Francesca Agosta
Lugano
27.01.2017 - 17:390
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:11

Albertini (Ppd): 'P&R e trasporto pubbico, quo vadis?

I cittadini residenti a Lugano interessati dalla nuova politica cantonale nella gestione dei posteggi e della nuova regolamentazione delle aree di P&R finora gratuite, presentata ieri,' si ritrovano nuovamente in difficoltà – scrive Giovanni Albertini (Ppd) in un'interrogazione al Municipio – a causa di una riorganizzazione che li penalizza per quel che concerne il lato finanziario, il mancato adeguamento del trasporto pubblico e l’ulteriore sottrazione di zone di parcheggio. Nonostante siano residenti, pur avendo l’abbonamento arcobaleno della zona 10 e pagando le tasse regolarmente alla Città di Lugano, i cittadini si trovano tagliati fuori dalla nuova regolamentazione dei P&R. Ancora una volta a beneficiare delle infrastrutture messe a disposizione dalla città e pagate dai contribuenti stessi, saranno persone provenienti dall’esterno. A causa di questa riorganizzazione ci sono famiglie che non saranno più in grado di far coincidere orari di lavoro e gestione famigliare'. Quattro le domande:

1)     Il Municipio di Lugano ha intenzione di estendere ai propri cittadini, senza limitazioni, previo possesso di abbonamento arcobaleno, la facoltà di stipulare un abbonamento P&R?

2)    Il Municipio ha adeguato, prima del nuovo regolamento P&R, l’offerta del trasporto pubblico? Se la risposta dovesse essere negativa, come e con quali tempistiche si intende rispondere alle nuove e aumentate esigenze dei cittadini di Lugano?

3)    Recentemente la TPL ha modificato il percorso di diversi bus, ad esempio escludendo la zona di Cassarate da qualunque collegamento diretto con il capolinea di Cornaredo, considerando che alcuni cittadini lo considerano un disservizio, cosa intende fare il Municipio di Lugano per apportare i giusti correttivi? 

4)    La prevendita delle tessere P&R avverrà a partire dal 01.02.2017 fino ad esaurimento, considerando un prevedibile assalto agli uffici preposti. Il Municipio considera la modalità scelta quella piu idonea e corretta?

 

© Regiopress, All rights reserved