Ti Press
Locarnese
04.08.2019 - 09:010

Sfuma la sfida a nuoto Tenero-Sesto Calende

Alberto Salvi, dopo aver nuotato per 29 ore consecutive, ha dovuto abbandonare per un principio di ipotermia

Ha dovuto gettare la spugna a pochi chilometri dal traguardo. Alberto Salvi non ce l’ha fatta. Partito venerdì poco dopo le 16.00 dal camping Campofelice di Tenero non è riuscito ad arrivare a nuoto fino a Sesto Calende. Ne ha riferito la Rsi. Dopo quasi 29 ore consecutive trascorse in acqua, a tre chilometri dal traguardo, il nuotatore ha dovuto abbandonare la sfida personale per un principio di ipotermia.
I giudici che seguivano la sua impresa a bordo di una barca hanno deciso di non farlo proseguire, preoccupati per il suo stato di salute. L'uomo, attualmente ricoverato in ospedale per accertamenti, voleva attraversare il Lago Maggiore, una settantina di chilometri in tutto, senza alcun supporto o appiglio per poter fare una sosta. Un'impresa partita in salita.  Già perché il 51enne varesino, partito sabato all'alba per lungo tempo ha dovuto lottare contro forti correnti contrarie, nelle vicinanze delle Isole Borromee, che lo hanno chiamato a un dipendio notevole di energie caratterizzati da rallentamenti.

Potrebbe interessarti anche
Tags
dovuto
sfida
calende
nuoto
sesto calende
sesto
salvi
alberto salvi
dovuto abbandonare
alberto
© Regiopress, All rights reserved