©Ti-Press / Francesca Agosta
Tradizioni locali da preservare
Gambarogno
20.12.2017 - 07:500

Corsi facoltativi di dialetto alle scuole elementari in Gambarogno 

Corsi facoltativi di dialetto ticinese per gli alunni delle scuole elementari del Gambarogno. La proposta è giunta, tramite un'interpellanza, dal consigliere comunale Giovanni Pampuri (del Gruppo per Gambarogno). Obiettivo: “mantenere viva la fiamma dialettale della nostra regione prima che si estingua”.

Il Municipio nella sua risposta prende atto dell'idea, ma afferma che non spetta all'Esecutivo occuparsene direttamente. L’istituto scolastico comunale organizza annualmente decine di corsi doposcuola (485 gli iscritti nel periodo 2016-2017). Chiunque può avanzare proposte nelle diverse materie, dialetto compreso. Poi spetta alla direzione valutarle e decidere: “Se supportato da sufficienti richieste – conclude il Municipio –, il corso potrà essere promosso dall’interpellante”. Lunedì sera, nel corso della seduta di legislativo, Pampuri si è dichiarato soddisfatto della risposta.

Lo stesso tema era stato trattato dalla Città di Lugano. Lo scorso ottobre il Consiglio comunale – su proposta della Lega – era arrivato alla conclusione di passare la questione “dialetto” ai doposcuola, affidati alle assemblee dei genitori, con corsi facoltativi dedicati alll’idioma nostrano, per rendere partecipi gli alunni della ricchezza della storia e della cultura locale. Il tutto evitando però d’inserire una norma specifica nel regolamento dell’Istituto scolastico comunale.

Tags
dialetto
corsi
gambarogno
corsi facoltativi
scuole
scuole elementari
© Regiopress, All rights reserved