21.12.2019 - 11:20

Oltre 300 presepi esposti a Monte Carasso

La mostra, promossa dall’Associazione benefica in memoria di Gianni Pestoni, rimarrà all'ex Convento fino al 12 gennaio

a cura de laRegione
oltre-300-presepi-esposti-a-monte-carasso
La collezione è stata allestita grazie al coinvolgimento di una trentina di artisti e collezionisti privati

Domenica 15 dicembre è stata inaugurata davanti a un folto pubblico la seconda edizione della mostra di presepi promossa dall’Associazione benefica in memoria di Gianni Pestoni. Dopo i discorsi tenuti da Maria Elena Guidotti e Luca Cereda, membri di comitato dell’Associazione nonché, quest’ultimo, allenatore dell’Hcap e testimonial dell’associazione, i presenti hanno potuto scendere nelle cantine dell’ex Convento e visitare un itinerario di oltre trecento presepi facenti parte della collezione di una trentina di artisti e collezionisti privati. A questi sono affiancati un presepe allestito dagli allievi dell’Istituto scolastico di Monte Carasso e alcuni manufatti del Museo storico del Canton Uri (Altdorf).

Sulle orme di San Francesco d'Assisi 

La mostra si snoda attorno alla figura di San Francesco d’Assisi, il quale nel 1223 ha allestito, per la prima volta, il presepe a Greccio nella regione del Lazio. Per il Santo il Natale “era la festa delle feste il giorno quando paradiso e terra eran tutt’uno”. Santo anche dell’ecologia al quale si associa il Cantico delle creature. Come non mai l’anno che volge al termine è stato caratterizzato da una presa di coscienza collettiva a livello planetario circa il tema climatico e ambientale. La mostra muove da questo assunto e conduce a riflettere sui valori legati al Natale unitamente alla custodia e alla salvaguardia di tutto il mondo che ci circonda. Le offerte raccolte durante la mostra saranno destinate a favore di progetti sostenuti dall’Associazione in Madagascar e Ucraina orientale. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 14 alle 18 (escluso il 25 dicembre), fino al 12 gennaio. Info www.abgpestoni.ch

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved