Luganese
27.04.2016 - 08:520
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:10

Gabriella Mereu: un ordine antidemocratico del sindaco 

Non ha gradito, Gabriella Mereu, la decisione di annullare la sua conferenza prevista a Tisana: la dottoressa (che non può esercitare in Svizzera) nota per la sua contestata terapia verbale – in grado di curare, anche con invettive, malattie gravi come paralisi ed epilessie –  ha scritto alla Regione lamentando gli attacchi diffamatori e, soprattutto, "l'antidemocratico ordine del sindaco di Lugano perché io non svolgessi la mia relazione a Tisana".

Inoltre, "per essere capita bene nella mia ricerca" Gabriella Mereu chiede "di essere sentita da una commissione di esperti composta da un grafologo morettiano, un medico omeopata unicità, uno psicologo o psichiatra Junghiano, un floriterapeuta esperto e un epistemologo.

© Regiopress, All rights reserved