15.06.2021 - 15:51

I pompieri di montagna si sono formati a Mendrisio

Un corso di tre giorni in varie zone boschive del territorio ha permesso di istruire 24 pompieri

i-pompieri-di-montagna-si-sono-formati-a-mendrisio
Un momento della formazione sul territorio (Pompieri Mendrisiotto)

Il Centro soccorso cantonale Pompieri Mendrisiotto ha ospitato dall'11 al 13 giugno il primo corso ticinese per capi gruppo e capi settore di montagna. La formazione, ‘una prima’, servirà per consolidare ancora di più la tematica in futuro e dedicare un'istruzione mirata e specialistica ai quadri pompieri di montagna. I pompieri di montagna sono specializzati nel combattere il fuoco di bosco a fianco dei pompieri urbani, grazie alle apposite attrezzature in dotazione e alla loro conoscenza specifica della tematica e del territorio boschivo cantonale. A Mendrisio sono stati formati 24 pompieri provenienti dai Corpi pompieri o dalle Sezioni di montagna. Oltre che nella sede del Centro di pronto intervento di Mendrisio, il corso ha potuto essere svolto sul territorio, sfruttando le peculiarità delle zone boschive che lo scoprono per la metà della sua estensione. Le lezioni si sono svolte a Stabio (nei boschi di Santa Margherita), sul Monte Generoso (zona Bellavista-Alpe di Mendrisio) e alle pendici del Poncione di Arzo (zona cave di marmo). 

Il corso è stato organizzato e svolto con il supporto e la consulenza del Dipartimento del territorio – sezione forestale, che ha affiancato Corrado Tettamanti, comandante del Centro soccorso cantonale Pompieri Mendrisiotto e lo Stato maggiore del corso per delineare i contenuti formativi e tramutarli in lezioni sul terreno per raggiungere gli obiettivi prefissati. Anche la presenza di MeteoSvizzera ha potuto arricchire ulteriormente i contenuti, mettendo l'accento sulle condizioni atmosferiche che giocano un ruolo principale nello sviluppo del fuoco di bosco. Comandante del corso e Federazione Pompieri Ticino si sono dichiarati “pienamente soddisfatti” della riuscita della tre giorni formativa.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved