laRegione
Nuovo abbonamento
giorno-11-il-maratoneta-luganese-e-figlio-raggiungono-le-marche
'Soc' al nuovo crocevia
Luganese
10.08.2020 - 11:410
Aggiornamento : 12:42

Giorno 11, il maratoneta luganese e figlio raggiungono le Marche

Notte in spiaggia e partenza all'alba, il resoconto dalle nuove mete, fra cui l'infinita... Recanati

Giorno 11 per il maratoneta luganese, Soccorso Cresta ('Soc') e il figlio Gabriele, al seguito sulla due ruote, partiti da nord e diretti nella Campania delle origini, muovendosi letteralmente sulle loro gambe. Dal loro diario giornaliero, postato sui social, si apprende delle loro nuove soddisfazioni personali: «Falconara Marittima - Civitanova Marche (55.5km). Giornata passata interamente nella bellissima regione Marche! (domenica, ndr). Siamo partiti super presto tutti e due siccome abbiamo dormito in spiaggia e l’alba è arrivata prestissimo, il 'Soc' alle 06 spaccate era già partito mentre io ho riposato ancora un po’, preparato tutto e per le 7.30 mi sono messo in viaggio. L’ho recuperato e abbiamo pranzato insieme, pensavo di passare una mattinata lunga siccome abbiamo iniziato all’alba, invece al contrario è volata in un lampo! Il pomeriggio ci siamo divisi, lui ha preso la strada più corta e dopo il parco del Conero ha ripreso la via lungomare a partire da Porto Recanati. Io invece ho deciso di allungare un po’ di chilometri e passare da Recanati (paese di nascita di Giacomo Leopardi) non ci ero mai stato e ne è valsa veramente la pena! Ci sono stati un po’ di sali e scendi abbastanza tosti, calcolando anche il caldo assurdo di oggi, ma arrivato in cima mi sono sentito super appagato dalle varie bellezze della “città dell’infinito” con una vista dal colle dell’infinito».

Nuovo foro alla bici, mentre la metà del viaggio è superata 

Siccome andava tutto troppo bene, anche oggi tornando in direzione porto Recanati per riprendere il 'Soc' che continuavo a tenere sotto controllo con la posizione Gps e che continua a macinare chilometri come una macchina, ahimè, ho bucato di nuovo. Assurdo pensare come nel giro della Svizzera che ho fatto in 2000 chilometri non abbia mai bucato e qui invece siamo già a quota 2 in 500 chilometri. Comunque nulla, ho smontato e cambiato la camera d’aria, e pompato la nuova dal benzinaio più vicino. Anche oggi è arrivato a destinazione prima il 'Soc' di me, nonostante lui sia a piedi e io in bici. Però anche oggi ce l’abbiamo fatta e questo è l’importante. Domani (oggi, ndr.) giorno12 con obbiettivo d’arrivo in zona San Benedetto del Tronto. Abbiamo passato ieri la metà del viaggio e il giro di boa ha dato carica, insomma, una giornata davvero volata via. Siamo sempre in linea con quello che avevamo programmato prima di partire, anzi abbiamo anche qualche decina di chilometri di vantaggio sulla pianificazione. In teoria, quindi, sono previsti ancora 8/9 giorni di viaggio».

Guarda le 3 immagini
© Regiopress, All rights reserved