L'esemplare M13 abbattuto sette anni fa in Valposchiavo (Keystone)
Grigioni
08.04.2020 - 17:240
Aggiornamento : 19:07

Nuovo orso in Valposchiavo, avvistamento confermato

L'esemplare è stato videofilmato da una donna in località Splüga. Allertati apicoltori e agricoltori della regione

Da lunedì un orso si aggira per la Valposchiavo ed è stato avvistato in pieno giorno in una bandita di caccia in località Splüga (Poschiavo). La notizia è stata confermata oggi a Keystone-Ats dall'Ufficio caccia e pesca dei Grigioni. Come riferito dal portale 'il Bernina il plantigrado è stato ripreso da una donna col proprio cellulare mentre nel pomeriggio correva liberamente ai margini del bosco. Dopo l'avvistamento, accertato dai guardiani della selvaggina, agricoltori e apicoltori sono stati allertati via sms, seguendo l'usuale procedura in caso di presenza accertata di grandi predatori. Il sito 'Il Grigione Italiano' precisa che la Società apicoltori di Poschiavo e Brusio ha già provveduto ad avvisare i propri soci, invitandoli a predisporre le opportune recinzioni.

C'era una volta M13

La presenza dell'orso, animale discreto che evita l'uomo, era stata riscontrata in Val Poschiavo anche due anni or sono. Allora l'Ufficio per la caccia e la pesca retico si era però dovuto accontentare della foto scattata a un'impronta del predatore sulla neve, nella zona del Passo delle tre croci. Male era andata nel febbraio 2013 a M13, abbattuto sempre nella regione di Poschiavo. Il giovane orso era ormai diventato un pericolo per la sicurezza delle persone: si era infatti più volte spinto fino ai centri abitati alla ricerca di cibo, aveva seguito di giorno persone e non mostrava più alcun timore, anche dopo il letargo, nonostante le ripetute azioni di dissuasione. L’abbattimento è stato eseguito conformemente alla Strategia Orso Svizzera.

© Regiopress, All rights reserved