©Ti-Press / Samuel Golay
Ticino
03.01.2018 - 06:000

Nel mirino del telefonino

Non sono cambiati i ragazzi, si sono moltiplicati i mezzi e i modi che sfuggono al controllo degli adulti. E anche per questo il fenomeno “rappresenta un tema di primaria importanza per lo scrivente Consiglio”. Oggi è noto come ‘cyberbullismo’ e si tratta di un comportamento che coinvolge soprattutto giovani e giovanissimi, in età scolare. Difficile quantificare l’entità del fenomeno, che preoccupa il governo come lo stesso precisa in risposta a un’interrogazione di Giorgio Fonio, deputato popolare democratico. Difficile perché i reati direttamente riferiti al cyberbullismo vengono commessi quasi sempre senza una diretta volontà. Si annoverano così nella statistica delle misure per estorsione, coazione, pornografia, danneggiamento di dati, diffamazione o calunnia. In ogni caso – scrive...

Potrebbe interessarti anche
Tags
© Regiopress, All rights reserved