Ti-Press/P. Gianinazzi
Mendrisiotto
26.02.2018 - 21:430

Una 'soffiata' ha fatto partire l'indagine

Tentato furto al caveau di Chiasso, da Cerignola arrivano le prime informazioni sulla banda 'del buco'

Un gruppo criminale composto da pregiudicati, dieci residenti a Cerignola e due a Foggia, che impiegano tecniche militari quando entrano in azione. È quanto si apprende dal comando compagnia dei carabinieri di Cerignola che ha condotto l’inchiesta scaturita dalla soffiata di un collaboratore di giustizia che, oltre a fornire notizie sull’intenzione della banda del buco di mettere a segno il tentato clamoroso colpo di Chiasso, ha indicato anche le generalità di alcuni componenti della organizzazione malavitosa. Per quanto è dato sapere le attività investigative, supportate dall’utilizzo di sofisticati software di lettura del traffico telefonico, hanno consentito di individuare il gruppo criminale e di seguirne i movimenti. Notizie utili sono state poi state fornite agli investigatori ticinesi che hanno bloccato cinque dei dodici componenti del commando con le mani nel sacco. Gli arrestati fra Chiasso, Como e Abbiategrasso, si è appreso, fanno parte di un’organizzazione strutturata in gruppi tra sei e dodici componenti. Uno di questi è stato catturato lo scorso anno a Milano quando gli investigatori, grazie alle indicazioni dei carabinieri di Cerignola, riuscirono a sventare l’assalto a un portavalori.

7 mesi fa Chiasso, sventata rapina a una ditta di trasporti
7 mesi fa Chiasso, 'una banda organizzata e professionista'
Potrebbe interessarti anche
Tags
cerignola
chiasso
soffiata
componenti
© Regiopress, All rights reserved