(Ti-Press)
Locarnese
26.06.2019 - 13:150

Droni nel cielo sopra Locarno, ecco dove non si può volare

Le limitazioni imposte dal Municipio per evitare sorvoli abusivi durante gli assembramenti di persone nelle piazze pubbliche

Limitazioni per i droni nel cielo sopra Locarno. A fissare i paletti è il Municipio, che – rifacendosi alle normative federali –, specifica alcune regole, “al fine di garantire la sicurezza della popolazione e la protezione di zone particolarmente sensibili, come eliporti e ospedali”.


Le limitazioni attorno agli eliporti degli ospedali

I droni negli ultimi anni sono diventati sempre più popolari e accessibili. Possono essere acquistati anche da privati e, in termini giuridici, sono equiparati agli aeromodelli; il loro volo è quindi disciplinato da una specifica ordinanza federale, che ne permette l’utilizzo senza alcuna autorizzazione se il peso è inferiore ai 30 chili. Il Municipio cittadino, anche pensando agli eventi estivi ‘open air’ previsti nei prossimi mesi e sottolineando l’assenza di direttive o disposizioni Cantonali, ricorda quali sono le regole fondamentali e le limitazioni specifiche adottate dalla città. Prima di tutto chi possiede uno di questi apparecchi deve informarsi alla pagina web “Piloto il mio drone in modo sicuro”. Inoltre, è già in vigore il divieto all’interno di un raggio di 5 chilometri dalle piste dell’aeroporto e sullo spazio aereo controllato (Ctr) comprendente i quartieri di Gerre di sotto, Isola Martella, Monda di Contone e uno spicchio di zona a Gudo. In linea di principio i droni non possono essere impiegati né nell’ambito di assembramenti di persone né in mancanza di contatto visivo diretto. In casi eccezionali, l’Ufac può tuttavia rilasciare un’autorizzazione (che ha un costo e il cui esame richiede un certo tempo).

In aggiunta alle disposizioni federali, e in accordo con il Municipio di Muralto (il cui territorio viene toccato dalla limitazione), Locarno ha adottato alcune disposizioni speciali: per i droni tra i 500 grammi e i 30 chili, se c’è l’ok di Skyguide/Ufac per l’utilizzo nell’ambito di assembramenti di persone (durante eventi e manifestazioni) il pilota dovrà inoltrare, di principio con un anticipo di almeno una settimana, alla Polizia comunale (polizia.comunale@locarno.ch) e all’Ufficio manifestazioni eventi (manifestazioni@locarno.ch) copia dell’autorizzazione Ufac. Se si vuole volare sulle piazze pubbliche, occorrerà fornire indicazione dei giorni e del periodo orario di utilizzo previsto, con i dati per poter raggiungere telefonicamente il responsabile. Il pilota dovrà indossare un gilet ad alta visibilità. I droni sotto i 500 grammi non possono venir usati nel raggio di 500 metri attorno agli eliporti dei due ospedali cittadini (La Carità e Clinica Santa Chiara) senza una specifica autorizzazione della Polizia comunale, che prevede una serie di obblighi (giorni e orario d’utilizzo, gilet, Rc). Il Municipio ricorda che se si effettuano riprese da un drone, bisogna rispettare le disposizioni della legge sulla protezione dei dati relative alla tutela della personalità.

Potrebbe interessarti anche
Tags
droni
municipio
locarno
autorizzazione
limitazioni
disposizioni
utilizzo
ospedali
assembramenti
ufac
© Regiopress, All rights reserved