Gabriele Putzu
Luganese
18.04.2015 - 06:200
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:08

Furti in ogni Cantone, 5 in aula

Ha confessato la banda di cittadini albanesi che nell’arco di 8 mesi ha compiuto una quarantina di furti con scasso per una refurtiva di 180mila franchi. Non solo in Ticino ma un po’ in tutti i Cantoni della Svizzera. L’inchiesta, denominata Aquila, approderà in aula penale: cinque gli imputati, tutti rinviati davanti alle Assise criminali di Lugano il prossimo 6 e 7 maggio. I colpi sono avvenuti tra il febbraio e il settembre scorso, quando la banda è stata tratta in arresto. In un operazione congiunta tra polizia cantonale e guardie di confine, quattro autori erano stati ammanettati a Balerna mentre rientravano in Italia dopo aver colpito nel Canton Grigioni. In Italia, a seguito dell'emissione di un mandato di cattura internazionale, è stato preso il quinto componente della banda e...

© Regiopress, All rights reserved