© Ti-Press / Benedetto Galli
Mendrisiotto
15.03.2016 - 13:120

Guardia di Finanza tra 'Made in Italy' contraffatto, stupefacenti, bionde e valuta

La conferma che la dogana commerciale di Brogeda è diventata un ben rifornito supermercato di merce 'Made in Italy' prodotta in Cina risultata contraffatta e anche pericolosa per la salute pubblica, arriva dal bilancio 2015 della Guardia di Finanza di Como. Lo scorso anno sono stati sequestrati quasi 342mila prodotti, per un valore di mercato di oltre 8 milioni di euro. Nello stesso bilancio registriamo il sequestro ai valichi con il Ticino di oltre 22 chili di cocaina e 10 chili di hashish. Un dato che, confrontato a un passato neppure tanto remoto, conferma una caduta senza paracadute è il contrabbando di sigarette: poco più di 22 chilogrammi in un anno. Un dato inspiegabile in quanto le bionde costano meno costano meno a Como che non a Chiasso, tanto da assistere ad un contrabbando alla rovescia. Sul traffico transfrontaliera di valuta 'laRegione nei giorni scorsi ha anticipato il forte calo registrato ai valichi con il Ticino. D'aggiungere però il fatto che la Guardia di finanza di Ponte Chiasso ha acquisito documentazione bancaria (estratti conto, carte di credito e bancomat svizzeri) attestante una disponibilità in Ticino per oltre 222 milioni di euro. A questo proposito da Como sono state inviate ai reparti della Guardia di finanza territorialmente compententi, segnalazioni di 118 operazioni sospette.

Tags
finanza
guardia
guardia finanza
valuta
italy
ticino
made
bionde
© Regiopress, All rights reserved