Archivio Ti-Press
Gambarogno
21.05.2019 - 16:260
Aggiornamento : 16:48

Arrestati per danneggiamenti, avrebbero colpito in modo mirato

Gomme tagliate e carrozzerie rigate in Gambarogno; a quanto pare le vittime appartengono tutte alla medesima famiglia

Emergono nuovi dettagli sulla vicenda che ha portato all'arresto, lo scorso 17 maggio, di due persone sospettate di aver compiuto una serie di danneggiamenti in Gambarogno. Le manette sono scattate ai polsi di un 35enne cittadino svizzero e di una sua coetanea italiana, entrambi residenti nel Bellinzonese.

Nelle scorse settimane la coppia avrebbe preso di mira almeno sei veicoli nel Gambarogno. A quanto è dato di sapere, non sono stati vandalismi messi a segno a caso, ma si è trattato di vere e proprie spedizioni punitive mirate. I proprietari dei veicoli, che risiedono nel Basso Gambarogno, si sono ritrovati a più riprese con le gomme bucate e le fiancate delle vetture rigate. Diversi gli episodi denunciati alla Polizia cantonale, sia a Dirinella, sia a Scaiano. In un caso (riportato a suo tempo da Tio.ch) su un’automobile era stato attaccato un messaggio minatorio.

I reati ipotizzati sarebbero quindi dovuti a una sorta di vendetta. Le vittime, infatti, appartengono tutte a una medesima famiglia.
I motivi che hanno scatenato le spedizioni vandaliche, tuttavia, non sono noti e dovranno essere chiariti nel corso dell’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore generale Nicola Respini. Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale, oltre a confermare l’arresto, indicano che l’identificazione e il successivo fermo dei due “sono stati resi possibili dagli accertamenti scaturiti dall’apposita inchiesta della Polizia cantonale”.

Nei confronti della coppia s’ipotizzano gli addebiti di danneggiamento, coazione, minaccia, ingiuria, calunnia e diffamazione. La misura restrittiva della libertà è già stata confermata dal Giudice dei provvedimenti coercitivi.

Potrebbe interessarti anche
Tags
gambarogno
polizia
polizia cantonale
danneggiamenti
© Regiopress, All rights reserved