Pablo Gianinazzi
Luganese
22.09.2017 - 09:460
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:21

Nuovo terminale per i bus e nuovo autosilo alla stazione di Lugano, il governo chiede 5,3 milioni

Un nuovo terminale bus in prossimità dell’attuale posteggio di Besso, a fianco della stazione di Lugano, un autosilo interrato con una capienza di 100 posti auto, un nuovo sottopassaggio stradale in zona Genzana e una nuova rotonda a Besso, in sostituzione dell'incrocio regolato da semafori.

È quanto prevede la prima fase del potenziamento delle infrastrutture della viabilità del nodo intermodale Ffs di Lugano per cui il Consiglio di Stato chiede al Gran Consiglio lo stanziamento di 1,903 milioni e l'autorizzazione a spenderne altri 3,475. Lo rende noto un comunicato del Cantone.

"Il nodo della stazione FFS di Lugano costituisce un punto fondamentale per la gestione
della mobilità nel Luganese. In questo ambito, il Piano dei trasporti del Luganese
ha definito l’indirizzo per un intervento in più fasi, che riguarda il potenziamento
dell’infrastruttura ferroviaria, della rete viaria, dei servizi di trasporto pubblico su gomma e della mobilità ciclopedonale", rileva la nota.

"L’intervento complessivo include anche la sostituzione dell’attuale sottopasso pedonale di Besso con una nuova opera di maggiori dimensioni e da accesso alla stazione sotterranea della Rete tram-treno del Luganese. Il nuovo sottopasso pedonale è integrato nell’incarto del progetto della Rete tram-treno del Luganese, la cui pubblicazione è prevista nel corso dell’autunno. Il costo complessivo dell’intervento, escluso il nuovo sottopassaggio pedonale, è stimato in 60,7 milioni franchi.

Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
intervento
rete
bus
luganese
nuovo terminale
besso
terminale
© Regiopress, All rights reserved