Carlo Reguzzi
Lugano
30.03.2017 - 14:310
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:11

Lugano, Forum alternativo: 'Sul Cardiocentro Giudici non rispetta i patti'

“Già i romani dicevano 'pacta servanda sunt’ cioè i patti devono essere rispettati”. Comincia così la nota diffusa oggi da Forum alternativo sulle esternazioni dell’ex sindaco di Lugano Giorgio Giudici secondo cui nel futuro del Cardiocentro deve esserci un partenariato tra pubblico e privato e non l’assorbimento da parte dell’Eoc. Agli occhi di Forum alternativo la regola fondamentale della convivenza civile sembra non valere per il presidente della Fondazione Cardiocentro che “non vuole rispettare l’accordo sottoscritto negli anni Novanta che dava gratuitamente al Cardiocentro un diritto di superficie a condizione che entro il 2020 rientrasse nell’Eoc. Giudici propone ora “un’inciucio pubblico-privato, la creazione di un’altra Sa, come quelle che il popolo ha respinto in votazione il 6 giugno scorso”. Giudici “si mostra come sempre antidemocratico e autoritario”: la Sa preserverebbe l’unicità del Cardiocentro. Come se Neurocentro e Iosi, anch’essi nell’Eoc, non fossero unici. Ma “per Giudici solo quello che fa lui è unico... come per i debiti milionari lasciati alla città di Lugano...”.

Davide Agosta
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved