieri da 'laRegione' (vedi suggeriti).

“Nel pieno rispetto delle vittime e della loro sfera privata – si legge ancora –, va fatta piena luce sulle parole pronunciate dal Giudice Marco Villa a margine della lettura della sentenza, secondo le quali le segnalazioni delle vittime non sarebbero state valutate con la dovuta attenzione all'epoca dei fatti in sede amministrativa”. 

Il PS, inoltre,  “ritiene che la decisione del Consiglio di Stato di procedere ad accertamenti riguardo alla gestione del caso in seno all'Amministrazione cantonale sia adeguata e chiede che essi vengano effettuati con il massimo rigore e celerità”.

Nel caso in cui in questa vicenda dovessero essere coinvolte persone vicine al partito, il Ps applicherà come detto la 'tolleranza zero', adottando, “per ciò che è di sua competenza, adeguati provvedimenti. Esortiamo perciò tutte le persone che detengono informazioni riguardo agli eventuali risvolti amministrativi di questa vicenda a farsi avanti e a collaborare con le autorità competenti”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved