laRegione
Nuovo abbonamento
turismo-da-luglio-nel-luganese-segnali-di-ripresa
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
5 ore

Balerna introduce regole di mobilità aziendale

Pronto il Regolamento che, dal 2021, porterà posteggi a pagamento per i dipendenti e alla concessione di incentivi per la mobilità sostenibile
Ticino
5 ore

Più di 30mila firme contro l'eutanasia degli animali sani

La maggior parte sono state raccolte sulla piattaforma internet change.org. La petizione è stata consegnata al presidente del Gran Consiglio
Bellinzonese
5 ore

Liquami nel fiume in Alta Valle di Blenio

La situazione è stata segnalata al Dipartimento del territorio e al Comune. Si tratta di uno scarico proveniente da un alpe
Locarnese
6 ore

Un caso positivo alle Medie di Losone, classe in quarantena

Dopo aver informato la direzione dell’istituto, l’Ufficio del medico cantonale ha già provveduto a notificare alle famiglie via Sms
Bellinzonese
6 ore

Patriziato di Bellinzona in assemblea

Tra i temi all'ordine del giorno, verrà anche presentato il progetto di restauro della Chiesa Madonna della Neve
Luganese
6 ore

Clima, i Comuni che possono fare? Se ne parla a Lugano

Se ne discuterà in un pomeriggio informativo che si terrà il 7 ottobre al Palazzo dei congressi. Prenotazione entro il 30 settembre
Luganese
6 ore

Manno, EspaceSuisse in assemblea

Il gruppo regionale si riunirà sabato 1 ottobre nella sala Aragonite e voterà il sostituto di Giancarlo Re alla guida dell'associazione dal 2004
Bellinzonese
6 ore

A S. Antonino premiato il podista Gaetano Genovese

Scopre la passione per la corsa alla soglia dei 50 anni e da lì nessuno lo ferma più. Il Comune gli ha dato un riconoscimento al merito
Luganese
6 ore

Muzzano, Ubs mette in campo 150 volontari

Al quarto anno l'iniziativa dei dipendenti per salvaguardare il natura e paesaggio. Interventi di pulizia anche al Monte Verità
Luganese
6 ore

Cambio al vertice al Soroptimist di Lugano

Nuova timoniera del club è Elena Bittante, che subentra a Catherine Gasser-Clément
Luganese
05.08.2020 - 06:000

Turismo, da luglio nel Luganese segnali di ripresa

Dai dati elaborati dall'Osservatorio emerge un trend positivo. E Lugano Region promuove il ciclismo su strada e indica gli alloggi ‘bike-friendly’

Di fronte a un crollo di pernottamenti nel primo semestre dell'anno in Ticino - il calo, rispetto al 2019, segna un - 54%, attestando i pernottamenti alberghieri a sole 442 mila unità - nel Luganese dallo scorso mese di mese di luglio si cominciano a intravedere segnali incoraggianti di ripresa. La tendenza emerge da una piattaforma, denominata H-Benchmark, che rileva 23 delle 110 strutture alberghiere presenti nella regione - un campione non ritenuto propriamente rappresentativo dagli specialisti del settore, ma comunque un valido termometro per misurare la temperatura turistica.

Ventitré delle 110 strutture alberghiere come termometro dei pernottamenti

I dati, freschi di giornata, sono elaborati dall'Osservatorio del turismo, guidato dal suo responsabile, Stefano Scagnolari, che per i risultati relativi al mese appena concluso, evidenzia: "Nel mese di luglio la domanda alberghiera nella regione del Luganese ha ripreso vitalità dopo i mesi più difficili del periodo Covid. Durante il mese, infatti, il tasso di occupazione ha visto un incremento netto già a partire dalla seconda settimana e, se si paragona allo stesso mese del 2019, si nota che ha segnato un calo medio di appena 3.4 punti percentuali, passando dal 73.1% al 70,1% (la differenza era stata di 38 punti nel mese di giugno). Il picco dell'occupazione si è avuto nell'ultima settimana del mese con una punta del 92%, meglio di quanto fatto nel 2019 (91%)". L'Osserevatorio del turismo, ancorato all'Università della Svizzera italiana e che indirizza studi e ricerche nel campo del turismo su base locale, cantonale e internazionale, sempre basandosi sull'ultimo rilievo della H-Benchmark, traccia le aspettative per il prossimo trimestre, ponendo il proprio focus sull'andamento delle prenotazioni. E le prospettive lasciano un po' nell'incertezza. Si parla di "turisti attendisti" che, come tali, ancora non si sbilanciano sulle loro prossime scelte vacanziere. Commenta l'Osservatorio del turismo: "Il buon andamento osservato per il mese di luglio non trova riscontro nelle prenotazioni per il prossimo trimestre, indice che la mancanza di domanda proveniente da alcuni mercati esteri pesa fortemente e che, anche da parte degli ospiti interni, tende a regnare un certo attendismo. Rispetto all'anno scorso, le prenotazioni attuali per i mesi di agosto, settembre e ottobre sono inferiori, rispettivamente, di 23, 18 e 27 punti percentuali". L'Osservatorio è in grado inoltre di fotografare l'andamento turistico regionale della prima metà del 2020: "Dall'inizio dell'anno l'Organizzazione Turistica del Luganese ha perso il 55,3% dei pernottamenti (175 mila 919 contro i 393 mila 874 del 2019). Chiaramente il dato è estremamente inflazionato soprattutto a causa del mese di aprile quando gli arrivi dei turisti si sono pressoché azzerati. Durante gli ultimi mesi sono stati quasi esclusivamente gli ospiti confederati a recarsi in Ticino. Se si osserva il dato dall'inizio dell'anno (gennaio-giugno), i pernottamenti confederati sono stati il 59,8% del totale contro il 47,3% del 2019. Se si guardano solo gli ultimi due mesi (maggio e giugno) queste percentuali sono dell'84,8% e 81,9%, rispetto al 50,5% e 43,9% del 2019. Da notare che a giugno i pernottamenti svizzeri sono cresciuti di circa 500 unità rispetto al 2019 nonostante il calo di quasi 3000 arrivi, dunque la permanenza media è aumentata rispetto all'anno scorso". Intanto, Lugano Region punta sulle due ruote nella sua ultima campagna turistica promozionale. Fra le novità, 21 alloggi "bike friendly" e i migliori luoghi per le pedalate (per chi lo ritiene, anche con guide esperte): www.luganoregion.com

 

© Regiopress, All rights reserved