laRegione
Nuovo abbonamento
il-moesano-pronto-a-investire-nel-centro-giovanile
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
29 min

Rock&Roll Waves: radio, musica e navigazione sul Ceresio

Radio Morcote International farà rivivere i fasti delle radio pirata inglesi anni Sessanta in una serata speciale sabato 22 agosto
Ticino
1 ora

Operazione Imponimento, convalida di arresto per 4 svizzeri

L'ordinanza di custodia cautelare, firmata ieri dall'Antimafia di Catanzaro, riguarda 75 indagati: fra questi anche il luganese.
Locarnese
1 ora

Elisarion a Minusio, ultimi giorni della mostra di Tallone

Al centro culturale lavori da settembre, ma la programmazione continuerà fuori sede
Locarnese
1 ora

Poncione di Braga, mezzo secolo in capanna

Il rifugio fu costruito in tre anni da alcuni volontari. Poi è passato all'Utoe di Locarno, che lo ha ampliato
Luganese
1 ora

Collina d'Oro, da lunedì sport gratis per i domiciliati

Yoga, allenamenti intensivi, pilates, percorsi vita e presto corsi di Mountain Bike: il Comun crea 'Gazebo Sport', aperto a tutti ma gratis per i locali
Mendrisiotto
2 ore

Un InterCity per il Mendrisiotto: chiesto supporto ai politici

Sulla scia della petizione il gran consigliere Massimiliano Robbiani coinvolge Comuni e parlamento per fare squadra
Ticino
2 ore

Estradato in Italia latitante albanese catturato in Svizzera

L'uomo si è reso responsabile di una serie di pericolosi reati: violenza sessuale, sfruttamento della prostituzione e immigrazione clandestina
Ticino
3 ore

Dalla Supsi un dispositivo per testare il Covid in tempo reale

A ottobre parte un progetto di ricerca congiunto assieme al Poli di Losanna e lo Ior che mira a sviluppare l'apparecchio portatile in due anni
Locarnese
3 ore

Locarno, la Polizia in piazza

Torna l'iniziativa che vuole rafforzare il concetto di prossimità territoriale
Luganese
4 ore

Assunzione, celebrazione eucaristica in San Lorenzo a Lugano

Sarà presieduta alle 10 dal vescovo Valerio Lazzeri. Annullata invece la processione al monastero di Santa Maria Assunta in Claro
Bellinzonese
4 ore

A 160 km/h sull'A2, pirata della strada denunciato

In territorio di Quinto è stato intercettato un 54enne svizzero, domiciliato nel Locarnese, che viaggiava a 160 chilometri orari dove il limite è di 80
Bellinzonese
11.07.2020 - 06:000

Il Moesano pronto a investire nel Centro giovanile

Al vaglio dei legislativi il mandato di prestazione che permetterebbe di assumere una animatore retribuito e rendere 'itinerante' il luogo d'incontro di Roveredo

Un mandato di prestazione per il finanziamento del Centro giovanile del Moesano è al vaglio dei legislativi dei dodici comuni della Regione Moesa. Obiettivo costituire un apposito ente di diritto privato che prenda il posto dell’attuale associazione, al fine di garantire una solida base per il futuro dall’apprezzato e frequentato luogo di ritrovo per ragazzi tra i 13 e i 16 anni ubicato nella casa patriziale di Roveredo. 

Nuovo statuto e animatore retribuito 

Inaguruato nel 2009, il Centro è da allora gestito a titolo di volontariato: artefice dell’interesse venutosi a creare negli anni è l’animatore responsabile Lucio Fieni, il quale ha ora deciso di fare un passo indietro. Data la volontà di dare seguito all’esperienza positiva osservata nell’ultimo decennio – eccezion fatta per la macchia del 2014 relativa a schiamazzi e comportamenti irrispettosi che avevano portato alla chiusura del centro per un breve periodo –, l’associazione che gestisce la struttura ha avviato le trattative con gli enti locali di Moesano e Calanca al fine di definire una forma di sostegno finanziario. «Un passo che si rende necessario dal momento che difficilmente avremmo trovato un animatore come Lucio disposto a investire a titolo gratuito gran parte del suo tempo libero − afferma alla ’Regione’ il presidente del Comitato Dieter Suter –. Con il finanziamento proveniente dal mandato di prestazione, la nostra idea è quella di assumere un’animatrice o un animatore retribuito, con un’occupazione del 60%». Sarà poi compito del nuovo ente trovare altre entrate se di fronte a un’evoluzione positiva si presenterà il desiderio di estendere ulteriormente la percentuale. «L’affluenza non manca di certo – rileva Suter – Il fatto che vi siano tanti adolescenti frequentano il centro ci ha spinto ad avviare tale progetto: il desiderio è di offrire loro un'offerta ancora più ampia». 

Ancor più antenna sociale

In futuro si vorrebbe infatti allargare le dimensioni della realtà giovanile, rendendo il Centro ancor più «un’antenna in grado di cogliere bisogni e disagi avvertiti dai giovani, cercando di ovviare favorendo il dialogo». È infatti un obiettivo del nuovo mandato di prestazione quello di rendere ’itinerante’ la struttura, proponendo incontri, eventi e serate non solo presso la sede di Roveredo, ma pure in altre località della regione. Tra le altre idee, quella di organizzare delle serate nelle quali i ragazzi possono giocare e svolgere attività in palestra, sulla linea di quanto già avviene in Ticino con il progetto Midnight Sport. 

Si partirebbe nel 2021 

Ricevuto il preavviso favorevole dai Municipi, alcuni Consigli comunali hanno già approvato il finanziamento del Centro, altri devono invece ancora chinarsi sulla questione. Verosimilente, solo in autunno si saranno espressi tutti i 12 comuni, con il mandato di prestazione che - in caso di esito positivo - inizierebbe nel 2021 per una durata di quattro anni. Se il progetto si concretizzasse, il nuovo ente - che ha già reso noto agli Esecutivi il nuovo statuto - valuterebbe un cambiamento di sede. Già nel 2018 - quando il Centro si era trasferito dallo stabile della parrocchia alla casa patriziale - si parlava di una possibile nuova dimora, sempre a Roveredo nell’area liberata dalla copertura dell’A13. Un’opzione ancora d'attualità, sottolinea Suter, ma che necessiterà di ulteriori valutazioni e approfondimenti. 

 

 

 

 

 

 

© Regiopress, All rights reserved