Ti-Press
Bellinzonese
17.02.2020 - 23:230

Bellinzona accoglierà i turisti nel suo salotto buono

Con un investimento quasi milionario Città e Otr si insediano con un visitor center in piazza Collegiata. Operazione 'innovativa, futuristica e lungimirante'

Tutti d’accordo: il futuro turistico di Bellinzona e della regione passa attraverso il nuovo centro di accoglienza per visitatori in piazza Collegiata, al pianterreno della storica sede di BancaStato progettata da Mario Botta. Il messaggio che chiedeva un investimento di 962mila franchi è stato accolto stasera all’unanimità dal Legislativo. Tiziano Zanetti (Plr), relatore del rapporto stilato dalla Gestione, l’ha definita un’operazione «innovativa, futuristica e lungimirante», con contenuti che faranno forte presa sulle emozioni, anche grazie alle nuove tecnologie. Zanetti ha anche rassicurato sull’assenza di vincoli relativi alla proprietà intellettuale di Botta nell’ambito dei lavori di adeguamento degli spazi. E ha sottolineato la sostenibilità finanziaria dell’operazione, nonché l’importante collaborazione che andrà rafforzandosi con l’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino (Otr-Bat).

Quest’ultima prenderà infatti in affitto una parte degli spazi, come ha ricordato la capogruppo Lega/Udc/Ind. Lelia Guscio. «Il nuovo visitor center permetterà a turisti e residenti di approfondire la realtà socioturistica della regione, grazie a un’area e a un percorso interattivo, uno shop per prodotti locali e alla nuova sede dell’Otr-Bat», ha spiegato Guscio. Adesione unanime al messaggio anche da parte del gruppo Ppd, come assicurato dalla capogruppo Alice Croce Mattei parlando di un «tassello importante e concreto» verso la promozione e l’accoglienza dei turisti. L’invito dei pipidini è però quello di non valorizzare solo i Castelli, bensì di incuriosire i turisti invitandoli a scoprire le altre numerose offerte della città, quale ad esempio la chiesa della Madonna delle Grazie. Per l’Unità di Sinistra si è espresso Charles Barras, sottolineando che questo sarà un punto cruciale nella politica turistica di Bellinzona, che si concretizzerà poi nel progetto di valorizzazione dei Castelli elaborato dalla ditta lucernese Erlebnisplan.

Buone notizie per pedoni e ciclisti

Via libera nel corso della seduta di Legislativo anche ad altri due messaggi. Approvata all’unanimità la richiesta di credito per la realizzazione del nuovo collegamento ciclo-pedonale tra Gorduno e Castione grazie a una passerella sul fiume Ticino (5,7 milioni di cui buona parte a carico di Cantone, Confederazione e Commissione regionale dei trasporti). «La soluzione individuata dopo la valutazione di altre varianti ha messo tutti d’accordo», ha sottolineato il relatore della Commissione dell’edilizia Gabriele Pedroni (Ppd).

Energie rinnovabili: critiche dei Verdi sul gas naturale

Ha sollevato invece alcune critiche (49 favorevoli e 4 astenuti) l’investimento dell’Azienda multiservizi Bellinzona a favore delle energie rinnovabili. Al costo di 3 milioni verranno sostituite caldaie vetuste a nafta con nuovi sistemi (termopompe, energia solare, legna, biogas) al Palazzo comunale di Giubiasco, nelle case anziani di Sementina e Bellinzona 2 e all’asilo Gerretta. Ronnie David (Verdi) ha fatto notare le criticità legate all’utilizzo del gas naturale. «Un vettore che non è garanzia di pulizia a livello energetico. È vero che ha emissioni inferiori alla nafta, ma va valutato anche il processo produttivo ed estrattivo». A tal proposito sono giunte le rassicurazioni di Andrea Bersani, vicesindaco e capodicastero Sicurezza e servizi industriali, il quale ha spiegato che il biogas è effettivamente una fonte poco inquinante.

© Regiopress, All rights reserved