laRegione
Nuovo abbonamento
porto-del-gambarogno-a-giorni-l-attribuzione-degli-appalti-ditte-italiane-prime-in-classifica
Il progetto da oltre 15 milioni di franchi
Gambarogno
14.07.2016 - 14:490
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:10

Porto del Gambarogno, a giorni l'attribuzione degli appalti: ditte italiane prime in classifica

Il Municipio del comune di Gambarogno deciderà a giorni a quali ditte attribuire le opere principali di realizzazione del futuro porto regionale in zona Sass di Sciatt a San Nazzaro, che costerà globalmente 15,5 milioni di franchi. In pole position per la delibera dei lavori per il molo frangiflutti e il falso fondale (per un totale di circa 9 milioni) ci sono due ditte italiane. “Purtroppo non abbiamo spazi di manovra in base al Concordato intercantonale sugli appalti pubblici – ha spiegato stamane, nel corso di una conferenza stampa, il sindaco Tiziano Ponti –. Le prime in classifica sono aziende della vicina Penisola”. Progettisti e autorità hanno convocato i vertici di queste ditte per metterli sulla graticola, senza trovare irregolarità.

I lavori della struttura, che con il suo falso fondale costituirà una “prima” a livello mondiale, potrebbero iniziare già il prossimo mese di settembre. Salvo intoppi o ricorsi, i 280 posti barca saranno agibili dalla primavera del 2018. Il porto prevede nella parte a terra posteggi, un ristorante e la capitaneria. Permetterà un riordino delle rive, con l'eliminazione di molte boe, e farà da volano a progetti naturalistici, percorsi pedonali e ciclabili, sistemazione dei delta di Magadino, Vira e Gerra.

© Regiopress, All rights reserved