Luganese
22.05.2019 - 13:390
Aggiornamento : 19:42

Campione, naufragato il contributo annuo di 5 milioni di euro

Nell'ambito del decreto 'Crescita' i due emendamenti di Lega e Movimento 5 Stelle sono stati giudicati inammissibili. Bocciato anche un terzo che prevedeva la sospensione del pagamento dei mutui

La speranza che, nell'ambito del decreto Crescita, al comune di Campione d'Italia potesse arrivare un contributo ''nel limite massimo'' di 5 milioni di euro annuo è naufragata, in quanto i due emendamenti-fotocopia presentati da Lega e Movimento 5 Stelle, sono stati giudicati inammissibili. Identica sorte per un terzo emendamento presentato dalla Lega che prevedeva la sospensione, per due anni, del pagamento da parte del comune dei mutui.

Lega e M5S assicurano di aver trovato una diversa formulazione dei due emendamenti per riuscire a superare gli ostacoli della inammissibilità. I tre emendamenti devono andare di pari passo, in quanto senza  la sospensione del pagamento dei mutui (casinò, Cassa depositi e prestiti) il contribuito di 5 milioni non  finirebbe nelle casse del Comune, ma alla banca. Intanto, il commissario prefettizio Giorgio Zanzi dalla fine dello scorso gennaio non è più in grado di pagare i creditori, compresi quelli che forniscono i servizi (navigazione lago di Lugano, raccolta rifiuti, telefono, energia elettrica e via di seguito).

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
lega
euro
pagamento
mutui
emendamenti
contributo
comune
sospensione
campione
© Regiopress, All rights reserved