Ajax
0
Bayern Monaco
1
2. tempo
(0-1)
Benfica
0
Aek Athens
0
2. tempo
(0-0)
Shakhtar Donetsk
1
Lyon
0
2. tempo
(1-0)
Manchester City
1
1899 Hoffenheim
1
2. tempo
(1-1)
Young Boys
1
Juventus
0
2. tempo
(1-0)
Valencia
2
Manchester Utd
0
2. tempo
(1-0)
Ajax
CHAMPIONS UEFA
0 - 1
2. tempo
0-1
Bayern Monaco
0-1
 
 
13'
0-1 LEWANDOWSKI ROBERT
 
 
28'
KIMMICH JOSHUA
 
 
37'
RAFINHA MARCIO
DE LIGT MATTHIJS
40'
 
 
LEWANDOWSKI ROBERT 0-1 13'
KIMMICH JOSHUA 28'
RAFINHA MARCIO 37'
40' DE LIGT MATTHIJS
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,033.
Referee: Clement Turpin (FRA).
Assistant referees: Nicolas Danos (FRA), Cyril Gringore (FRA).
Fourth official: Bertrand Jouannaud (FRA).
MATCH SUMMARY: Ajax through and will finish top if they win.
Bayern though and clinch 1st place with a draw.
The sides drew in Munich on matchday 2.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Benfica
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
2. tempo
0-0
Aek Athens
0-0
DIAS RUBEN
37'
 
 
37' DIAS RUBEN
Venue: Estadio da Luz.
Turf: Natural.
Capacity: 64,642.
Referee: Bobby Madden (SCO).
Assistant referees: Alastair Mather (SCO), Sean Carr (SCO).
Fourth official: David Roome (SCO).
MATCH SUMMARY: Benfica set for #UEL round of 32, AEK bottom.
The Eagles won 3-2 at AEK on matchday 2.
AEK lost 2-1 at Benfica in 2009 #UCL meeting.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Shakhtar Donetsk
CHAMPIONS UEFA
1 - 0
2. tempo
1-0
Lyon
1-0
 
 
8'
MARCAL FERNANDO
1-0 MORAES JUNIOR
22'
 
 
MARCAL FERNANDO 8'
22' 1-0 MORAES JUNIOR
Venue: Arena Lviv.
Turf: Natural.
Capacity: 34,915.
Referee: Bjorn Kuipers (NED).
Assistant referees: Sander van Roekel (NED), Erwin Zeinstra (NED).
Fourth official: Mario Diks (NED).
MATCH SUMMARY: Shakhtar through with win, could finish bottom.
Lyon qualify with draw, and might top section.
Lyon and Shakhtar drew 2-2 on matchday 2.
Last-16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Manchester City
CHAMPIONS UEFA
1 - 1
2. tempo
1-1
1899 Hoffenheim
1-1
 
 
16'
0-1 KRAMARIC ANDREJ
1-1 SANE LEROY
45'
 
 
KRAMARIC ANDREJ 0-1 16'
45' 1-1 SANE LEROY
Venue: Etihad Stadium.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 55,097.
Referee: Andreas Ekberg (SWE).
Assistant referees: Mehmet Culum (SWE), Stefan Hallberg (SWE).
Fourth official: Fredrik Klyver (SWE).
MATCH SUMMARY: Hosts through, Lyon might take top spot if City lose.
Hoffenheim could reach Europa League with win.
City won 2-1 in Sinsheim on matchday 2.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Young Boys
CHAMPIONS UEFA
1 - 0
2. tempo
1-0
Juventus
1-0
1-0 HOARAU GUILLAUME
30'
 
 
30' 1-0 HOARAU GUILLAUME
Venue: Stade de Suisse.
Turf: Artificial (Polytan LigaTurf RS Pro CoolPlus) 31,789.
Referee: Tobias Stieler (GER).
Assistant referees: Mike Pickel (GER), Jan Seidel (GER).
Fourth official: Christian Gittelmann (GER).
MATCH SUMMARY: Juve through, finish GROUP winners with a win.
Young Boys resigned to finishing bottom of GROUP.
Juventus beat Young Boys 3-0 on matchday 2.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Valencia
CHAMPIONS UEFA
2 - 0
2. tempo
1-0
Manchester Utd
1-0
 
 
11'
VALENCIA ANTONIO
1-0 SOLER CARLOS
17'
 
 
LATO TONI
28'
 
 
 
 
30'
BAILLY ERIC
 
 
47'
1-1 JONES PHIL
VALENCIA ANTONIO 11'
17' 1-0 SOLER CARLOS
28' LATO TONI
BAILLY ERIC 30'
JONES PHIL 1-1 47'
Venue: Mestalla.
Turf: Natural.
Capacity: 49,500.
Referee: Georgi Kabakov (BUL).
Assistant referees: Martin Margaritov (BUL), Diyan Valkov (BUL).
Fourth official: Georgi Todorov (BUL).
MATCH SUMMARY: United through, top with win if Juve drop points.
Valencia sure of place in UEL round of 32.
Sides drew 0-0 in England on matchday 2.
Round of 16 draw: Monday, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Luganese
12.11.2018 - 23:410

Lugano, la Città approva la meritocrazia

Il legislativo ha accolto il nuovo ROD, che inserisce al suo interno il principio del merito. Respinta la proposta socialista di mantenere le indennità domestiche.

La meritocrazia è servita. Lugano è diventato, all’unanimità, il primo Comune ticinese a dotarsi di un Regolamento organico dei dipendenti (Rod) che interrompe l’automatismo degli scatti salariali, introducendo per contro delle valutazioni che permetteranno di proseguire – o meno – sulla scala degli stipendi in base al merito. «Se vogliamo dare un vero segnale di cambiamento, questo lo è – ha detto la relatrice Morena Ferrari-Gamba (Plr) –. È uno strumento moderno di gestione delle risorse umane, che potrà valorizzare al meglio i dipendenti per servire il proprio datore di lavoro: i cittadini». Dopo diversi mesi di gestazione – il messaggio è stato presentato nel settembre del 2017 –, il Consiglio comunale ha quindi approvato stasera la revisione del Rod, dopo che l’ultima risaliva al 1990. Il lungo lavoro svolto dalla commissione speciale ha permesso di trovare diversi compromessi sui temi più importanti e controversi, favorendo un dibattito più snello sulle principali novità. Tuttavia, un nodo in particolare è rimasto. Il gruppo socialista ha infatti chiesto – oltre ad altri emendamenti, tutti bocciati, più tecnici – di non abolire le indennità domestiche: 150 franchi che attualmente vengono elargiti ai nuclei familiari dei dipendenti con un reddito annuo inferiore ai 90’000 franchi. «Chiediamo che quest’asticella sia abbassata a 70’000 franchi – ha detto per il Ps Raoul Ghisletta –, sarebbe un compromesso. Consentirebbe di evitare arretramenti salariali reali per le fasce più basse». «Una mossa elettorale» secondo Enea Petrini (Lega), mentre il sindaco Marco Borradori ha ricordato che ci sono prestazioni e sgravi fiscali mirati per queste fasce più deboli. «L’emendamento si allontana dallo spirito di questo nuovo Rod», ha detto. La proposta – con tredici voti favorevoli e un astenuto – non è tuttavia passata e le indennità sono state abrogate.
Per il resto, ad accompagnare l’approvazione dell’importante messaggio, un dibattito prevalentemente tranquillo. «È un passo significativo della politica aziendale della Città a favore delle famiglie – secondo il capogruppo Ppd Michel Tricarico –. Due temi a cui teniamo particolarmente sono la formazione continua dei collaboratori per valorizzare i dipendenti e il congedo paternità. L’obiettivo è condividere la responsabilità: ci deve essere un dialogo e non un’imposizione dall’alto. Far parte di un gruppo porta a risultati migliori». Raide Bassi (Udc) ha espresso poi «soddisfazione» sull’inserimento della preferenza indigena, «primo Comune a implementare il principio espresso due volte dalla volontà popolare». «Lugano diventerà il precursore in tanti ambiti – ha detto infine il sindaco –, ogni cambiamento spaventa ma alcuni possono portare anche delle grandi opportunità. Vogliamo far crescere i collaboratori».

Potrebbe interessarti anche
Tags
dipendenti
rod
lugano
merito
franchi
meritocrazia
città
indennità
© Regiopress, All rights reserved