laRegione
Nuovo abbonamento
losone-viabilita-a-singhiozzo-per-due-anni-presto-al-via-i-lavori-su-alcune-delle-strade-principali
©CER/Ti-Press/Davide Agosta
L'investimento ammonta a 4,9 milioni di franchi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
9 ore
Sottrasse quasi 15 milioni, ex consulente rinviato a giudizio
L'ex dipendente della Banca Raiffeisen di Lugano aveva quale obiettivo la fuga a Panama. Ora dovrà rispondere di truffa per mestiere
L'ospite
9 ore
La Foce è adatta anche agli eventi
Municipale luganese replica all'opinione della collega Ps sulla gestione di rive e Parco Ciani
Coronavirus
10 ore
Visiere poco utili, meglio le mascherine. Ma non basta
Protezione facciale in plastica insufficiente. Le priorità comunque restano distanze di sicurezza e igiene. Garzoni (Moncucco): ‘Troppi dimenticano le regole’.
Isone
10 ore
Dopo la morte del soldato sospesi i test più pesanti
In caserma attività alleggerita. La vicenda è ora oggetto di una indagine, affidata alla giustizia militare
Grigioni
10 ore
La Parrocchia di San Vittore si lancia nel grotto Matafontana
Da marzo del prossimo anno l'intento è di far diventare il ritrovo un luogo di aggregazione, offrire posti di lavoro e valorizzare prodotti del territorio
Locarnese
11 ore
Locarno, propone la festa per il Primo agosto in Città
Ospite in Piazza Grande quale relatore sarà Angelo Trotta, nuovo direttore di Ticino Turismo
Locarnese
12 ore
Mappo-Morettina bloccata da tamponamento. Ora riaperta
Il traffico nella galleria era rimasto bloccato in entrambe le direzioni. Non ci dovrebbero essere feriti né danni ingenti
Grigioni
12 ore
Cumbel, mezzo agricolo precipita in un burrone
Dall'autobotte privo di conducente sono fuoriusciti circa 100 litri di colaticcio
Ticino
12 ore
Spedizionieri, chiesta l'obbligatorietà del Contratto collettivo
Le Aziende ticinesi imprese di spedizione e logistica: 'Il coronavirus accentua le difficoltà, pubblicata sul Foglio ufficiale la richiesta'
Losone
31.03.2017 - 07:400
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:11

Losone, viabilità a singhiozzo per due anni. Presto al via i lavori su alcune delle strade principali

Dal prossimo mese di maggio e fino all’autunno del 2018 a Losone verranno eseguiti lavori su alcune delle strade principali del comune, soprattutto via Locarno e via Municipio. Un cantiere che causerà disagi alla popolazione locale, a chi transita (soprattutto in provenienza dalle Centovalli) e ai titolari di diversi esercizi pubblici (almeno cinque, tra alberghi e ristoranti), di commerci e uffici della zona toccata. Mercoledì sera, al Centro la Torre, nel corso di una serata pubblica, il sindaco Corrado Bianda, il capodicastero Edilizia pubblica Daniele Pidò e l’ingegnere del traffico Francesco Allievi hanno spiegato nel dettaglio come si procederà. «Chiediamo sin d’ora comprensione agli abitanti – ha affermato Bianda –. Chi avrà ulteriori suggerimenti o vorrà proporre soluzioni per ridurre l’impatto potrà rivolgersi al nostro Ufficio tecnico». Pidò, dal canto suo, ha ribadito la necessità d’intervenire sulle canalizzazioni, sulle condotte dell’acqua potabile, sulle reti elettriche e di comunicazioni e per la posa dei tubi del teleriscaldamento della centrale termica Erl. È invece toccato ad Allievi addentrarsi nei dettagli tecnici dell’operazione. «Oltre alle opere sotterranee, bisogna pure adattare quelle in superficie – ha affermato –. Ci sono passaggi pedonali che non soddisfano più i requisiti minimi e alcuni incroci e sbocchi su via Locarno, via Municipio e all’Arbigo che dovranno essere sistemati, dando continuità ai marciapiedi dove è necessario. Pure le fermate del bus Fart saranno adattate agli utenti disabili secondo i nuovi standard».
Entrando nel merito del cantiere, l’ingegnere del traffico ha segnalato che in alcuni casi le strade saranno completamente chiuse; in altri il traffico viaggerà alternativamente su una corsia, regolato da un semaforo. «In linea di massima sarà garantito l’accesso ai fornitori e per i servizi principali, come casa comunale, Posta e polizia. Per i pedoni sarà sempre possibile transitare, se necessario su apposite passerelle. L’offerta di posteggi pubblici rimarrà, seppur spostata, e anche per gli stalli dei privati verranno proposte alternative provvisorie».
Il bus delle Fart da inizio maggio cambierà il suo itinerario; non passerà più dalla Posta e da via Municipio, ma da via Mezzana, dove ci sarà una fermata. Dall’ex caserma rientrerà sull’Arbigo per poi salire verso l’albergo Belvedere (piazza di giro) e quindi tornare in via Mezzana. Un percorso che varrà per l’intero periodo del cantiere. Di più: Allievi ha annunciato che la fermata in via Cesura sarà soppressa definitivamente. «Ad ogni tappa verranno diffuse le informazioni tramite volantini, comunicati stampa e altri canali», ha concluso il relatore.
I lavori, globalmente, costeranno 4,9 milioni di franchi: 3,2 dal Comune (in parte sussidiati), il resto a carico degli altri enti coinvolti nel progetto. Poche le perplessità manifestate dalla sala (comunque gremita). Il sindaco, rispondendo a una domanda dell’architetto Antonio Pisoni, ha annunciato che più avanti, così come definito nel Paloc, è previsto un abbellimento della via Locarno, dalla rotonda del ponte a quella su via Mezzana. Una valorizzazione che prevede, nel contempo, migliorie per bus e mobilità lenta.

© Regiopress, All rights reserved