Samuel Golay
Lugano
30.12.2017 - 06:000

'Vanno trasferiti di ufficio in vicende così'

«Mai una notizia che riguarda un nostro agente coinvolto in inchieste è positiva». Dimitri Bossalini, presidente dell’Associazione delle polizie comunali ticinesi e comandante della polcomunale di Locarno, reagisce così alla notizia dei due agenti della polizia Città di Lugano e di Collina d’Oro coinvolti nell’inchiesta penale promossa dal procuratore generale aggiunto Antonio Perugini per concessa guida senza patente a una minorenne di 16 anni (in alcune circostanze la minore, compagna dell’agente di Lugano, si sarebbe pure messa al volante dell’auto di servizio). Sulla vicenda naturalmente vale la presunzione di innocenza. Resta il fatto che, mentre la Città di Lugano ha sospeso il proprio agente dal servizio, trasferendolo, in attesa dei risultati dell’inchiesta penale, all’Ufficio...

Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
ufficio
agente
© Regiopress, All rights reserved