laRegione
Nuovo abbonamento
Verso le urne (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
50 min
Padre violento, ‘il Decs sospenderà chi sapeva?’
Lo chiede, con un'interrogazione al Governo, Massimiliano Robbiani (Lega). L'uomo è stato condannato a 8 anni di carcere alle Criminali di Mendrisio
Locarnese
14 ore
Gordola, ritrovato dopo 8 giorni il 34enne disperso
Era scomparso il 3 luglio sui Monti di Motti. L'uomo era caduto in una zona impervia. Ha riportato ferite gravi.
Gallery
Mendrisiotto
15 ore
Arzo: l'estrazione del marmo rischia di morire
Nel 2017 avevano ridato vita all'attività, lÎ alle cave. Adesso il blocco delle esportazioni li ha messi terra. 'Se non arrivano commesse, chiudiamo'
Ticino
18 ore
La terra trema nel Sopraceneri
La scossa tellurica, di magnitudo contenuta (2,9), è stata avvertita dalla popolazione del Bellinzonese
Mendrisiotto
18 ore
Il Mendrisiotto vuole far fermare i treni InterCity
Lanciata una petizione popolare (online) per scongiurare i piani dell'orario 2021, che 'stoppano' i convogli a lunga percorrenza a Lugano
Grigioni
20 ore
Grigioni, oltre un centinaio di persone in quarantena
Diversi gli episodi che hanno portato alle misure, tra cui un bimbo positivo in un campo vacanza
Ticino
1 gior
A novant’anni dal volo antifascista su Milano
Bassanesi e Dolci raggiunta Milano da Lodrino incitarono gli italiani in piena dittatura a 'Insorgere! Risorgere!'
Bellinzonese
1 gior
Il Moesano pronto a investire nel Centro giovanile
Al vaglio dei legislativi il mandato di prestazione che permetterebbe di assumere una animatore retribuito e rendere 'itinerante' il luogo d'incontro di Roveredo
Locarnese
1 gior
Brissago, una mozione chiede di ampliare il Porto
Mentre proseguono i lavori del Centro servizi nautici, si attende di conoscere il destino di due grossi progetti privati. Il Municipio invita alla 'calma'
Ticino
1 gior
'In montagna gente che non la conosce, serve più attenzione'
Enea Solari (Federazione alpinistica ticinese): le misure di protezione contro il coronavirus devono essere rispettate, speriamo in più sensibilizzazione
Lugano
6 foto
Blocco serale alla Foce, ma non c'è nessuno
La spiaggia era già stata 'sgomberata'... dalla pioggia, ingente dispositivo di agenti della cantonale e di un'agenzia di sicurezza
Luganese
03.01.2020 - 11:460
Aggiornamento : 13:21

Referendum cantonale contro l'aeroporto oltre le 7mila firme

La conferma arriva dai promotori (Ps e Verdi). La reazione di Avio Ticino. Il confronto a Lugano resta aperto anche a livello comunale

Superata la soglia delle 7mila firme. Il referendum cantonale contro il finanziamento pubblico dell’aeroporto di Agno, promosso da socialisti e Verdi ha preso quota, lo riferisce il CdT online. A darne conferma al quotidiano luganese è l’ecologista Nicola Schoenenberger. Al momento le sottoscrizioni raccolte sono 7'350.

Schoenenberger si dice cautamente ottimista, a questo punto, sulla riuscita del referendum. Solo lunedì il Ps aveva lanciato un appello alla popolazione e ai suoi sostenitori per centrare l'obiettivo. A inizio settimana mancavano, infatti, all'appello un migliaio di firme in vista della prossima scadenza del termine, a inizio mese.

“Con il referendum 'Non sprechiamo altri milioni nell'aeroporto di Lugano' – spiegava lo stesso presidente Igor Righini in una nota – si vuole evitare di sprecare denaro pubblico in una struttura che non ha più futuro: 4,88 milioni di franchi che si aggiungono ai 40 milioni di denaro pubblico già stanziati dal 2006 al 2018, per una struttura che accumula debiti. La concorrenza di ferrovia e dei vicini aeroporti internazionali ha reso obsoleto l’aeroporto di Lugano-Agno. Lo dimostrano i fatti: la moria dei voli di linea è impietosa, da Agno non si vola più!”.

Simona Arigoni Zürcher (Mps): 'Il segnale è chiaro'

La certezza la si avrà quando si conteggeranno le firme definitive – mancano ancora tre giorni alla data limite –, ma ormai le urne sembrano proprio avvicinarsi. E Simona Arigoni Zürcher, deputata  Mps, non nasconde di essere più che soddisfatta per l'esito della campagna, anche se tende a essere ancora cauta. «Certo è che i ticinesi hanno dato un segnale chiaro – dice a 'laRegione' –. Hanno fatto capire che non sono così d'accordo di 'sponsorizzare' quello che, di fatto, è destinato a diventare un aeroporto privato». Un passaggio che, fa capire la gran consigliera, non mancherà di avere delle conseguenze, in particolare per il personale. La prova finale la si avrà con il voto. Ciò che si è potuto vedere sin qui, però, è che «un grande contributo al referendum» è arrivato dalla stessa Città e non dalla periferia, ci spiega.

Roberta Passardi, Avio Ticino: 'Me l'aspettavo'

«Sì, mi sarei meravigliata se non ci fossero riusciti». Roberta Passardi, presidente dell'associazione Avio Ticino pro aeroporto, dal canto suo se l'aspettava. La riuscita della raccolta di firme per il referendum cantonale contro i crediti votati dal Gran consiglio a inizio novembre a sostegno dello scalo di Agno non rappresenta una sorpresa.

«È un atto democratico – sottolinea la granconsigliera liberale radicale –. Lo ritengo più che giusto, almeno a stabilire cosa vuole la popolazione. Faremo in modo di fare una buona campagna per far comprendere ai ticinesi che l'aeroporto di Lugano non è solo uno scalo di una piccola regione del basso Ticino ma di tutto il cantone, visto  considerato che dei quattro aeroporti che abbiamo l'unico a statuto di aerodromo regionale con funzione di collegamenti internazionali è a Lugano. E soprattutto che una regione come il Ticino ha necessità di mantenere un trasporto pubblico come quello aereo».

A fine settembre Avio Ticino aveva raccolto e consegnato alla Cancelleria del Municipio di Lugano oltre 8mila firme a sostegno della ricapitalizzazione di Lugano Airport Sa.

Sul tema di Lugano Airport, socialisti e Verdi stanno raccogliendo, però, firme anche per un referendum a livello comunale, per il quale occorrono invece 3mila sottoscrizioni (2'400 quelle raccolte finora) entro il 13 gennaio.

 

© Regiopress, All rights reserved