Luganese
25.08.2019 - 10:490
Aggiornamento : 11:27

Campione prepara una marcia su Roma

Il Comitato civico dei residenti denuncia uno stallo inspiegabile e chiede un incontro con il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

L'assordante silenzio che arriva dai palazzi romani della politica, impegnati nella ricerca di una soluzione della crisi di governo, a Campione d'Italia è vissuto con un incubo senza fine. C’è la sensazione che si allunghino i tempi di riapertura del Casinò, chiuso dal 27 luglio dello scorso anno, in quanto dichiarato fallito dal Tribunale di Como. Eppure, il commissario straordinario Maurizio Bruschi oltre un mese e mezzo fa ha depositato la sua relazione con i suggerimenti per la riapertura, ma senza un Governo in carica il suo dossier sembra essere sepolto in un cassetto.

A quanto è dato sapere nessuno finora al Ministero dell'Interno ha affrontato il problema, la speranza a Campione è che il documento possa finire presto al Mef (ministero economia e finanze). ''La crisi politica dell'attuale governo è allarmante soprattutto per tutte quelle situazioni di sofferenza in attesa di definizione - recita un lungo comunicato del Comitato civico residenti di Campione d'Italia -. Siamo in attesa di una soluzione da Roma. I politici di area governativa si erano impegnati a favore di una risoluzione. Queste intenzioni sono state più volte annunciate da importanti esponenti della Lega e del  Movimento Cinque Stelle. Uno stallo inspiegabile e oggi di proclami ufficiosi ne abbiamo sentiti a sufficienza''.

A Campione d'Italia, per via della crisi di governo, guardano alla Regione Lombardia. ''Abbiamo chiesto un incontro con il presidente Attilio Fontana - dice Caterina Ferrari, portavoce del Comitato civico - per aggiornarlo sulla situazione drammatica e caotica di Campione soprattutto alla vigilia del nuovo anno scolastico che non vedrà da una parte la riapertura della Scuola dell'infanzia e l'impossibilità di poter garantire il riscaldamento nelle scuole e i servizi primari''. Dal profondo nord, ben oltre i confini nazionali, una intera comunità sta preparando per settembre una marcia su Roma.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved