Ti-Press
Locarnese
15.11.2018 - 06:400

Dai commercianti di Ascona strategie scaccia crisi

Nuove pubblicazioni e grande attenzione ai social per promuovere gli acquisti e la 'dolce vita' nel borgo

La presenza dei turisti nell’alta stagione è solo uno dei fattori che permette al settore del commercio al dettaglio di Ascona di affrontare un periodo oggettivamente non facile. La concorrenza degli acquisti online si sente, ma i negozianti locali non si scoraggiano. Con un’offerta ampia e un’alta qualità nell’accoglienza dei clienti, contraccano. E non solo. Ieri, per dirne una, è stata presentata ai media la pubblicazione Ascona Magazine (15mila copie, 190 pagine in 3 lingue), che ha un suo sito (quasi 100mila visitatori in sei mesi) e che è pure presente sui social (oltre 6mila followers su instagram e quasi 13mila 500 su facebook). Una rivista e un sito proposti dall’Associazione del cuore di Ascona per promuovere la località lacustre nelle sue tante diverse sfaccettature. «Il tutto passando dai canali più “tradizionali” e nei media sociali più moderni: i primi si rivolgono a target consolidati, mentre con il web e i social vogliamo raggiungere pubblici nuovi», hanno spiegato i responsabili dell’Associazione. La rivista è stata distribuita capillarmente e in modo mirato a 2700 destinatari scelti (alberghi asconesi e a nord delle Alpi, in 74 locali pubblici, in centri benessere, nei circoli sportivi, nei negozi che aderiscono all’iniziativa e in altri luoghi).

Un volantino a tutti i fuochi

Ma c’è di più; nei giorni scorsi, con la fattura dell’elettricità (e con l’autorizzazione del Municipio), a tutti i fuochi del borgo è stato recapitato un volantino, promosso da un altro gruppo spontaneo di commercianti. Tra di loro, Adriana Pancaldi: «Il primo scopo è quello di sttolineare il fatto che i negozi sono attivi anche in inverno: 130 attività su 200 sono aperte tutto l’anno. Ma vogliamo anche ricordare agli abitanti di Ascona, e pure a tutti i ticinesi, che l’offerta è vasta e nei negozi si trova un po’ di tutto». Una sorta di centro commerciale a cielo aperto: «La qualità dell’accoglienza è un nostro fiore all’occhiello». E l’intervistata prosegue: «Siamo un settore economico importante per il Borgo, non fosse che per i numerosi posti di lavoro. È quindi necessario che ci sia un sostegno anche da parte della clientela locale». Le autorità, dal canto loro, si muovono nella stessa direzione, ad esempio con agevolazioni sulle tariffe dei posteggi: 3 ore gratuite agli Angioli (da oggi e fino al 28 febbraio prossimo) e all’autosilo comunale (per tutto il mese di dicembre). Senza dimenticare l’Associazione manifestazioni Ascona, con i suoi mercatini d’inizio dicembre, animati da diverse attrazioni.

Potrebbe interessarti anche
Tags
ascona
negozi
associazione
borgo
commercianti
© Regiopress, All rights reserved