laRegione
Nuovo abbonamento
Scempio a Seseglio (Ti-Press/Elia Bianchi)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Padre violento, ‘il Decs sospenderà chi sapeva?’
Lo chiede, con un'interrogazione al Governo, Massimiliano Robbiani (Lega). L'uomo è stato condannato a 8 anni di carcere alle Criminali di Mendrisio
Locarnese
14 ore
Gordola, ritrovato dopo 8 giorni il 34enne disperso
Era scomparso il 3 luglio sui Monti di Motti. L'uomo era caduto in una zona impervia. Ha riportato ferite gravi.
Gallery
Mendrisiotto
15 ore
Arzo: l'estrazione del marmo rischia di morire
Nel 2017 avevano ridato vita all'attività, lÎ alle cave. Adesso il blocco delle esportazioni li ha messi terra. 'Se non arrivano commesse, chiudiamo'
Ticino
18 ore
La terra trema nel Sopraceneri
La scossa tellurica, di magnitudo contenuta (2,9), è stata avvertita dalla popolazione del Bellinzonese
Mendrisiotto
18 ore
Il Mendrisiotto vuole far fermare i treni InterCity
Lanciata una petizione popolare (online) per scongiurare i piani dell'orario 2021, che 'stoppano' i convogli a lunga percorrenza a Lugano
Grigioni
20 ore
Grigioni, oltre un centinaio di persone in quarantena
Diversi gli episodi che hanno portato alle misure, tra cui un bimbo positivo in un campo vacanza
Ticino
1 gior
A novant’anni dal volo antifascista su Milano
Bassanesi e Dolci raggiunta Milano da Lodrino incitarono gli italiani in piena dittatura a 'Insorgere! Risorgere!'
Bellinzonese
1 gior
Il Moesano pronto a investire nel Centro giovanile
Al vaglio dei legislativi il mandato di prestazione che permetterebbe di assumere una animatore retribuito e rendere 'itinerante' il luogo d'incontro di Roveredo
Locarnese
1 gior
Brissago, una mozione chiede di ampliare il Porto
Mentre proseguono i lavori del Centro servizi nautici, si attende di conoscere il destino di due grossi progetti privati. Il Municipio invita alla 'calma'
Chiasso
26.07.2019 - 06:200

Abbattono alberi in Italia, sentiero bloccato in Svizzera

È successo al confine di Seseglio lungo il Faloppia e il percorso delle Guardie. L’intervento era abusivo. Posta sotto sequestro l’area

Al momento non è chiaro se sia piu fitta la lista delle violazioni inanellate o più folta la vegetazione rasa letteralmente al suolo. Sta di fatto che per gli habitué dell’antico ‘Sentiero delle Guardie 1’, lì fra Seseglio e la dogana di Ponte Faloppia, e ancor più per chi se ne prende cura è stato un colpo al cuore vedere lo scempio che si è consumato in questi giorni lungo il torrente Faloppia, giusto a cavallo del confine. Alberi, anche secolari, abbattuti sul lato italiano sono rovinati sul sentiero, ostruendo il passaggio dalla parte svizzera e rovesciando i cartelli della segnaletica. Alcuni sono finiti anche nell’alveo del fiume. E il timore è che pure il ponticello che scavalca il riale di Seseglio possa essere rimasto danneggiato. A occhio e croce si stimano danni per 10-15mila franchi. E il punto è che quelle piante non potevano neppure essere tagliate.

«Di sicuro da parte delle autorità italiane non avevano nessuna autorizzazione. A queste operazioni si procede durante la stagione invernale, non certo d’estate», dice a ‘laRegione’ Ezio Merlo, segretario del Consorzio per la manutenzione delle opere di arginatura del Basso Mendrisiotto, tra i primi ad accorrere ieri sul posto allarmato da due escursioniste. Avvisate le forze dell’ordine (Polizia e Dogane) su entrambi i versanti, quello non era, del resto, il solo permesso mancante. Gli operai incaricati, in pratica, di fare tabula rasa non erano di certo ‘forestali’; il furgoncino era senza assicurazione e il trax privo di targhe. Non solo, oltre alla parte arborea a essere tagliata è stata altresì la rete di frontiera; e la ramina non si tocca. Morale: le autorità italiane hanno posto sotto sequestro l’intera area.

«Lo spettacolo è desolante», ci conferma Ezio Merlo. Adesso toccherà al Consorzio porre rimedio. «Prima di tutto – spiega il segretario –, metteremo in sicurezza la zona e il corso d’acqua, libereremo l’alveo e ripristineremo il sentiero». La fattura? «Andrà al proprietario del mappale». Titolare a cui gli agenti della Polizia locale sono risaliti. Anche se resta da chiarire il motivo all’origine di una tale operazione di sfoltimento. Il Consorzio, quindi, intende farsi valere. «Se non avremo soddisfazione, scatterà la denuncia alla Procura». Del resto, è difficile non mettere nel conto gli effetti che l’intervento avrà sull’habitat locale. «Questa area naturalistica è magnifica e preziosa – annota Ezio Merlo –. Tanto che sono molte le persone che frequentano il sentiero: un luogo di svago poco distante dal centro di Chiasso». Il rischio che un taglio di alberi avventato (oltre che abusivo) si possa trasformare in un incidente diplomatico di... confine non è peregrino. A salvare la situazione, a Seseglio, ci ha pensato, però, la collaborazione messa in campo dalle forze dell’ordine dei due versanti.

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved