Ti-press
Locarnese
05.12.2018 - 16:450
Aggiornamento : 19:51

Navigazione: firmato il contratto collettivo

Per i battellieri del Lago Maggiore, passati alla Società navigazione Lugano.

Dopo lunghi mesi di attesa e un’impegnativa negoziazione tra le parti, ieri sera l’assemblea dei dipendenti ha finalmente potuto votare il Contratto collettivo di lavoro valido da primo gennaio 2019 sul Lago Maggiore. Un voto unanime da parte dell’assemblea, si legge nel co,municato diffuso dai sindacati Sev, Unia e Ocst, “che denota il grande sostegno di cui ha beneficiato il testo negoziato“.

L’assemblea ha per altro sottolineato il punto dolente relativo ai livelli salariali previsti, ritenuti troppo bassi per dei dipendenti che subiranno mediamente importanti diminuzioni di salario rispetto alla situazione attuale, solo in parte mitigate dalle misure transitorie concordate sotto l’egida dell’Ufficio Cantonale di Conciliazione.  

Sindacati e maestranze condividono con la direzione della Società navigazione di Lugano “la certezza che la firma di questo CCL permetterà di sostenere al meglio lo sviluppo dell’attività sul lago, nell’interesse di tutte le parti in causa e della popolazione residente nella regione, che desiderano per altro ancora una volta ringraziare per il sostegno dimostrato anche negli ultimi mesi“.

In conclusione, i sindacati e l’Assemblea dei dipendenti confermano la loro soddisfazione per il risultato raggiunto e ringraziano il consigliere di Stato Christian Vitta per l’impegno profuso attraverso l’Ufficio Cantonale di Conciliazione.

L'azienda è soddisfatta

“L’accordo sul CCL è scaturito da una serie d’incontri fra il Presidente del Governo Claudio Zali, il Consigliere di Stato Christian Vitta, il Presidente di SNL, Agostino Ferrazzini con i suoi stretti collaboratori ed una rappresentanza sindacale con l’intento di formalizzare un contratto collettivo di lavoro riguardante la navigazione sul bacino svizzero del Verbano” si legge in un secondo comunicato, diffuso dalla Società di Navigazione del Lago di Lugano.
 
“L’intesa raggiunta rappresenta una soluzione equa e soddisfacente che risponde agli interessi dell’azienda SNL, dei lavoratori e del Consorzio dei Laghi, rispettando il principio della parità di trattamento dei due bacini ticinesi. Il Presidente della Società Navigazione Lago di Lugano Agostino Ferrazzini si dice soddisfatto per essere giunti a una proposta di contratto collettivo di lavoro (CCL) relativo ai dipendenti operanti sul lago di Locarno che garantisce una continuità aziendale a tutela dei posti di lavoro oggi esistenti sui due laghi, rafforzando così il progetto iniziato un anno e mezzo fa.
 
In questo senso, si aprono anche nuove prospettive di sviluppo per migliorare l’offerta turistica sui nostri laghi e contemporaneamente promuovere il trasporto di linea integrato alla rete dei trasporti pubblici sul territorio ed alternativo a gomma e rotaia. La navigazione di linea sui due laghi, inoltre, si propone come valida alternativa al trasporto individuale con vetture private e come alleggerimento del traffico, con evidenti benefici economici ed ecologici. SNL ringrazia il Dipartimento del Territorio nella persona del Presidente del Governo Claudio Zali e il Consigliere di Stato Christian Vitta per l’impegno profuso e per il ruolo determinante che hanno avuto nel giungere ad una soluzione positiva della vertenza”.

Tags
lago
navigazione
contratto collettivo
contratto
laghi
società navigazione
assemblea
lugano
dipendenti
lavoro
© Regiopress, All rights reserved