Ti-Press
Luganese
02.09.2018 - 16:470

È ufficiale: l'asilo di Campione non riapre

La sospensione delle attività è stata segnalata l'altroieri. Maroggia, Bissone e Melano in aiuto delle famiglie, ma una quindicina di bimbi senza soluzione.

Era nell'aria, ma ora c'è la conferma: la scuola dell'infanzia paritaria Giuseppe Garibaldi di Campione d'Italia non riaprirà domani. La sospensione “temporanea” delle attività scolastiche è stata segnalata venerdì – a soli tre giorni dall'inizio dell'anno scolastico – alle amministrazioni comunali, provinciali, regionali e statali, così come alle famiglie, dal dimissionario presidente della fondazione Claudio Bianchi. «Una mancanza di rispetto», secondo Clio Lanza della locale associazione genitori. «Il silenzio delle istituzioni (l'ultima comunicazione ufficiale del Comune, che si diceva convinto che una soluzione sarebbe stata trovata, risale al 22 maggio, ndr) – continua la mamma, da noi interpellata – ha convinto molti genitori a rivolgersi a strutture scolastiche di uno stato estero per poter garantire ai propri figli il diritto all'istruzione. Diritto che il nostro Stato non è stato in grado di difendere». Il riferimento è ai Comuni di Maroggia – fattosi avanti per primo, con tariffe alla portata dei campionesi –, di Bissone e di Melano, che accoglierennao diversi dei circa cinquanta bambini in età da asilo di Campione. Una quindicina di questi tuttavia restano per strada, o per meglio dire a casa, principalmente per motivi economici. Da noi contattata, non è stata possibile raggiungere l'assessora per l'istruzione dell'enclave, Annalisa Piccaluga, per un commento.

Tags
campione
stato
asilo
© Regiopress, All rights reserved