Ti-Press
Bellinzonese
18.04.2019 - 17:370
Aggiornamento : 17:54

La Bassa Leventina da Vitta e Zali: buona la seconda

Rilancio industriale, annunciata una lettera governativa alla Deputazione ticinese a Berna per inserire il tratto di Biasca negli investimenti 2035

Piano strategico per il rilancio della Bassa Leventina: buona anche la seconda. Dopo il primo incontro tenutosi tre settimane fa col consigliere di Stato Christian Vitta, questo pomeriggio i sindaci e municipali di Personico, Pollegio, Bodio, Giornico, Biasca e Riviera, nonché il presidente della Commissione regionale dei trasporti e un rappresentante dell'Unione contadini ticinesi (Uct), hanno incontrato a Bellinzona il nuovo presidente del governo cantonale Vitta e il direttore del Dipartimento del territorio, Claudio Zali, per formalizzare i prossimi passi. Dapprima, a breve i sei enti locali, l'Uct e la commissione segnaleranno a Palazzo delle Orsoline i nomi dei rispettivi delegati chiamati a far parte dei due previsti gruppi di accompagnamento (uno politico e l'altro operativo) incaricati di approntare una strategia volta a riportare in salute le zone industriali semi-dismesse. In secondo luogo, il direttore del Dipartimento finanze ed economia ha annunciato la volontà di sottoporre al Consiglio di Stato una lettera da inviare alla Deputazione ticinese alle Camere federali. Obiettivo: sollecitarla sul dossier relativo alle opere ferroviarie nazionali con orizzonte 2035. In pratica si chiederà di perorare la causa affinché il tratto ferroviario a sud di Biasca ('salto del montone' a Osogna) e a nord (raggiungimento della zona industriale di Bodio/Giornico) siano inseriti nel prossimo pacchetto di finanziamenti federali, senza attendere quello successivo. Si tratta di opere ferroviarie ritenute fondamentali per migliorare il transito dei treni merci e agevolare quello passeggeri (potenziandolo). Quanto ai Comuni, saranno chiamati a dedicare le energie nell'individuazione di progetti locali che – nell'ambito dei due previsti gruppi di accompagnamento – potranno essere sottoposti all'autorità cantonale per un sostegno fattivo nella loro concretizzazione. A nome dei Comuni il portavoce Emilio Cristina, sindaco di Personico, esprime soddisfazione.

Potrebbe interessarti anche
Tags
vitta
biasca
bassa
bassa leventina
leventina
zali
© Regiopress, All rights reserved