POZ
Campione d'Italia
03.01.2018 - 10:280

Campione, giù gli incassi del casinò. Ossigeno arriva dal cambio franco-euro

Più che dagli incassi del Casinò, unica azienda che in riva al Ceresio sarebbe in grado di generare valore aggiunto, è dal cambio euro-franco svizzero che arrivano notizie positive. Soprattutto dopo che ieri per un euro occorrevano 1,16862 franchi svizzeri. Anche i millesimi hanno un peso non indifferente. Sembra, quindi, avvicinarsi la quotazione (1,20) precedente alla decisione del gennaio 2015 della Banca Nazionale Svizzera allineare il valore delle due valute. Una mazzata da 20 milioni di franchi per la disastrata situazione finanziaria delle casa da gioco e di riflesso per il Comune. Una quotazione euro-franco svizzero che consente di assorbire, senza eccessivi traumi, almeno per ora, il calo degli incassi che al 31 dicembre 2017 sono stati pari a 91,5 milioni di euro, rispetto ai 92,8 milioni di euro del 2016.

Il calo in percentuale è stato dell'1,8%. Con 27 milioni di euro sono cresciuti del 2,1% i tavoli verdi, mentre le slot machine sono calate del 3,4%. Le macchinette mangiasoldi hanno incassato 64,2 milioni. Lo scorso dicembre con incassi a quota 7,46 milioni di euro è risultato negativo per tutti i settori: meno 12% i tavoli verdi, mano 4% le slot e meno 6% gli ingressi. Superiori alla media annuale che è stata di meno 5,5%. Il nuovo cambio euro-franco svizzero si rifletterà sul contributo statale destinato ad essere inferiore rispetto ai 7 milioni del 2017. Nella classifica degli incassi con 91,5 milioni di euro il Casinò di Campione ha scalzato dal primo posto quello di Venezia sceso a 90,6 milioni di euro, nettamente in calo rispetto 95,4 milioni dell'anno precedente. Nel 2017 la casa da gioco campionese al Comune ha trasferito 12 milioni di euro. Tredici in meno rispetto a quelli previsti nel bilancio comunale. Insomma, lo spartito è sempre lo stesso.

Tags
euro
milioni euro
incassi
rispetto
cambio
casinò
euro-franco svizzero
campione
calo
© Regiopress, All rights reserved