Pablo Gianinazzi
Lo sciopero prosegue
Locarno
27.06.2017 - 10:520
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:19

Navigazione, l'Uss parla di smantellamento del servizio pubblico. E invita alla grigliata popolare di solidarietà al debarcadero

"È purtroppo legittimo vedere dietro ai licenziamenti un’operazione che mira a smantellare il servizio pubblico e sostituire le condizioni lavorative vigenti. Si ripete così la corsa al ribasso che penalizza tutti: lavoratrici e lavoratori, utenza e popolazione". È un passaggio della nota diramata pochi minuti fa dall'Unione sindacale svizzera in merito al "caso" della Navigazione Lago Maggiore con i suoi 34 dipendenti licenziati (con effetto 1° gennaio 2018) e oggi al terzo giorno di sciopero.

"Le lavoratrici e i lavoratori mostrano grande coraggio nel volersi battere per difendere un servizio che da tempo costituisce un fiore all’occhiello del turismo nella regione del Lago Maggiore. Le manovre che hanno prodotto questa situazione sono riconducibili alla volontà di introdurre logiche privatistiche sacrificando servizio all’utenza e condizioni di lavoro dignitose", scrive l'Uss. E ancora: "Come sostengono i sindacati impegnati a fianco dei dipendenti: attualmente il servizio della Nlm è garantito 365 giorni all’anno con grande professionalità da parte del personale. Il servizio regolare Magadino-Locarno, apprezzato dai pendolari, sgrava la rete stradale di una regione già particolarmente sollecitata dal traffico. La Nlm garantisce 34 posti di lavoro a residenti nella regione. I salari sono salari svizzeri e la Nlm rispetta il contratto collettivo delle Fart. È inaccettabile che venga firmato un accordo internazionale tra Stati volto a migliorare l’offerta e si cominci licenziando tutti. È necessario che da parte delle autorità e della politica si agisca rapidamente per scongiurare la perdita di posti di lavoro di qualità e condizioni lavorative dignitose".

Stasera, intanto, dopo che si saprà qualcosa di ufficiale rispetto all'incontro avuto ieri fra lavoratori, sindacati e ministri Bertoli e Zali, dalle 19 al debarcadero di Locarno si terrà una grigliata di solidarietà cui la popolazione è caldamente invitata a partecipare.

Potrebbe interessarti anche
Tags
servizio
lavoro
grigliata
condizioni
solidarietà
lavoratori
nlm
uss
navigazione
debarcadero
© Regiopress, All rights reserved