laRegione
Nuovo abbonamento
scuola-lavoro-un-sondaggio-per-capire-e-aiutare
Coinvolte nel sondaggio le famiglie degli scolari delle Terre di Pedemonte (veduta), del Comune di Centovalli e del Comune di Onsernone (foto archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
6 ore

Coleottero giapponese, se trovato va segnalato

La città di Lugano illustra come agire in caso di ritrovamento dell'atavico divoratore di piante
Locarnese
6 ore

Locarno, lavori notturni in via Simen

Dal 17 al 22 agosto completa chiusura al traffico dalle 20 alle 5.30 per la nuova pavimentazione
Luganese
6 ore

Condanna definitiva per il ginecologo luganese Piercarlo Rey

Nessun ricorso al Tribunale federale. La vicenda giudiziaria per lesioni colpose gravi - asportò per errore entrambi i seni a una paziente - è chiusa
Luganese
7 ore

Il luganese Davide Staedler miglior Ceo d'Europa

Lo ha annunciato la rivista inglese Mnthly, specializzata nelle tematiche di gestione aziendale
Luganese
8 ore

Gardi Hutter attesa al Longlake Festival di Lugano

Prosegue il calendario intenso della kermesse cittadina, tra teatro, cinema e incontri
Gordola
8 ore

È morto Marzorini, ‘il burbero gentile’

Avvocato e notaio, già presidente del Gran Consiglio, era un grande appassionato di tiro
Ticino
8 ore

Burqa come sacchi dell'immondizia: niente processo per Robbiani

Decreto d'abbandono per il granconsigliere leghista dopo un post su Facebook del 2014. Esclusi i reati di discriminazione razziale e perturbamento della libertà di credenza.
Bellinzonese
8 ore

Domenica la corsa in salita da Faido al Lago di Carì

Quarta edizione con 1'600 metri di dislivello ma anche con un walking popolare
Grigioni
9 ore

Ferragosto a San Bernardino col mercato alpino

Ricco programma di eventi e animazioni sabato 15
Luganese
9 ore

Traversate del lago: a Lugano sold out, al ponte diga il bis

Gli organizzatori della gara popolare cittadina hanno ottenuto l'autorizzazione cantonale. A settembre la nuotata tra i lidi di Melide e Bissone
Locarnese
10.07.2020 - 06:000

Scuola-lavoro, un sondaggio per capire e aiutare

Un questionario alle famiglie di Terre di Pedemonte, Onsernone e Centovalli per riorientare i servizi e le risorse finanziarie

Un aiuto, concreto, a mamme e papà che lavorano entrambi e che hanno figli in età scolastica, dai 0 ai 15 anni. A tendere la mano sono i municipi dei Comuni di Terre di Pedemonte, Onsernone e Centovalli che, di comune intesa, hanno recapitato in questi giorni alle famiglie toccate dall'iniziativa un questionario. Una serie di domande alle quali i genitori sono invitati a rispondere e che permetteranno, una volta rientrati i formulari, di valutare come orientare l'offerta dei servizi e l'utilizzo delle risorse finanziarie da parte dei tre enti. Ma, soprattutto, di capire se vi sia - o meno - la necessità di introdurre dei servizi supplementari agli attuali. Va da sé che più risposte rientreranno, più sarà facile, per l'autorità, capire quelle che sono le reali richieste delle famiglie.

Situazioni di stress e fatica da conciliare

Non di rado, infatti, quando entrambi i genitori lavorano, prendersi cura dei propri figli durante l'anno scolastico risulta difficile.  I genitori sono infatti costretti, oltre che a gestire il proprio impegno professionale, a trovare delle soluzioni organizzative funzionali. Emergono allora situazioni di stress, fatica, preoccupazione di non riuscire a gestire al meglio i propri doveri proprio a causa della mancata presenza continua.

Arrangiarsi da soli non è evidente, soprattutto se non si ha la possibilità di affidarli a parenti o vicini (ad esempio per il pranzo, o al termine delle lezioni). Per rispondere ai problemi dei propri cittadini, ecco dunque che le autorità si sono mobilitate, come conferma Ottavio Guerra, sindaco di Centovalli: «Il nostro obiettivo primario è di andare incontro il più possibile alle esigenze delle famiglie residenti e, si spera, a quelle che sceglieranno di stabilirsi da noi in futuro. Riteniamo che questa possa essere un'ulteriore verifica in funzione dell'eventuale realizzazione di un istituto scolastico unificato». Gli fa eco Dario Trapletti, municipale e capo dicastero educazione di Terre di Pedemonte: «La necessità di tastare il polso alle famiglie è emersa all'interno del gruppo di lavoro creato allo scopo di migliorare le sinergie tra le nostre realtà e arrivare, forse un giorno non tanto lontano, all'istituto scolastico unico. Questo sondaggio, ad ampio raggio ed esaustivo, ci consentirà inoltre di vedere come sono cambiate, negli anni, le esigenze dei genitori che lavorano. Siamo certi che emergeranno delle problematiche  comuni alle tre realtà, ma sicuramente anche delle differenze (penso in particolare difficoltà legate alla logistica, vista la particolarità dei nostri rispettivi territori). A noi autorità spetta il compito di assicurare il dovuto sostegno. Una buona organizzazione e servizi funzionali dimezzano la fatica per mamme e papà che lavorano». 

Salvare la scuola in valle

Infine per il sindaco di Onsernone, Cristiano Terribilini, «la scuola è di fondamentale importanza e vogliamo salvaguardare la sua presenza in Valle Onsernone. Per far questo occorre, se necessario, trovare anche soluzioni innovative che possano coniugare la qualità e l’attrattività dell’offerta scolastica con la fattibilità finanziaria e amministrativa. Il sondaggio vuole verificare quali sono le esigenze delle famiglie in questo ambito e servire quindi da punto di partenza per una discussione con i comuni di Centovalli e Terre di Pedemonte che sia libera da preconcetti, ma basata sulle reali esigenze della popolazione».

© Regiopress, All rights reserved