laRegione
Nuovo abbonamento
un-arresto-e-due-fermi-ai-valichi-di-chiasso
(foto: Polizia cantonale)
Mendrisiotto
31.07.2020 - 16:180

Un arresto e due fermi ai valichi di Chiasso

Operazione congiunta svizzero-italiane: una decina di persone di rientro da Paesi a rischio Covid sono state avvertite sull'obbligo di quarantena

Questa mattina presso i valichi di Chiasso Brogeda e Chiasso Strada è stata effettuata un'operazione di controllo, in collaborazione tra la Polizia cantonale, l'Amministrazione federale delle dogane e la Polizia di Frontiera di Como, con l'obiettivo di contrastare la criminalità transfrontaliera e la lotta al lavoro nero. Operazione che ha pure visto la partecipazione degli ispettori dell'Ufficio dell'Ispettorato del Lavoro (UIL), della Commissione Paritetica Cantonale (CPC) e dell'Associazione Interprofessionale di Controllo (AIC).

Inoltre, è stata l'occasione per gli agenti della Polizia cantonale di monitorare i viaggiatori in rientro e in arrivo da nazioni considerate a rischio COVID-19. Sono state individuate una decina di persone, non residenti in Ticino, che sono state rese attente all'obbligo di notifica per la quarantena obbligatoria e alle conseguenze che il mancato annuncio comporta. I dati di questi ultimi viaggiatori saranno inviati alle competenti autorità cantonali.

"L'ottima collaborazione transfrontaliera tra autorità svizzere e italiane – scrive la polizia in una nota –, ha permesso di controllare 104 veicoli e 184 persone".

Durante i controlli è stato arrestato un cittadino marocchino colpito da 3 ricerche di arresto e 2 ricerche di luogo di soggiorno per furti e violazione di domicilio emanate da altri cantoni. Inoltre sono stati fermati un cittadino georgiano per infrazione alla Legge federale sugli stranieri e un cittadino italiano colpito da una ricerca d'arresto per multa commutata, che è stata incassata. A tre cittadini pachistani sprovvisti dei necessari documenti è stato invece impedito il transito in Svizzera.

In base ai dati raccolti, gli ispettori dell'UIL e degli altri enti, approfondiranno gli accertamenti del caso nei prossimi giorni.

Guarda le 3 immagini
© Regiopress, All rights reserved