laRegione
Nuovo abbonamento
rabadan-risparmiato-dal-coronavirus-160mila-presenze
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
14 min
Mendrisio, il Municipio conferma la fiducia all'Ecam
Sollecitato da un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Ind., l'esecutivo spiega di essere stato informato regolarmente sulla pandemia in casa anziani
Bellinzonese
21 min
Villa dei Cedri a Bellinzona, due le opere vandalizzate
Oltre al gigante cui è stata amputata la gamba sinistra, con un oggetto appuntito sono state sfregiate le superfici di un'installazione marmorea
Bellinzonese
1 ora
Nante di traverso: 'Ok l'alta tensione, ma non i tralicci'
L'associazione chiarisce il senso dell'opposizione contro la nuova linea elettrica aerea progettata da Swissgrid in alta Leventina
Mendrisiotto
1 ora
Da ‘Pittura in libertà’ un sostegno alla ricerca medica
La vendita dei dipinti realizzati al centro culturale LaFilanda di Mendrisio ha permesso di donare 1'250 franchi
Mendrisiotto
1 ora
Quattro serate di cultura all'aperto a Vacallo
È quanto propone il dicastero Cultura da mercoledì 15 luglio. Gli eventi sono gratuiti ma occorre iscriversi
Grigioni
3 ore
Grigioni, alpinista muore dopo una caduta di 400 metri
È successo ieri mattina attorno alle 10 sul Pizzo Bernina sul confine con l'Italia. L'uomo apparteneva a un gruppo formato da tre coppie
Gallery (10 foto)
Luganese
4 ore
Bissone, schiacciato sul tetto della chiesa da del materiale
Un uomo è rimasto ferito in modo non grave nel corso dei lavori di restauro della parrocchiale di San Carpoforo
Luganese
5 ore
Massagno, il consuntivo 2019 registra un utile
Il risultato positivo consente al Comune di aumentare il capitale proprio e di abbattere il debito pubblico di 5,7 milioni di franchi
Bellinzonese
28.02.2020 - 12:590

Rabadan risparmiato dal coronavirus, 160mila presenze

Dalla società giungono parole di solidarietà nei confronti dei Carnevali di Biasca e Tesserete: 'Vogliamo dare un aiuto finanziario'

Con i tempi che corrono è impossibile parlare di Carnevale senza far riferimento al coronavirus. E il tema è stato toccato anche durante il bilancio di chiusura dell'ultima edizione del Rabadan fatto stamattina nella sede della società. "Lunedì e martedì eravamo in contatto diretto con la direzione del Dipartimento sanità e socialità (Dss) per capire se erano stati presi degli indirizzi e se c'erano eventuali misure da implementare", ha spiegato il presidente Flavio Petraglio. L'ultima sera dei bagordi, martedì, si è tenuta proprio poche ore dopo l'annuncio del primo caso di una persona ammalata di coronavirus in Ticino. "Il nostro principio è stato questo: ci adeguiamo alle misure dettate dalle autorità cantonali. Non abbiamo mai pensato di valutare noi se interrompere la manifestazione", ha aggiunto.

I numeri mostrano che effettivamente quella sera un calo di vendite di biglietti c'è stato e più precisamente del 16% rispetto allo scorso anno. "Probabilmente a causa del coronavirus", ha sottolineato Petraglio spiegando che ovviamente non è possibile esserne certi. Il divieto di poter svolgere i carnevali da giovedì in avanti ha smosso la solidarietà della società che ha annunciato di voler aiutare con un contributo finanziario i "colleghi" – come Biasca e Tesserete – che hanno subito importanti perdite a causa dell'allerta coronavirus. L'importo verrà definito prossimamente.

Un'edizione da record

Il tema del coronavirus ha messo un po' in ombra i risultati da record che generano molta soddisfazione tra gli organizzatori. Nei sei giorni di festa sono accorse a Bellinzona 160mila persone (lo scorso anno erano 153mila) con un aumento del 4,5% rispetto al 2019. In aumento anche il numero di pass venduti: quasi 23mila giornalieri (+2%) e 12'500 settimanali (+6%). Bene anche le finanze: a fronte di maggiori spese rispetto al passato – a causa in particolare degli investimenti ecologici, come l'acquisto dei bicchieri in silicone e biodegradabili – sono state registrate anche maggiori entrate. Ciò ha permesso di mantenere invariato l'utile (18mila franchi).

Percentuale di minorenni in calo nella tendina sanitaria

Tra le altre cifre snocciolate in conferenza stampa quelle relative ai diffidati (57) e ai denunciati (6). Molto lavoro ma in linea con gli altri anni nella tendina sanitaria, che si è occupata in totale di 111 persone. Il 75% erano maggiorenni e il 25% under 18: un dato positivo, ha sottolineato Petraglio ricordando che il 2019 il confronto era di 60 a 40. In aumento il numero di chi ha usufruito dei trasporti pubblici gratuiti (+7%). Hanno usufruito di bus e treni speciali 45mila persone per un totale di 90mila passaggi in entrambe le direzioni.

© Regiopress, All rights reserved