la-forza-dei-propri-limiti-simona-atzori-a-bellinzona
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
12 min

Al via oggi il processo all’ex comandante Mauro Antonini

L’ex comandante delle guardie di confine è imputato, insieme all’ex capo di stato maggiore, per presunte irregolarità nella gestione di fondi finanziari
Luganese
35 min

Bedano, Aranno e quel bisogno di incontrarsi

Nei due Comuni si lavora per realizzare un punto d’incontro e, rispettivamente, un centro diurno sociale per tutta la popolazione
Luganese
1 ora

Società di Carona sequestrata dall’antimafia, attiva dal 2002

Socio e gerente con firma individuale, un 59enne residente a Campione d’Italia sospettato di legami con la ’ndrangheta
Mendrisiotto
1 ora

Nella mappa stradale federale anche A2-A13 e terza corsia

Prostra promuove i due progetti ticinesi. Stralciata (e per sempre) la circonvallazione fra Stabio est e il Gaggiolo
Ticino
8 ore

Sì al congedo ai dipendenti pubblici per famigliari malati

Il Gran Consiglio approva le 14 settimane pagate per chi ha un figlio o un partner con gravi problemi di salute. Sì anche all’appello per India
Ticino
9 ore

Pierfranco Longo: ‘Tantissima delusione’

No superamento livelli, il presidente della Conferenza genitori: sconfortante che le istituzioni non siano riuscite a trovare un compromesso minimo
Ticino
10 ore

Superamento dei livelli, bocciata la sperimentazione

Con 42 contrari (Plr, Lega, Udc, Mps) e 40 favorevoli (Ppd, Ps, Verdi, Pc, Più donne) cala il sipario sulla proposta di Bertoli: ‘Deluso per la scuola’
Mendrisiotto
10 ore

Droni e galline fra i vigneti. Viticoltori ecosostenibili

Tanti esempi nel Mendrisiotto. Andrea Conconi, direttore di Interprofessione della vite e del vino ticinese: ’Progressi nella produzione biologica’
Bellinzonese
10 ore

Sì ai 2,72 milioni per il Parco del Piano di Magadino

Il Gran Consiglio in notturna approva i due crediti a favore degli investimenti e per la gestione nel periodo 2021-2024
Ticino
10 ore

Sul decreto taglia spese si voterà il 15 maggio

Il Consiglio di Stato ha fissato la data della votazione popolare
08.06.2019 - 11:250

La forza dei propri limiti: Simona Atzori a Bellinzona

Sabato 8 giugno al Teatro Sociale lo spettacolo benefico della ballerina e pittrice italiana nata senza braccia

a cura de laRegione

Una storia da raccontare e soprattutto da ascoltare. Di chi pur senza l’ausilio delle braccia ha realizzato il sogno che coltivava sin da bambina. Simona Atzori, rinomata ballerina e pittrice sebbene affetta da focomelia dalla nascita, è certamente in grado di diffondere l’essenza di speranza e caparbietà. Molto conosciuta in Europa e vincitrice di numerosi premi e riconoscimenti, la 44enne di origini sarde laureatasi in arti visive sarà protagonista sul palco del Teatro Sociale di Bellinzona. Sabato 8 giugno alle 20 l’artista italiana proporrà lo spettacolo benefico “La danza incontra la speranza”, promosso dal comitato organizzatore della Corsa della speranza che anche quest’anno si terrà a Lugano nel mese di settembre. «La serata di sabato nasce dalla voglia di condividere altre emozioni con le tante persone che credono nel nostro obiettivo – spiega la coordinatrice dell’evento e membro
del comitato della Corsa della speranza Claudia Morinini –. Il tutto in un contesto diverso da quello ‘sportivo’ della manifestazione
di Lugano, con più tranquillità per prendersi il tempo per relazionarsi. Oltre a contribuire alla ricerca (il ricavato dello spettacolo sarà devoluto alla Fondazione ticinese per la ricerca sul cancro, ndr), si vuole infatti creare un legame forte con e fra i numerosi volontari che ogni anno si mettono a disposizione. L’evento – continua Morinini – nasce inoltre dalla volontà di avvicinarsi al Sopraceneri», regione meno coinvolta nella corsa di Lugano, che nella scorsa edizione, grazie alla partecipazione di 3’000 persone, ha raccolto 80mila franchi per la fondazione.

L’esibizione di Simona Atzori vuole essere una dimostrazione di forza. «La sua storia insegna che è possibile superare situazioni che agli occhi di tanti sembrano davvero drastiche. Ho avuto la fortuna di conoscerla: spicca la sua voglia di infondere positività a persone malate e ai loro cari». Alla sua storia, in cui il sostegno della famiglia ha assunto un’importanza fondamentale, l’artista dedicherà la seconda parte dello spettacolo. La prima, invece, prevede una rappresentazione di danza e pittura. «Uno spettacolo
misto, della durata di un’ora e mezza circa, in cui Simona porterà in scena ciò che è oggi». I biglietti sono da acquistare sul sito ticketcorner.ch oppure direttamente al Teatro Sociale prima dello spettacolo. Informazioni sul sito www.corsadellasperanza.ch.

Niente è impossibile

Fin da piccola vivace e col sogno di correre e danzare, Simona Atzori si avvicina alla pittura da autodidatta all’età di quattro anni. Nel 1983 entra nell’associazione dei pittori che dipingono con la bocca e con i piedi. Nel corso degli anni ha l’onore di donare autoritratti a Papa Giovanni Paolo II (nel 1992) e a Papa Francesco (2014). Dal 2008 i suoi quadri sono esposti nella città canadese di London Ontario. Quanto al ballo, inizia a seguire corsi di danza classica a sei anni. Ambasciatrice per la danza nel Grande Giubileo del 2000, nel 2006 è protagonista della cerimonia di apertura delle Paralimpiadi di Torino. Nel 2010 fonda la “SimonArte
Dance Company”, con produzioni in collaborazione con la Scala di Milano. Negli anni partecipa inoltre a differenti programmi
televisivi (in Italia, Grecia, Canada, Kenya ecc.). Nel 2000 riceve il Michelangelo per la danza e nel 2012 viene insignita con l’onorificenza di cavaliere della Repubblica italiana. Oltre ad aver pubblicato alcuni libri, Atzori conduce incontri motivazionali per aiutare impiegati e studenti a migliorare l’atteggiamento verso loro stessi e verso la vita.

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved