Luganese
24.09.2018 - 18:030

Lugano Città del Gusto: buona la prima

La rassegna dedicata all'enogastronomia ha attirato circa 15mila persone che hanno partecipato agli oltre 100 eventi in agenda

Lugano Città del Gusto: buona la prima, si pensa alla seconda. Si è chiusa ieri sera la rassegna che, per 11 giorni, ha proposto oltre 100 eventi enogastronomici nella città e nel suo distretto.  Sono circa 15'000 le persone che hanno preso parte agli eventi proposti.

A vincere l’ambiziosa sfida di Lugano Città del Gusto è stata la sua valenza formativa e culturale. Successo di pubblico per la mostra “Il gusto di ieri, oggi e domani”, ospitata a Villa Ciani, che ha visto, tra i protagonisti, anche la Compagnia Finzi Pasca e la Facoltà di Scienze Informatiche dell’Usi, dosando poesia, cultura, tecnologia e storia.

La prossima edizione dell'evento si terrà dal 12 al 22 settembre 2019 a Montreux. Nello spirito originario del progetto della Città del Gusto c’era l’idea di far incontrare realtà territoriali diverse per settore e competenze, riuscendo a metterle in sinergia. 

Buona anche la partecipazione del pubblico ai laboratori del gusto al Palazzo dei Congressi che, grazie ad un programma ricco di contenuti e spunti formativi, ha proposto conferenze, incontri, lezioni e workshop con produttori e professionisti ticinesi che hanno potuto raccontare ai partecipanti i segreti del settore, con una formula vincente a metà strada tra didattica e gusto. Alcuni appuntamenti hanno registrato il tutto esaurito nelle sale del Palazzo dei Congressi, come quelli a tema birra, pane, come anche l’incontro con Joan Roca, uno degli chef migliori al mondo, a Lugano per parlare di enogastronomia e turismo, un tema di grande attualità a livello internazionale.

Tempo di bilanci, ma anche occasione per guardare già al futuro, visto che nonostante il passaggio del testimone a Montreux, Lugano resterà Città del Gusto, con nuovi progetti per il 2019.

 

 

 

 

 

 

Tags
lugano
gusto
città
città gusto
lugano città
eventi
lugano città gusto
© Regiopress, All rights reserved